Utente 390XXX
Buonasera sono un adulto di età 51 anni, ho contratto problemi al cuore nel 2011 dove per mio malessere generale sono stato ricoverato in ospedale dove hanno riscontrato la fibrillazione atriale, dopo circa un mese mi hanno dimesso senza aver concluso nulla, sono andato da uno specialista che mi ha fatto subito fare un ablazione atriale dopo il primo intervento sono ritornato in fibrillazione siamo andati avanti tramite una ricercatrice di malattie muscolari e mi hanno riscontrato una poliomisite quindi ho iniziato una cura... ho ripetuto ablazione + cardioversione dove mi hanno resettato totalmente e per tanti ho proseguito con la terapia data post intervento ad un certo punto dopo circa 5 anni mi hanno riscontrato flutter ed extrasistole, che causavano una forte brachicardia ed allora mi sono posto nell anno 2018 ad un altra ablazione dove mi hanno resettato il cuore di nuovo ma non tutte le extrasistole sono andate via... diciamo che adesso con la terapia di betabloccanti ect... vado avanti con una frequenza cardiaca leggermente migliore. Chiedo a tutti voi specialisti nel campo se ci fosse una soluzione per mettere fine a tutto ciò... nel senso di cancellare le anomalie definitivamente al cuore... Resto in attesa di un vostro riscontro Cordiali Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Molto difficile dire di sì o di no attraverso uno schermo, dopo che numerosi Colleghi hanno tentato più volte.
quello che mi pare importante piu di ogni cosa è che lei debba assumere terapia anticoagulante orale.
Poi valutare , attraverso holter seriati, quale sia il farmaco antiaritmici migliore per lei.
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza