Utente 455XXX
Essendo ipertesa, ogni anno, eseguo alcuni controlli presso il centro ipertensione della mia città.

L'ultimo referto dichiara:

- Ipertensione arteriosa grado II ESH/ESC in buon controllo terapeutico con ipertrofia ventricolare sx di grado lieve, iniziale disfunzione diastolica e conservata funzione sistolica.
- Insufficienza mitrale ed aortica di grado lieve e tricuspidalica di grado lieve-moderato.
- Dilatazione del tratto tubolare dell'arta ascendendente
- Ateromasia carotidea non emodinamicamente significativa
- Iperecolesterolemia in trattamento

L'ecocardiocagramma mitrale: lembi ispessiti, non stenotici. Aorta: di normali dimensioni la radice aortica (34mm) e l'arco aortico (26mm); ectasia del tratto tubulare dell'aorta (44mm); lembi valvolari ispessiti, non stenotici.
Atrio sinistro: di normali dimensioni (35mm)
Ventricolo sinistro: di normali dimensioni; ipertrofia uniforme di grado lieve, conservata la cinesi, SIV 13mm; DTD: 40mm; FE > 55%

Sezione di destra: nei limiti. Pericardio: non segni di versamento pericardico. Doppler: insufficienza mitralica ed aortica di grado lieve. Insuffienza tricuspidalica di grado lieve-moderato (PG max: 30mm/hg : Paps: 35mm/Hg). Inversione del rapporto E/A mitralico (disfunzione diastolica ventricolare sx di primo grado)

Terapia: (vedi storia clinica)

E' consigliabile eseguire Angio-TC toraco addominale?

Negli anni l'ectasia del tratto tubulare dell'aorta (44mm) è aumentato. Nel 2011 era nel 30mm.

Cosa porta all'aumento di questo valore?

Se decidessi di cambiare radicalmente il mio regime alimentare, dimagrendo (peso 72kg e sono alta 1.60) e facendo un po' di movimento, potrebbe cambiare qualcosa? A cosa vado incontro, con questi valori?

In attesa di un vs. conforto, in merito vi saluto.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
In effetti la sua aorta toracica andrebbe controllata (con TC o RM).
VAriazioni del suo stile di vita ed una riduzione del suo sovrappeso potrebbero ridurre il graduale aumento di dimensioni dell'aorta (non certo ridurli).
E' opportuno ricordare che i valori pressori ottimali sono 120/70 mmHg.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 455XXX

Grazie, dottore.

la TC o RM, servirebbero ad avere un maggior dettaglio della situazione della mia aorta? La RM sarebbe certamente meno invasiva, immagino e darebbe lo stesso risultato?

Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
la TC non è invasiva.....

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 455XXX

Però la RM a differenza della TAC è un esame che sfrutta le radiazioni dei Raggi X quindi certamente più dannoso del primo. Se danno entrambi gli stessi risultato io preferirei la RM. Grazie

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non certo alla sua età signora .

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza