Utente 390XXX
Buongiorno,
Soffro di extrasistole (senza una patologia cardiaca) da anni e dai diversi esami fatti (ultimo a aprile 2018), risultò che io avessi extrasistole da ansia e perciò nessun medico mi prescrisse mai betabloccanti o farmaci per curarle effettivamente.
Solo una volta, quando andai al prontosoccorso per il primo forte episodio di extrasistole, (10 anni fa) il medico del PS mi consigliò al bisogno di prendere l'inderal 1/4 di 40 mg. All'inizio provai a prenderlo, ma poi vedendo che non migliorava la situazione non lo presi più e tramite il medico di base e lo psichiatra iniziai una cura per l'ansia con farmaci per la depressione (ne ho cambiati diversi in questi anni) e lo xanax al bisogno. Prendo la sertralina da due anni e lo xanax al bisogno e mi sono sempre trovata bene. Da 10 anni a questa parte sono sempre riuscita a tenere a bada le extra con i farmaci indicati.
Due anni fa, siccome mi erano nuovamente aumentate, senza nessuna prescrizione medica (non ne vado fiera perchè non avrei dovuto farlo) ho iniziato a prendere l'inderal 1/4 al mattino insieme alla sertralina e mi sono trovata bene all'inizio (mia madre lo prende per la pressione, lo avevo già in casa). Poi dopo circa sei mesi l'ho smesso perchè sapevo che era rischioso continuare a prenderlo e stavo meglio. Dopo 6 mesi l'ho ricominciato a prendere e da ottobre 2017 l'ho aumentato prendendone 1/4 anche al pomeriggio, quindi tutt'ora ne prendo da quasi 1 anno 1/2 compressa la giorno. Insieme all'inderal ad ottobre e per alcuni mesi successivi, quando avevo l'effetto della sertralina e dell'inderal mi sentivo bene. Adesso da aprile 2018 sembra che alcuni giorni non faccia nulla, anzi mi sono nuovamente aumentate e a volte sembra che mi diminuiscano quando passa l'effetto dell'inderal.
Ora siccome non me lo ha prescritto nessuno per le extra queste sono mie sensazioni e supposizioni, perciò vi scrivo sperando che possiate darmi un'opinione a riguardo. Sono preoccupata che possa essere l'inderal che me le abbia fatte aumentare (anche se mi sono aumentate da quando mi sono trasferita, da ottobre 2017, in Inghilterra)
Anche l'ultimo esame di aprile conferma che non ho nulla di patologico a livello cardiaco e il cardiologo mi ha detto di sospendere l'inderal e per lui non serve nel mio caso anzi con il tempo potrei avere diversi effetti collaterali.
Io ho fatto il medico di me stesso purtroppo perchè nessuno mi voleva prescrivere qualcosa per le extra e e stavo male, sto male tutt'ora perchè non riesco a sopportarle, ci sono giorni che ne ho anche 20 al giorno, so che a opinione dei medici sono poche, so che ci sono persone che ne hanno tante, però io le percepisco talmente forti che mi limitano molto la vita mi rattristano e sono una ossessione.
Attualmente ho iniziato delle sedute dallo psicologo, sperando di risolvere il problema dell'ansia.
Insomma, dopo tutto questo discorso, la mia domanda è semplicemente questa: L'INDERAL PUò FARE AUMENTARE LE EXTRASISTOLE?
Vi ringrazio del vostro supporto.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente.
Venti extrasistoli al giorno sono una sciocchezza.
Non meritano certo una terapia farmacologica.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza