Utente
Gentili dottori, sono un ragazzo di 24 anni, pratico sport con regolarità da un paio di anni (sollevamento pesi) da un anno alterno anche una seduta aerobica a settimana con il calcetto. Da premettere che sono una persona abbastanza ansiosa, di questo ne prendo atto, negli ultimi mesi infatti ho avuto un periodo di forte stress dato da cause variegate, tutto è cominciato con un forte attacco di panico che mi ha causato forte tachicardia e delle strane sensazioni di vuoto al petto forse exstrasistoli. Da allora gli attacchi sono più frequenti e credo di aver accusato un disturbo di ansia generalizzata, l'unica cosa che mi preoccupa sono dei strani sintomi vengono inseguito a forti attacchi ansiosi, credo siano exstrasistoli, ho come la sensazione che il battito diventi irregolare o che il cuore perda colpi. In sostanza questa settimana ho accusato questi episodi anche durante una partita di pallone, seguite da dispnea e fatica, motivo per cui ho fatto un ecg con esito normale.
Il cardiologo ha detto che ho il volume cardiaco è piuttosto grande ma pur sempre nei limiti della normalità è durante il tracciato si rilevano delle onde t un po' più altine del normale ma che comunque tutto in se è nella norma. Oltre a questi sintomi giorni fa ho accusato un dolore intercostale sul lato sinistro, il dolore è aumentato nel momento in cui mi sono seduto in macchina, ieri sembrava scomparso, oggi invece a tratti sembra comparire, inoltre da giorni avverto dei spasmi muscolari a livello delle gambe e talvolta della zona anteriore della pancia, non riesco a capire se tali dolori intercostale siano dovuti a questo.
Ho eseguito una rx del torace per via della tosse che accusavo da un mese, e dal momento che ho perennemente le vie aeree ostruite dal muco al mattino, ultimamente capita anche una sensazione di bruciore/freschezza sternale.
Nell'rx sembra tutto nella norma unico dubbio è la suddetta frase: note broncopatiche diffuse cosa vuol dire?
Possibile che l ansia possa ripercuotersi per tutto questo?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
I disturbi che lei segnala non sono certo di origine cardiaca.
L'attivita' sportiva che lei sta praticando (pesistica) e' la peggiore per il cuore: a riprova di questo le dimensioni del suo cuore ch lei stesso segnala.
Per cio' che riguarda l'esito della Rx torace dovrebbe avere una banale bronchite, a meno che non sia un fumatore.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Fumo occasionalmente dall'età di 14 anni, solo in compagnia, dovrei prendere qualcosa per la bronchite o sarebbe opportuno fare ulteriori accertamenti?
Per quanto riguarda l'attività sportiva può essere un problema a lungo andare? Aggiungere sedute aerobiche in concomitanza con un lavoro in palestra non migliora la situazione? È uno sport per cui ho una grande passione, mi deprime l idea di lasciare tutto.
Il range di intensità ideale in palestra per evitare di sovraccaricare il sistema cardio circolatorio quale sarebbe? Carichi non oltre il 75% del massimale?
Dottore un'ultima cosa, il dolore che ho accusato al fianco e gli spasmi involontari da cosa possono dipendere?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se lei fuma dall eta di 14 anni non si deve meravigliare di avere una Rx del torace come quell’altro che ha descritto.
Inoltre sa benissimo che ha un elevato rischio di ictus, infarto e di cancro.
La pesistica fa male a qualunque cuore,punto.

Altro che dolore al fianco e spasmi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Sono un fumatore occasionale potrei fumare in media meno di un pacchetto la settimana, non fumo mai da solo, ne compro sigarette, da come ha descritto la situazione sembra l rx di un fumatore incallito, ma non é il mio caso per qualche sigaretta alla settimana. É il caso di fare ulteriori accertamenti? La presunta infiammazione potrebbe essere causata da una sinusite cronica ?

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Smetta anche quelle poche.
Il suo medico potra' curarle questa bronchite con antibiotici se necessario

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Aggiornamento: ho eseguito ulteriori controlli a causa dei disturbi che continuavo ad accusare. Analisi del sangue, eco e prova da sforzo con spirometria.
Le analisi del sangue sono nella norma, anche la spirometria per quanto concerne la prova da sforzo il medico ha scritto questo:
Ecg da sforzo massimale valutabile negativo per turbe del ritmo e della fase di ripolarizzazione ventricolare; normale il profilo presidio durante lo sforzo, buono il carico di lavoro. Si segnala rapido incremento cronotropo e difficoltoso decremento durante il recupero da provabile ridotto allenamento aerobico, si segnala inoltre brusco calo pressorio al primo minuto di recupero da probabile crisi vasovagale. Si consiglia di eseguire Tilt test.
Il tilt test in realtà non l ho eseguito, e ho continuato normalmente tutte le mie attività quotidiane. Ogni tanto però accuso questi disturbi che già avevo descritto sopra (affaticamento su sforzi anche anaerobici con battiti più alti del normale, ogni tanto exstrasistoli, e in queste due ultime settimane ho un lieve fastidio alle coste sinistre sotto il petto Come un piccola fitta continua) inoltre oggi ho anche accusato delle fitte più forti nella zona delle ultime coste sempre sempre sul lato sinistro. Ho misurato la pressione poco dopo a casa il braccio siniatro segnava 146/95 e PP 51 è anche spuntano il segno dell'artimia sul display. Ho seguito subito dopo la misurazione pure dal braccio destro 143/92 pp51 stavolta senza aritmia.
Ho aspettato cinque minuti per accertartmi dei valori e sono scesi 118 /75 pp 43 con segno aritmia poco dopo le altre misurazioni sempre con valori simili ma leggermente di più bassi e il segnale dell aritmia questa volta è scomparso.
Nei giorni precedenti avevo eseguito altre misurazioni della pressione, I valori sono tutto sommato simili, eccetto ieri dove sempre per un breve tempo, accusando questi fastidi l apparecchio ha segnato 154/88 e 125/86 con il segno dell aritmia. Durante il resto del giorno poi i valori si sono riassestati.
Ora vorrei capire del perché di questi disturbi, se sono imputabili allo stress oppure no, visto che comunque l ansia la riesco a controllare. La cosa che mi preoccupa sono questi episodi aritmici che ho avvertito durante stress fisico (qualche volta giocando a calcio) oppure durante eventi che mi hanno portato ansia o stress, questa sensazione era molto forte possibile un episodio di tachicardia parossistica sopraventricolare alternato a questi episodi aritmici? Inoltre queste fitte sul petto destro non sembrano derivare da esercizio fisico visto che ho diminuito queata settimana gli allenamenti cercando di capire se era dovuto a questi e avevo una lieve infiammazione.
La cosa che mi preoccupa è non poter capire l entità di questi eventi arimitici, se siano Benigni o meno visto che comunque non sono riuscito a registrarli durante l ecg.

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Guardi le dico la mia opinione.

Non capisco come nel 2018 un rgazzo di 25 anni possa definirsi stressato: non ha da mangiare, non ha acqua da bere? ha una connessione internet e sicuramente un telefonino ce l'ha, e da dormire pure.
Probabilmente un motorino pure, se non una macchina


Di cosa e' stressato' Stressata e' la madre od il padre che perdono un bambino, di chi non trova lavoro con una famiglia...

Basta con quesi luoghi comuni di essere stressati!

Lei ha degli esami normali, e se e' ansioso si affidi ad uno psicoterapeuta
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente
Apprezzo la sua rapidità nel rispondere e la sua buona volontà di essere così attivo sul forum per i consulti, però di certo non mi aspetto un comunissimo discorso moralista che esula dal tema del mio consulto. Sicuramente non ne faccio un dramma dei miei problemi, ma il motivo che mi ha portato qui non era di certo quello di doverle parlare di telefonini, famiglie senza lavoro e luoghi comuni. Ho chiesto un consulto in quanto non capisco l entità di questi episodi che accuso, preoccupato del fatto che magari potrebbe celarsi un'eventuale problematica fisica, comunque sia grazie per il suo tempo, buona giornata.

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sono molti post che le scrivo che non ha niente.
Lei dice di essere stressato...

la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente
Dottore buongiorno in riferimento al quadro che le ho fornito volevo avere un consulto.
Accuso stanchezza e affanno durante anche sforzi minimi, anche con una piccola inclinazione del tapis roulan ecamminando per dieci minuti ho potuto constatare dal cardiofrequenzimetro che raggiungo quasi il limite di soglia aerobica.
Sto circa al 72% della freq massima per la mia età. Inoltre ancora ho delle fitte a livello intercostale che variano in base ai giorni. Accuso stanchezza a fine giornata anche in attività semplici. Volevo capire se la mia condizione sia dovuta ad una pericardite o miocardite non diagnosticata, visto che ho anche curato in ritardo una paradontite che mi sono portato per qualche anno.
Possibile quindi che stanchezza e dolori siano dovuti allo scarso allenamento aerobico invece?
Insomma posso escludere infezioni di questa entità per il mio cuore?

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se questa e' la sua ossessione esegua un dosaggio degli indici di flogosi per fugare ogni dubbio.
Ne parli con il suo medico e li esegua.
A quel punto smetta di preoccuparsi.
Sono 11 post che ci scambiamo...

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza