Utente 227XXX
Gentili Dottori,
scrivo perchè da circa un mese quasi ogni giorno mi capita di andare incontro al problema di umidità anale. Tutto è nato da 10 giorni in cui si sono alternate diarrea e stitichezza. da molti giorni vado in bagno 3 volte al giorno(Anche se le feci non sono liquide), e subito dopo l'aevacuazione ho la sensazione di avere un nuovo stimolo ed un senso di pesantezza e di non completo svuotamento fino alla successiva defecazione. Inoltre spesso lo slip si bagna fortemente nella zona anale,anche se solo in due occasioni mi è capitato di trovare anche residui fecli oltre al consueto liquido inodore simile ad acqua. Mi sono recato dal medico di famiglia che mi ha assegnato :
2 compresse al giorno per 3 giorni di Rifacol da proseguire poi una volta al giorno fino ad esaurimento scatola;
1 bustina di codex al giorno per 20 giorni.
Il dottore non mi ha visitato direttamente nella zona anale,ha subito deciso si trattasse di infezione intestinale.
Vi chiedo, nonostante le poche informazioni, se considerate credibile una cura di questo tipo?e se secondo voi alla fine dovrò recarmi dal proctologo,e infine se gli specialisti si trovano anche negli ospedali pubblici. Grazie dell'attenzione Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Più che di infezione intestinale penserei ad un problema emorroidario. Mi farei vedere da un proctologo.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 227XXX

Gentile Dr. Cosentino,la ringrazio per la rapida risposta. In attesa della visita da un proctologo, il medico di famiglia in una visita più approfondita non ha riscontrato emorroidi esterne,ovviamente non ha escluso che possano esserci all'interno problemi emorroidari. Per il momento mi ha confermato la cura e introdotto una pomata lenitiva per la zona anale oltre ad una dieta ferrea. Un'altra domanda che vorrei fare è in generale qual è la cura per tali problemi emorroidari.
P.S. Svolgo un lavoro sedentario in banca e questi problemi mi stanno dando fastidi del sedermi e ciò aumenta la mia preoccupazione,
Grazie. Saluti.

[#3] dopo  
Utente 227XXX

Aggiungo che il medico di famiglia ha aggiunto al codex e al rifacol dei prodotti più specifici per le emorroidi ossia asacol compresse due volte al giorno e applicazione tramite pompetta di proctofoam sulla zona anale. In caso la cura di una settimana non abbia effetto mi manderà da un proctologo. Vi chiedo se è possibile una guarigione o se p meglio prenotare fin da ora la visita dal proctologo. Grazie mille. Cordiali saluti.

[#4] dopo  
Utente 227XXX

Gentili dottori,mi scuso per l'insistenza e vi ringrazio della pazienza. Ho fissato la visita dal proctologo ma è tra 10 lunghi giorni(nel frattempo faro' esame delle feci). Vi chiedo però se conviene seguire la cura consigliata dal medico di famiglia, o non prendere nulla in attesa della visita come invece consigliatomi da uno stimato dottore(non proctologo)per evitare di aggravare il tutto. Continuo a perdere liquido ma mai sangue. Vi sarei grato di una risposta che alleviasse la mia grossa preoccupazione. saluti.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Personalmente adotterei solo un'alimentazione congrua e non irritante in attesa della visita specialistica.

Saluti


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 227XXX

Gentile Dr. Cosentino, sono qui di nuovo a disturbarla perchè in attesa della visita proctologica ho effettuato l'anaisi delle feci. Non ho ancora ritirato il referto ma mi è stato anticipato che l'unico problema è la candidosi, tanto da consigliarmi l'assunzione di probiotici. Nel frattempo la sensazione di ano umido si è evoluta e soprattutto quando sono sotto stress per lavoro sento il bisogno di pulirmi con la carta igienica anche indipendentemente dalla defecazione e ritrovo sempre la carta igienica sporca di sostanza giallastre uguale a quella che residua dopo la defecazione. Pensa che questo mio problema e la candidosi abbiano una correlazione? La ringrazio per l'attenzione Sua e di tutti i dottori di questo ottimo sito. Saluti cordiali.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non c'é rapporto con la candidosi , anche se rimango perplesso su tale diagnosi. La candida é un normale ospite del nostro colon.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it