Utente 342XXX
Buonasera una ventina di giorni fa ho subito l'asportazione di un nevo in quanto secondo il dermatologo si stava modificando (potrebbe essere anche per via della recente gravidanza)
Questo il referto dell'istologico:
Notizie cliniche: Nevo di Clark;
Esame macroscopico: losanga cutanea dei diametri di cm 1,6x1,1 e dello spessore di com 0,4, sede di lesione piana, a margine disomogeneamente pigmentata, di colore brunastro, del diametro di cm 1.
Prelievi: 2 blocchetti, in toto;
Diagnosi: 1 - 2 Nevo melanocitario composito displatico con displasia, focalmente, anche di grado severo.
Snomed 914005 - T01000- M87270 C44

Preciso che il dermatologo mi ha applicato 6 punti di sutura e che ho asportato parecchi anni fa altri due nei di cui però non trovo l'istologico ma il precedente dermatologo che mi seguiva mi disse che non c'erano problemi.

Il dermatologo mi ha detto di stare tranquilla che non si tratta di un melanoma e di ritornare a controllo a primavera.
Il mio dubbio nasce dal fatto che nell'esame istologico non c'è indicazione sui margini di resezione del neo.
Posso stare tranquilla vista questa displasia di grado severo o forse è meglio valutare un allargamento?
Grazie mille e buonasera

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, mi trovo in accordo con il suo dermatologo: in caso di ulteriori dubbi sarà facile fare una revisione istologica dei vetrini per ottenere una seconda opinione da parte della derma tuo patologo. Questo per me è il miglior modo di comportarsi, fatto salvo che la fiducia al suo dermatologo deve essere concessa in toto.
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it