Utente 522XXX
Buongiorno Dottori,
negli scorsi mesi invernali ho notato un'intensificazione dell'acne al viso e ho deciso di effettuare una visita dermatologica. La diagnosi è stata dermatite seborroica, nelle zona della fronte tra le sopracciglia e nella zona che va dal naso intorno alla bocca. Il dermatologo mi ha prescritto una cura di 12 settimane di tetralysal (presumo per l'acne) abbinata a tre creme da alternare la sera: eritromicina (presumo per l'acne), nizoral e aluseb (queste presumo per la ds), più prodotti specifici per la pulizia del viso.
La prima domanda che voglio porvi è questa: ci può essere un nesso causale che leghi la dermatite seborroica all'acne?
Ho sempre pensato di avere una pelle tendente al grasso, questo può essere causato dalla ds?

Purtroppo durante la visita ho dimenticato di chiedere al dermatologo quale fosse la tipologia di acne diagnosticata, provo a fare questa domanda a voi: la forma di acne di cui ho visto l'intensificazione durante l'inverno si presenta con la formazione di rigonfiamenti sottopelle che durano per una settimana ed eventualmente trovano sfogo in superficie oppure regrediscono autonomamente. E' possibile che sia una forma grave di acne (nodulo-cistica, paupolsa ecc.) nonostante la frequenza di comparsa di questi fenomeni sia sporadica (uno ogni circa 2 settimane, a volte 1 al mese)?

Ultima domanda: è possibile che il trattamento della dermatite seborroica (sapendo che non guarisce mai completamente) possa portare un generale beneficio alla pelle del viso in modo da far regredire anche l'acne?

Grazie

[#1]  
Dr.ssa Emanuela Martina

20% attività
4% attualità
0% socialità
ANCONA (AN)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2019
La seborrea è uno dei fattori causali dell'acne. Per questo motivo le terapie per le pelli acneiche sono spesso volte alla riduzione della seborrea.
La terapia è piuttosto articolata e "ad ampio spettro",probabilmente il collega ha voluto agire su più fronti. L'acne che riferisce non appare grave (la gravità dell'acne si definisce secondo entità e numero di lesioni, esiti cocatriziali) ma sicuramente va trattata.

Saluti
Dr.ssa Emanuela Martina
Medico Chirurgo
Specialista in Dermatologia e Venereologia