Utente 371XXX
Gentilissimi Cardiologi,
qualche giorno fa ho fatto delle analisi di routine, ed è emerso che ho un'importante ipercolesterolemia.
Riporto, di seguito, i valori rilevati:

Colesterolo totale: 246 mg/dl
HDL: 54 mg/dl
LDL 166 mg/dl

Sono così andato a cercare le analisi fatte in passato, e ho trovato varie analisi fatte negli anni che vanno dal 2000 al 2014. Tra il 2015 e il 2017, per trascuratezza personale e pigrizia, non ho più fatto analisi.
Purtroppo, in tutte le analisi che ho trovato, ho verificato che, sin da quando ero bambino, il colesterolo è sempre stato molto alto, con il valore delle LDL oscillante tra 140 e 180 mg/dl.
Non ho mai preso le statine, nonostante il consiglio del mio medico di base, perchè ho sempre dato poca importanza al valore di colesterolo, e in generale alla cura del mio corpo.
Ora però ho iniziato a prendere in mano la mia salute, e intendo curarmi al meglio.
Sono così stato da un cardiologo, il quale mi ha prescritto delle statine, e mi ha fatto fare una prova da sforzo, un ecocardiogramma e un'ecografia delle carotidi.
Tutto è risultato nella norma. Il cuore è morfologicamente indenne, la prova da sforzo non ha evidenziato alterazioni dell'ecg, e lo spessore intima-media delle carotidi è di 0,8 mm, quindi un po' elevato per la mia età, ma comunque nella norma.
La pressione è buona.
Ho familiarità per cardiopatia ischemica, ma nessun parente ha avuto eventi cardiologici prima dei 50 anni.
Il cardiolgo mi ha quindi invitato a stare relativamente tranquillo, consigliandomi solo una stretta aderenza alla terapia con statine, e una visita annuale di controllo.

Scrivo in questa sede per porre delle domande, che ho dimenticato di fare al cardiologo che mi ha visitato, il quale è attualmente in ferie.
Quello che vorrei sapere è questo: avendo io avuto il colesterolo sempre molto alto, sin da bambino, potrei avere già un'importante cardiopatia ischemica? In altri termini, le mie coronarie potrebbero già essere molto ostruite?
E' necessaria una coronarografia?
E inoltre, ritenete che io possa fare attività sportiva intensa, o potrebbero esserci problemi, legati allo stato delle coronarie?

Vi ringrazio davvero tanto per le vostre eventuali risposte.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei deve assumere statine perche ha una forma di dissipi demo al famil8re.
Se l’amore prova da sforzo è negativa per ischemia NON c e indicazione ad una coronarografia .
Cammini almeno un ora al giorno e stia lontano dal fumo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 371XXX

Dr. Cecchini, la ringrazio molto per la sua celere risposta.
In base alla sua esperienza clinica e ai dati scientifici in suo possesso, quale ritiene possa essere lo stato delle coronarie di un soggetto trentenne, con ipercolesterolemia familiare, e livelli di LDL costantemente compresi tra i 140 e i 180 mg/dl sin dall'età infantile, in assenza di altre alterazioni (ipetensione, diabete, malattie infiammatorie, ecc.)?
E' plausibile pensare che ci siano già placche coronariche determinanti un'importante riduzione del lume, seppur senza ischemia?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se. I fossero alterazioni coronariche significative una prova da sforzo lo dimostrerebbe

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 371XXX

Ancora mille grazie.