Utente 433XXX
Egregi Dottori,
questa notte, attorno alle 03, sono stato svegliato da un forte dolore al centro del petto che si irradiava fino alla schiena, senza nessun altro sintomo. Respiravo normalmente, non avevo affanno, ne mal di testa, né debolezza, niente, mi sono anche alzato per recarmi in bagno, ho bevuto un po d'acqua, insomma avevo solo il dolore, che dava la sensazione di avere un ferro piantato tra le scapole e che fuoriusciva dal petto. Il tutto si è risolto nel giro di pochi minuti, proprio quando stavo per chiamare il 118, lasciandomi, ovviamente spaventato, ma senza sintomi o strascichi, a parte un lieve bruciore di stomaco, passato dopo pochi minuti anche quello, taanto che dopo poco, mi sono riaddormentato. Questa mattina mi sento benissimo, a parte un po' di ovvio timore.

58 anni, un poco sovrappeso (bmi circa 27) sono iperteso da circa due anni e mezzo in trattamento con Bisoprololo 1,25 e Ramipril 2,50, con buoni risultati sul controllo della pressione, ECG normali, a parte un BBDX incompleto, radice aortica lievemente dilatata al primo controllo circa 41mm al secondo appariva di 39mm, non fumo più dallo stesso periodo, circa un mese fa ho avuto, di giorno e a riposo, un dolore simile a questo che il dottore mi trattò con Dicloreum, risoltosi con una sola pasticca, con la differenza che questa notte il dolore è stato, o mi è apparso, molto più violento.
In questi ultimi mesi, ho intensificato un poco l'attività fisica, adoperando sempre la bicicletta con la quale percorro minimo circa 4 km al giorno per recarmi in stazione, più altri 4 a piedi (in totale) per recarmi sul posto di lavoro.
Sicuramente domani ne parlerò col mio medico, ma la domanda è: devo preoccuparmi?

Grazie per la vostra cortesia e per il servizio che fornite.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il tipo di dolore, l ora di comparsa e la durata fanno pensare ad un reflusso gastroesofageo
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 433XXX

Grazie mille, Dottore, molto gentile. .