Espianto protesi mammarie

Gentili Dottori,
ho effettuato nel 2013 una mastoplastica additiva con protesi da 300 cc sotto muscolo con accesso ascellare.
Non mi sono mai riconosciuta nel risultato, poiché nelle mie intenzioni avrei desiderato solo sollevare un seno sformato dagli allattamenti e reso esteticamente poco gradevole anche a causa del mio petto carenato.
Sono passata da una prima ad una terza, che attualmente è ancora più vistosa dal momento che ho iniziato a fare attività fisica a livello agonistico, attività che oltretutto sollecita soprattutto i muscoli pettorali (acrobatica aerea).
Oltre a sentirmi a disagio poiché mi ritrovo con un seno a mio avviso troppo appariscente per il mio fisico, da un po’ di tempo accuso dolori molto forti, soprattutto a sinistra, dove sin da subito ho perso del tutto la sensibilità.
La mia situazione economica però attualmente non mi consente di valutare un intervento in libera professione, chiedo per questo se in questi casi tramite il SSN è possibile effettuare una rimozione delle protesi senza sostituzione (consapevole della probabile ptosi a cui andrei incontro).
[#1]
Dr. Dario Graziano Chirurgo plastico, Medico estetico 2,7k 93 7
gentile utente, la rimozione protesi è coperta dal sistema sanitario nazionale.
cordiali saluti

Dr. Dario Graziano
Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva
ed Estetica
www.dariograziano.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio