Deficit del fattore 7 della coagulazione in gravidanza

Gentile dottore,
mia moglie è alla quindicesima settimana di gravidanza e, dopo aver consultato due ginecologhe, siamo stati assaliti da un dubbio.
La zia materna di mia moglie, sorella di sua madre, soffriva del deficit del fattore 7 della coagulazione. Mia moglia non ha mai fatto nessun controllo in merito. Ha senso farlo adesso che è in dolce attesa se non si sono presentati particolari problemi o sintomi. Ci sono particolari valori da tenere sotto controllo in questa fase nelle analisi del sangue?
Il nostro dubbio è nato perchè una ginecologa ci ha detto che possiamo stare tranquilli anche perchè un controllo adesso darebbe dei risultati modificati dalla gravidanza difficili da interpretare, ci ha detto di fare presente la cosa in caso di eventuali emorragie post-parto; l'altra ginecologa ci ha detto che anche se i valori risentono della gravidanza si riesce a capire se si tratta di alterazioni patologiche o meno.
Grazie mille e saluti
[#1]
Dr. Arduino Baraldi Medico di laboratorio, Medico igienista, Microbiologo, Ematologo 11,2k 335 6
La gravidanza può incidere ma si può fare un controllo; comunque, esistono all'occorrenza concentrati di fattore VII ricombinante , da utilizzarsi al bisogno; parlatene con la vostra ginecologa, ma senza alcun allarme

Un saluto

A. Baraldi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Baraldi,
la ringrazio per la risposta celere!
...seguiremo il consiglio della ginecologa e ci rivolgeremo ad un ematologo per effettuare un controllo.
Saluti

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test