Utente 529XXX
Buongiorno, scrivo su questa piattaforma per un cardiologo in particolare: il Dottore Cecchini Maurizio. Non perchè me ne sia innamorato o altro, ma perchè almen per il mio conto è una persona seria e che sta facendo bene con il suo progetto. Ho scritto il dottore Maurizio perchè anni fà precisamente quando avevo 13 anni mio nonno caddè di fronte ai miei occhi, rompendosi letteralmente il cranio oltre che la fronte. Nella città dov' eravamo non c'era l'ospedale ma una gigantesca guardia medica dove peró fui costretto a litigare ed alzare le mani con un infermiere che oltre a sottovalutare la situazione non aveva nemmeno gli armamenti per porterlo curare. Ora dopo anni ha raggiunto l'età di 85 anni e sta bene. Da quel giorno ho sentito in me un dovere di fare bene e di aiutare gli altri ecco perchè scrivo il dottor Maurizio. Dopo quegli anni ho fatto volontariato, ho accompagnato anziani (negli spizi) al mare, in montagna con il nostro pullman. Sono stato un estate(studiavo durante l'anno) in campeggi per diversamente abili. Sono una persona in molti dicono cattiva e cresciuta troppo in fretta...ma amo dire che sono bravo coi deboli e cattivo e antipatico con i più forti ma che dire amo farmi parlare dietro. So che lei sta sensibilizzando tramite corsi sui DAE e sulle manovre. Dato che in giro se ne vedono pochi vorrei con i miei amici che facciamo volontariato in case di riposo o centri per disabili metterci la faccia come fate voi. Prima peró vorrei porle delle domande...anche perchè cerco sempre prima d'informarmi su qualsiasi tipo di malattie ecc( per gli anziani ho studiato alzheimer e parkinson). Sono tre le domande che vi toglieranno purtroppo un pó di tempo 1 è vero che l' aci puó venire in cuore sani anche se raramente, tramite anche caffeina, alcool, diuretici(vidi il vostro corso), cibi, febbri o semplici raffreddori?
punto secondo: ammettiamo che io abbia un dae e sia lontano da un ospedale....il paziente defibrillato riesce a riprendersi prima dell'arrivo dei soccorsi?
punto terzo: chi è in sovrappeso, fuma, è anziano, è anoressico o alcolizzato perchè ha più rischi?
Volevo inoltre dire alle persone sopratutto della Toscana e Pisa...ringraziate il dottor Maurizio sempre... la sera quando pregate Dio spendete due parole per lui...deve campare altri tantissimi anni. Un saluto e che siate orgoglioso di voi. La saluto calorosamente..

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Grazie davvero per le sue parole...
Cerco di risponderle con ordine

1 si è possibile essere colpiti da arresto pur con un cuore sano. Evento rarissimo ma non impossibile

2 il paziente defibrillato spesso si:alza in piedi , e talora nin si accorge di cio che avuto.

3 ovviamente tutti i fattori di rischio aumentano i rischi di morte improvvisa

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 529XXX

Grazie non solo delle risposte, è stato perfetto anche l'ordine. Le chiedo venia ma non tutti i giorni capita di parlare con una persona cosi seria...vorrei chiederle sempre legato alle domande poste prima
1 una fibrillazzione ventricolare in un cuore senza alcun problem genetico o dalla nascita, puó avvenire anche se in casi nulli o rarissimi. Un evento cosi serio è sempre favorito da qualcosa..seppur sciocca come un diuretico, una forte diarrea oppure una qualità d'antibiotico?
2 ammettiamo che essendo fornito di DAE io riesco a salvare Ugo...prima dell'arrivo dell'ambulanza ed Ugo si alzi e stia bene...lo devono comunque ricoverare?
3 ci sono paesi dove questo fenomeno è superiore o noi abbiamo sostanzialmente i numeri di USA, Cina, Giappone ma anche europei come Spagna, Francia ecc.
Spero di non averle tolto il tempo al suo lavoro.Mi risponde pure quando lo ritenga opportuno. La saluto cordialmente

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
1- la disidratazione , gli squilibri elettrolitici, alcuni farmaci possono portare ad aritmie anche gravi

2 - un paziente defibrillato ovviamente va ricoverato

3 - le staistiche dei decessi per morte improvvisa sono sovrapponibili in tutti i paesi del mondo..


Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 529XXX

Dottore che dire io vi ringrazio, come vi ringrazieranno sicuramente i vostri figli se ne avete, i vostri parenti e tutti i Toscani che state aiutando. Spero di trovare in futuro altri corsi- video so youtube. Buona fortuna