Utente 344XXX
Buongiorno. Soffro di diabete di tipo 2 da circa 10 anni, attualmente compensato con la repaglinide (2mg x 2) e soffro di ipercolesterolemia (sui 240). Per una lieve depressione, da circa 20 mesi prendo 6/7 gocce di excitalopram (Cipralex) e 10 gocce di xanax prima di dormire. Da un paio di mesi, mi risveglio verso le 3/4 di notte con un dolore allo sterno che si irradia alle costole, solo anteriormente, non intenso, ma fastidioso e che si accentua se mi corico su qualsiasi dei due fianchi. Ripreso il sonno, mi risveglio normalmente, senza dolori. ECG normali. Pressione 130/80. Non extrasistoli, né accelerazione cardiaca né agitazione. Solo quel dolore. Passo dalle 2 alle 3 ore al PC al giorno, ma i dolori si presentano esclusivamente di notte. Il medico di base mi ha diagnosticato una forma di artrosi e mi ha prescritto 7 gg 1 grammo di paracetamolo alla sera, ma non è servito a niente. Né dispnea, né affanno, nemmeno quando salgo il mio piano e mezzo di scale.
Raramente reflusso gastroesofageo (solo per alcuni cibi, che adesso evito).
Cordialità.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
il Fatto che sia sensibile alla posizione, come capisce bene, esclude il dolore anginoso.
proverei con un vero antiinfiammatorio anziche il,paracetamolo

cordialità

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza