Utente 410XXX
Salve,
sono una ragazza di 20 anni che fin da piccola ha sofferto di dermatite atopica, sempre trattata con cortisoni.
In passato, nel 2014 avevo fatto i RAST riscontrando una LIEVE sensibilità a queste graminacee:
Gramigna dei prati, Paleo dei prati e Logliarello.
Il dermatologo da cui andavo non ha dato troppa importanza a questo.
Questo mese ho cambiato dermatologo che mi ha fatto notare questa mia sensibilità.
Innanzitutto mi ha prescritto fucicort (per le zone del corpo soggette da dermatite) e elidel (per il viso) in aggiunta ad una crema atoderm intensive.
Mi chiedevo se questa lieve sensibilità alle graminacee influenzi la mia dermatite. E il dermatologo mi ha consigliato di non usare olio di argan o di karitè per idratare la mia pelle (in quanto di origine vegetale), ma a me, usandoli, sembra facciano relativamente bene alla mia pelle. voi cosa mi consigliate? e soprattutto ci sono delle accortezze alimentari che devo avere per le graminacee? (il dermatologo mi ha avvisata riguardo i frutti estivi).
grazie per il vostro utile lavoro!

[#1]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

occupandomi di dermatite atopica da molti anni, le comunico 2 cose chiare:

- una lieve sensibilità ad allergeni stagionali non influisce sulla Dermatite atopica

- l'uso di qualsiasi OLIO puro sulla pelle non aiuta, poichè non causa l'effetto deisderato (l'olio unge ma non idrata, appunto)

cari saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it