Utente 265XXX
Buongiorno, soffro fin dall'adolescenza di acne vulgaris in modo abbastanza marcato, che fortunatamente crescendo è andata un pò riducendosi ma che continua a colpirmi volto, petto e a deturparmi la schiena che è la zona più colpita. Da un anno a questa parte sono seguito da una dermatologa con cui mi trovo molto bene e che mi ha aiutato un sacco, il problema è che vivo purtroppo una situazione complicata in quanto soffro di colite cronica ("colite cronica aspecifica con elementi di flogosi non meglio identificati") e per questa ragione la terapia antibiotica è off limits ed idem mi è stato detto per quella a base di retinoidi. Su quest'ultima però sono un pò scettico/confuso in quanto medico di base, gastroenterologo e dermatologa non hanno esattamente la stessa opinione; anche leggendo su internet ho letto pareri contrastanti...se possibile sarei interessato ad una vostra opinione. Secondo alcuni pareri che ho ricevuto è infatti una terapia controindicata in caso di infiammazioni intestinali, secondo altri sono vecchie teorie che gli studi più recenti smentiscono. Nel mio caso era stata anche avanzata l'idea di una terapia a base di isotretinoina a bassissimo dosaggio per cercare di ridurre al minimo eventuali ipotetici danni intestinali. Secondariamente vorrei chiedervi se conosciate/esistano terapie per l'acne, extra-retinoidi ed antibiotici, che potrei sfruttare con efficacia, ovviamente col benestare della dottoressa. Al momento sto facendo dei peeling con lei ma i risultati sono modesti e data la gravità della mia acne non potevo certo chiedere di meglio. Volevo capire perciò se esistano altre possibilità, anche da abbinare, oppure se ci sia poc'altro da fare nel mio caso: su internet ho letto di terapie fotodinamiche, laser, etc. ma non so quanto effettivamente funzionino e siano utilizzate nella pratica clinica quotidiana. Avevo già intenzione di parlargliene alla prossima visita ma colgo l'occasione di questo spazio per confrontarmi anche con voi. Per via topica, sul viso, sto utilizzando con grandi benefici Epiduo Pump e gli altri prodotti che mi ha prescritto la dottoressa, il problema rimangono petto e schiena su cui ahimè non posso spalmarci Epiduo data la grande area che dovrei ricoprire. Sto provando con vari spray (Biretix, Aknicare, etc) ma i risultati sono pochi in quanto la mia non è un'acne leggera. Per bocca seguo, in mancanza di meglio, alcune terapie "alternative" (zinco gluconato e nicotinamide in galenico, guggul es, serenoa es) nella speranza di avere un qualche beneficio; avendo appena iniziato mi è difficile dirvi di più, sostanzialmente è nato come un tentativo da provare in accordo colla dottoressa. Grazie in anticipo per l'attenzione e a chi vorrà aiutarmi.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, non ci sono terapie alternative, ma un serio ed organizzato algoritmo diagnostico terapeutico che in casella ogni tipo di acne ed ogni grado di severità su una terapia specifica o più terapie.
A questo bisogna aggiungere le alternative personali che spaziano da caso a caso, e tutti gli eventuali approcci strumentali che possono essere aggiunti in modo complementare.
Si spazia dalla luce pulsata ad alta intensità, aspecifici Peelings, ad altri tipi di laser o ancora laser frazionale scannerizzato per trattare le cicatrici post acneiche.
Pertanto solo il suo Dermatologo potranno chiarire il suo problema.

Cari saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 265XXX

Grazie Dr. Latino,
In effetti ho parlato di terapie alternative ma avevo appositamente virgolettato il termine perché non mi riferivo alle CAM bensì alle terapie alternative ai retinoidi ed antibiotici per uso sistemico in un'acne comunque grave quale la mia. Quello che mi premeva sapere era circa l'esistenza di altre possibilità, di cui infatti lei mi ha accennato, in modo tale da essere consapevole che ci sono ancora strade da provare pur in un caso complicato da trattare come il mio.
Mentre l'altro mio dubbio verteva sull'utilizzo di tretinoina che è appunto dibattuto dai vari specialisti che mi seguono ed è anche giusto sia così perché ognuno ha le sue idee e fa diverse valutazioni sul paziente. Certamente ne parleró colla mia dermatologa!
Cari saluti.