Utente 551XXX
Gentile Dr. Maurizio Cecchini,

ho 67 anni, e sono un ciclista che si allena percorrendo parecchi km annui...e a buon ritmo (per diversi anni, e fino a quando l’ho richiesto, ho ricevuto l’idoneità fisica per fare agonismo) .
Un anno fa, alla fine di una lunga salita, percorsa a un ritmo normale , mentre ero fermo a un bar, e dopo aver fatto colazione, ho avvertito una forte dispnea con dolore toracico , durata 3-4 secondi. Essendo cessato il sintomo, sono tornato a valle senza problemi, anche andando a FC fino a 180 battiti. Tornato a casa, non ho notato nulla di anormale.
Tre giorni dopo, al rientro di una corsetta a piedi, durante la doccia ,si è ripetuto lo stesso sintomo uguale per intensità e per tempo. In seguito, alcuni giorni dopo, al rientro da un allenamento in bici , stesso e identico problema. Sempre dopo 5’ circa dalla fine dell’esercizio.

Di istinto, pensando a una reazione allergica o altro, ho eliminato un integratore idrosalino, che avevo introdotto giusto nella settimana interessata (Isostar sport drink orange). Come per incanto, anche se mi allenavo meno ma intensamente, sino ad oggi, a distanza di un anno, anche quando la gamba non è buona, non ho avuto più questo sintomo, neanche una volta! Intanto, ho fatto alcuni esami specifici: Elettrocardiogramma, ecocardio, ecocardiodopplercolor, test da sforzo ed ecostress (al letto-ergometro).

Elettrocardiogramma, ecocardio, ecocardiodopplercolor, sono risultati normali, il test da sforzo dubbio: è stato riscontrato un sottoslivellamento ST-T, che, pur essendo già presente in un test massimale di parecchi anni fa, si presentava qui più evidente. Mi è stato consigliato, per evitare una coronografia, di eseguire l’ecostress (al letto-ergometro ). Tale esame è risultato del tutto negativo. Preciso che nelle due prove da sforzo non ho mai avuto i sintomi su descritti.
Tuttavia, visto le basse frequenze cardiache e i pochi watt sviluppati durante questi test, nonché il fatto che i risultati sono discordanti (nell’ecostress il sottoslivellamento non risulta), sono rimasto con il dubbio che possano rappresentare delle prove valide in merito.

Infine tengo a precisare che i valori del sangue sono nella norma , i trigliceridi 41, il colesterolo 185, hdl 85, ldl 45. Sono alto 185cm e il mio peso varia da 73 a 76 kg.
Ho una ernia iatale e, di tanto in tanto, soffro di reflusso e un poco di gastrite (fastidio zona plesso solare).



Vorrei dunque sapere se secondo il suo parere, è il caso di fare altri esami (se lo ritiene opportuno Le invio tutta la documentazione in mio possesso).

Grazie mille per il tempo che vorrà dedicarmi.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Direi che alla sua eta una TC coronarica sarebbe opportuna.
Se vuole ce ne faccia sapere l esito

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 551XXX

Buongiorno Dr Maurizio Cecchini, grazie per la risposta veloce...
Mi scusi se le pongo una domanda: TC o scintigrafia miocardica cambia qualcosa?
Grazie

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sono due metodiche diverse.
La TC fornisce dati di tipo anatomico sullo stato delle coronarie epicardiche, la scintigrafia invece dati funzionali.
Si integrano come esami, non si escludono

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 551XXX

Grazie mille Dr. Mauro Cecchini.
Mi faccio fare la richiesta e prenoto subito la TC coronarica.
Le farò sapere il risultato.
Grazie ancora per la disponibilità e per la professionalità.