Utente 389XXX
Buonasera,ho 22 anni, ho giocato fino a due anni fa a calcio a livello amatoriale, mai agonistico, non fumo, non bevo alcool e non bevò caffè. Sono affetto da una lieve microcitemia asintomatica e sono allergico alle graminacee. Esattamente due anni fa ho avuto un extrasistole, seguita da una tachicardia sostenuta ritmica sui 150/160 bpm per 1/2 minuti . Premetto di non aver mai avuto nulla di simile, sono andato al pronto soccorso, esami sangue ecg ecodpler, nulla di anormale tranne un soffio leggero tricuspidale che i medici hanno detto di essere innocuo. Mi hanno prescritto allora esami tiroide e prendere lexotan per 4-5 giorni. Da due anni a questa parte ho avuto delle ricadute, generate sempre da un extrasistole. Dopo l'episodio ho fatto due anni fa anche su consiglio del cardiologo diversi holter che hanno evidenzioato qualche extrasistole. Gli episodi di extrasistole sono davvero saltuari, il cardiologo pensando che potessi avere una tachicardia parossistica, poi una possibile miocardite, mi ha consigliato allora di eseguire una RM con contrasto ( eseguita a Ottobre 2017 con dei betabloccanti dopo due tentativi) infatti non riuscivo a completare l'esame per via di frequenza troppo elevata. La risonanza non ha evidenziato nulla di particolare, nè nella cinetica ne nelle volumetrie. Frazione di eiezione però bassa
Riporto qui i dati Ventricolo sinistro:
Volume telediastolico 189.31 ml (indicizzato 102.91 ml/m2 [v.n.: {M 53-112; F 56-99}]); Volume telesistolico 90.43 ml (indicizzato: 49.16 ml/m2); Stroke Volume 98.88 ml (indicizzato: 53.75 ml/m2); Frazione di eiezione: 52.23 %; Massa ventricolare 120.34 gr (indicizzata 65.41 m2 [vn: {M 46-83; F 37-67}])
L’analisi della cinetica non ha evidenziato alterazioni della cinetica WMSI=1
Ventricolo destro:
Volume telediastolico 180.27 ml (indicizzato 93.62 ml/m2 [vn: {M 59-114; F 48-103}]) Volume telesistolico 85.32 ml (indicizzato: 40.07 ml/m2); Stroke Volume 97.32 ml (indicizzato: 41.73 ml/m2); Frazione di eiezione: 52 %;
L’analisi della cinetica non ha evidenziato alterazione della cinetica distrettuale
Conclusioni: Ventricolo sinistro di normali volumetrie con normale contrattilità globale e segmentaria. Ventricolo destro di normali volumetrie, con contrattilità globale normale. Nelle sequenze tardive IR-GRE T1 pesate dopo somministrazione di gadolinio-chelati non si evidenziano aree di iperintensità da riferire a fibrosi/necrosi
La mia domanda è:La frazione di 52% cosa comporta? Il cardiologo mi ha detto che devo assumere lexotan se si dovessero ripresentare gli episodi sopra descritti. P.S la frequenza a riposo è di circa 60, invece 40/42 appena sveglio. dopo due anni ora non ho ancora risolto il problema e non riesco a riprendere l'attività fisica, mi consiglia di consultare un aritmologo per capire se ci sono anomalie nel ritmo, o fare altri accertamenti come controllare il livello di potassio o lo stomaco per escludere un ernia iatale? Ringrazio in anticipo per una risposta

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La sua EF calcolata alla RM è pe rettamente normale, come del resto è scritto sul referto.
Non ha bisogno di alcun aritmologo, perche i suoi valori di frequenza sono normali Perna un soggetto sportivo.

In altre parole lei non ha problemi cardiaci


Arrivederci

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza