Utente 498XXX
Buonasera, sono una ragazza di 25 anni. Da circa tre mesi soffro di episodi di tachicardia sporadici. All’insorgere del primo episodio sono stata al pronto soccorso. In quella sede mi è stato effettuato ECG (tracciato che mostra tachicardia sinusale 120bpm con picco pressorio (160/90)), ecocardiogramma con visita cardiologica (esito negativo tachicardia a parte), analisi del sangue (tutte nella norma) e mi sono stati prescritte analisi della tiroide (effettuate, risultati nella norma) e Holter cardiaco (che aspetto di ritirare). Da quel momento ho avuto altri tre episodi, l’ultimo oggi che mi ha spaventato in quanto quando ho misurato la frequenza era molto più alta delle altre volte (150-160). Su di un’ambulanza vicina al posto dov’ero mi È stato fatto il tracciato, (anche in questo caso solo la tachicardia era presente) , mi è stata misurata la glicemia (98) e mi e Stata misurata la pressione (160/90). Le cose che accomunano gli episodi sono la concomitanza con il giorno precedente al ciclo, un senso di vuoto al petto accompagnato da un calore/bruciore in tutto il corpo (prevalentemente negli atti) nell’attimo precedente che mi permettere di riconoscere l’episodio che arriva, aria nello stomaco con rigurgiti. A parte la preoccupazione crescente che non mi fa stare tranquilla, vorrei sapere a quale specialisti rivolgermi. Grazie della pazienza ma non ho mai avuto di questi problemi e la diagnosi di ansia che mi hanno fatto tutti non mi convince

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
mi pare invece che debba convincersi che lei abbia dei problemi ansiosi.
quando avra il referto dell holter se vuole ce lo,faccia conoscere

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 498XXX

La ringrazio per la celerità, e approfittando della disponibilità le chiedo: se sono disturbi legati all’ansia perché insorgono in situazioni in cui sono estremamente tranquilla? (Ero in Villa borghese con un’amica a passeggiare)

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gli attacchi di panico sono tipicamente immotivati
si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 498XXX

Buonasera, ho ritirato il referto dell’holter. I risultati mostrano:
Totale battiti 98873; FC MIN 45 bpm (alle 7:14), FC MAX 132 bpm (alle 9:51) FC media 71 bpm.
ASDNN 5: 85,8 ms
SDANN 5: 146 ms
SDNN: 170,9 ms
RMSSD: 58 ms
Tutte le voci nei gruppi “Analisi QT”, “Analisi episodi ST” e “Analisi pacemaker” sono sbarrate. Ectopia ventricolare 0% (e tutte le voci nella sottocategoria sbarrate); Ectopia sopraventricolare 1 (0%) RR più lungo 1,4 sec alle 7:31; PAC singoli: 1; Fibrillazione atriale 0.

Il referto del cardiologo è:
Ritmo sinusale con fasi di aritmia respiratoria Con frequenza cardiaca sinusale media di 71 bpm (FC minima 45 bpm, FC massima 132 bpm)
Conduzione atrioventricolare regolare per tempi e modalità
Battiti ectopici sopraventricolari 1
Battiti ectopici ventricolari 0
Assenza di pause superiori a 2.5 s
Assenza di modifiche patologicamente significative del tratto ST-T rispetto al riferimento basale.

Dovrei sottoporre il referto ad un cardiologo e fare una nuova visita? Dovrei effettuare una prova sotto sforzo? (È ormai l’ultima cosa rimasta)
Grazie per la pazienza!

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
è un holter perfetto.
come vede lei non ha nulla

se ne faccia una ragione

la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 498XXX

Salve dottori,
Riscrivo per la comparsa di un nuovo sintomo. A parte un altro attacco simile a quelli precedentemente descritti, mi capita di avvertire “forte” il battito cardiaco (che però è regolare e di frequenza normale) soprattutto a letto. Quando non si tratta di sonno notturno ma di un riposo pomridiano in cui il sonno è meno profondo, sono svegliata e costretta a mettermi in piedi o seduta (posizione in cui il tutto sembra migliorare). È questo problema da attribuirsi sempre allo stesso motivo? A volte mi capita quando mi stendo a letto prima che sia passata almeno un’ora dal pranzo. Potrebbe dipendere da questo?
Grazie mille

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se avverte palpitazioni e lei stessa dice che la frequenza è normale capisce bene che deve curare l ansia

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza