Utente 374XXX
Salve gentili dottori,vi scrivo per conto di mia madre ,72 anni,cardiopatica,altezza 164cm,peso 72kg.Avrei bisogno di un vostro consulto che riguarda il funzionamento della bioprotesi della valvola aortica Edwards Perimount n.19.Intervento della sostituzione ha subito un anno fa in minitoracotomia.La stenosi da lieve è passata in grave in soli 3 anni.Fortunatamente intervento era andato bene,tranne una complicazione quale fibrillazione attriale postintervento di cui mia madre mai ha sofferto prima.Alle dimissioni il gradiente transprotesico era Gmax/medio 26/14mmhg.La visita cardiologica 3 mesi dopo intervento ha evidenziato il seguente:bulbo aortico e aorta ascendente di normali dimensioni.Protesi aortica normoposta e normofunzionante .Ventricolo sinistro di normali dimensioni (DTD38MM,VTD 78ml),con spessori parietali aumentato SIV E PP 13 MM.,movimento discinetico del SIV ,FE55%.Atrio sinistro lievemente dilatato (diametro AP39mm,area in 4C 21cmq) Lembi mitralici spessori,calcifico il LP.Sezioni destre nella norma .Assenza di versamento pericardico. Cena cava inferiore di normale calibro.
Doppler: flusso transmitralico da alterato rovesciamento diastolico,IM minima,Gmax/medio in aorta 22/11mmhg.IT lieve con PAPs nei limiti
La dottoressa ha detto che l'orifizio della valvola bioprotesica è piccolo molto probabilmente perché mia madre aveva aorta nativa piccola.Eseguito holter quale registra solamente le extrasistole.Sospeso coumadin.
Ultimo controllo a 7 mesi dal primo documenta il seguente: Gmax/medio 25/15mmhg in aorta.Immodificato il restante quadro clinico(dimensioni dell'atrio e ventricolo ).Esito dell'elettrocardiogramma mostra il ritmo sensuale a frequenza cardiaca di 65bpm,scarsa progressione onda R in V1-V5,fare di ripolarizzazione ventricolare nei limiti.Frequenti BESV.
La cardiologa ci ha rassicurato per quanto riguarda l'aumento del gradiente transprotesico in soli 6 mesi.A suo parere potrebbe essere la misurazione non abbastanza esatta a causa di extrasistole presenti durante la visita.Ed ha fissato il controllo Fra 6 mesi.
Attualmente mia madre in cura con Karvea 300mg,cardirene100mg,lasix al bisogno,totalip,Omega 3.Soffre di cistiti ricorrenti trattati con antibiotici,l'estratto di Miirtillo rosso e D-mannosio.Il valore del calcio nel sangue è nella norma.

Il mio timore invece sta nel fatto che ci potrebbe essere già presente la calcificazione dei lembi aortici.Come dobbiamo procedere e normale questo aumento del gradiente.Vi ringrazio anticipatamente
Yulia

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La variazione del gradiente e' del tutto insignificante anche perche' questyo varia anche a seconda della frequenza cardiaca, o per esempio in seguito ad una anemia, o febbre

Si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 374XXX

Grazie mille dottore per la celerità nel rispondere e rassicurazione.Mi scusi ancora se la disturbo.Ho un'altra domanda a cui i medici cardiologi fin'ora non mi hanno saputo rispondere.La stenosi aortica calcifica di mia mamma si è aggravata in soli tre anni.Essendo ipertesa è stata sempre seguita dai cardiologi annualmente e in anno 2015 è apparsa questa stenosi.Nel 2018 è stata operata.Dunque mia madre soffre di lichen ruber planus malattia autoimmune.Ho letto nelle vari fonti scientifici che questa malattia potrebbe attaccare oltre le mucose anche gli organi interni causando infiammazione ed erosione.Secondo il suo parere esiste questa possibilità anche dal punto di vista valvolare???mi scusi ancora se mi sono dilungata.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
In realta' non c'e' menzione di calcificazioni sulla bioprotesi , almeno in cio che lei ha riportato

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 374XXX

Gentile dottor Cecchini.No,la dottoresa che ha eseguito ecografia cardiaca non ha parlato della calcificazione sulla bioprotesi.Ha soltanto riferito che se il gradiente nel tempo continuerà ad aumentare bisognerà eseguire ecografia transesofagea per verificare le condizioni della protesi.Ne tantomeno ha parlato delle eventuali vegetazioni. Pero' la valvola nativa era calcifica. Per questo mi preoccupo e temo la degenerazione della bioprotesi ,la valvola aortica nativa si è calcificata in soli 3 anni,nonostante la terapia con le statine e dieta senza sale.Mentre conosco le persone che hanno la valvola aortica calcifica da anni senza peggioramento.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Beh il peggiormaneto della valvola e' del tutto imprevedibile.
Ma mi pare che attualmente il gradiente si variato di poco.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 374XXX

Si ,spero che si tratti soltanto di una variazione non legata ad un iniziale deposito del calcio sui lembi o infiammazione.
La ringrazio ancora una volta per il tempo dedicato a rispondermi.