x

x

Mucorrea

Salve, sono un ragazzo di 21 anni e da ormai più di due mesi risento di problemi intestinali e del retto. Credo che la causa scatenante sia dovuta all'uso di clisteri improvvisati (che ho subito terminato viste le conseguenti lesioni e leggere perdite di sangue) unita al fatto che ho successivamente praticato sesso anale recettivo con rottura del preservativo. Dopo pochi giorni ho iniziato ad accusare sintomi quali costipazione, prurito, stipsi alternata a feci più diarroiche, tenesmo, defecazione incompleta e diverse volte al giorno, raramente rilevato piccole perdite di sangue, talvolta dolore durante la defecazione, bruciore e muco nelle feci. Col passare del tempo i sintomi sono un po' cambiati, il prurito e il bruciore sono spariti ed ho iniziato ad avere perdite di muco giallastro (che ritrovo attaccato alla zona perianale o anche sulle mutande). Ho eseguito diversi esami, fra cui quelli del sangue, delle urine, e per quanto riguarda le feci il parassitologico e coprocoltura e dei tamponi rettali per ricerca di clamidia e gonococco, ma è risultato tutto nella norma e con esiti negativi. La domanda è: i risultati dei tamponi rettali sono affidabili?(sono quasi certo che per chi ha eseguito il prelievo nel laboratorio a cui mi sono rivolto fosse la prima volta). Dovrei ripeterli? Quali altre patologie possono essere associate ai sintomi descritti? Consigliereste indicativamente altri esami o visite specialistiche? È possibile che possa aver sviluppato la sindrome del colon irritabile? Grazie per le risposte
[#1]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 10,9k 315 5
Per chiarire l'origine dei suoi disturbi, visto che gli esami parassitologici e batteriologici sono negativi, è necessario vedere che cosa è accaduto nel suo retto.
Proseguirei con una visita proctologica con proctoscopia!
Prego.

Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio