Probabile infiammazione colon

Buonasera,
sono un ragazzo di 22 anni. Da 6 mesi combatto con disturbi di cui non sono ancora riuscito ad arrivare alla causa, e se è di competenza urologica o proctologica.
Ho avuto innanzitutto un problema di prostatite, non so se infettiva o meno ma probabilmente si a seguito di un brutto episodio influenzale, poi mi sono state trovate emorroidi interne di I grado che non accennano a passare nonostante la cura e infine mi è stato detto che potrei avere il colon infiammato dato il valore della calprotectina fecale di 79.

Ad oggi presento ancora fastidi al primo getto della minzione (nonostante l'urologo mi abbia detto che è tutto a posto, vista la spermiocoltura e l'ecografia addominale), prurito e bruciore anale dovuto alle emorroidi ma senza aver mai visto muco o sangue, no diarrea, alvo tutto sommato regolare, no dolori addominali, al massimo un po' di aria e qualche gorgoglio intestinale specie la sera dopo cena.
Inoltre, altro sintomo a cui non mi viene data risposta, ho spesso bruciori interni al fondo della schiena e al basso ventre verso sinistra.

A questo punto il proctologo mi ha dato una cura da fare per due mesi a base di Feedcolon aspettandosi di vedere almeno dimezzata la calprotectina e un miglioramento generale dei miei disturbi.
Ha preferito non prescrivermi mesalazina data una mia probabile allergia all'aspirina, mi chiedevo se era un farmaco importante...
La domanda che vorrei porre è: può essere una forma di colon irritabile che mi dà questi disturbi strani?
Oppure dovrei consultare nuovamente un urologo o altri specialisti ancora che non ho considerato?
Grazie molte!
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 26.5k 660 233
Certo puo' essere, la sua condizione si presenta con una certa frequenza, in genere i due specialisti che ha consultato dopo opportuni accertamenti trovano la soluzione. Prego.

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, purtroppo il disturbo emorroidario interno continua a non darmi tregua. Il proctologo mi ha dato solo pomate per trattarla (Ruscoroid e poi Proctosedyl) ma io non ho notato alcun miglioramento, a questo punto credo siano insufficienti. Mi chiedevo se visti i problemi che mi dà, anche di irritazione a vescica e prostata, possano esserci i margini per un intervento di rimozione di questa congestione emorroidaria, anche se sono "solo" di I grado, oppure se esistono dei farmaci un po' più forti che non siano solo pomate. Non sto chiedendo una prescrizione, vorrei solo sapere se posso provare altre strade prima di un eventuale intervento.
Grazie.
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 26.5k 660 233
Direi proprio di si. Prego

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

Allergia ai farmaci

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto