Reflusso, gastrite o tumore dello stomaco?

Buonasera sono un ragazzo di 28 anni e da 15/20 giorni ho problemi gastrointestinali: ho continue eruttazioni, bruciore (anche retrosternale) , senso di pienezza, nausea, spasmi addominali, meteorismo, flatulenza e per quanto riguarda le feci sono semiliquide non propriamente compatte e prima di questi episodi andavo regolarmente di corpo 1 volta al giorno e ora vado 1 giorno si e per 3/4 giorni no.
In questi 15/20 giorni come trattamento ho assunto Pantoprazolo 20 mg la mattina e 20 mg la sera, l'antiacido Riopan 3 volte al giorno, Perido natura forte prima dei pasti e l'enterogermina gonfiore accompagnata da un'alimentazione leggera e serrata e inoltre la mia dottoressa mi ha prescritto una gastroscopia.
Per quanto riguarda la terapia nei primi 10 giorni non ho trovato riscontri positivi invece negli ultimi 4/5 giorni i sintomi sembrano si siano alleviati.
Oggi 20 novembre dovevo svolgere la gastroscopia ma essendo un tipo molto ansioso, nonostante due sedazioni non sono riuscito a svolgere l'esame essendo sensibile alla sonda.
Dopo aver riferito l 'accaduto alla dottoressa mi ha prescritto di fare almeno il breath test per l'helicobacter pylori per vedere se presente l'infezione.
Essendo un tipo molto ansioso e un po' ipocondriaco dinanzi a questi sintomi ho paura di un tumore allo stomaco.
In attesa di un riscontro, vi ringrazio anticipatamente! Cordiali Saluti!
[#1]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 615 19
Gent.mo
la sintomatologia che riferisci è quella della gastrite con " difficile" digestione e quella più difficile da curare perchè non esiste un farmaco unico per far svuotare lo stomaco . L'ansia va tutta sullo stomaco e ti peggiora ulteriormente la sintomatologia perchè spesso è associata una componente psicosomatica. Probabilmente avendo una irregolarità dell'alvo vi è anche una colite per cui è giusto eseguire anche terapie diverse fino ad ottenere una risposta. Non hai sintomi di allarme per cui l'elemnto importyante è eseguire il test per H.pylori e se presente ( ma dubito per la tua età che in genere ha una prevalenza solo del 10-15 %) eradicarlo . Io sarei molto tranquillo anche sei riuscito ad eseguire una gastroscopia e valuterei solo H.pylori, test della celiachia e tiroide .

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la risposta dottore, indipendentemente dall esito dell'helicobacter cosa mi consiglia di fare? Se positivo dopo la cura antibiotica mi consiglia una gastroscopia? Invece se negativo continua la cura prescritta per 1 mese ovvero pantorc per 4 settimane , chetogerd dopo i pasti e prima di andare a dormire e il perido naturale forte senza ricorrere alla gastroscopia? Perché ho veramente il terrore dopo l accaduto di ieri... in attesa di un riscontro, la ringrazio e l auguro buona giornata
[#3]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 615 19
Se negativo io continuerei con la terapia per 15 gg almeno perchè la terapia spesso funziona dopo 4-5 gg

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille volevo chiedervi un altra cosa che ho notato nelle feci in questi 15/20 giorni ho notato che il colore é normale però ci sempre dei pezzettini/punti neri e non so cosa siano , mi devo preoccupare?

E poi per quanto riguarda lo stomaco quando ho quel senso di pienezza/gonfiore ad esempio e devo raccogliere qualcosa da terra mi sento un forte senso di nausea come se qualcosa tenta di risalire in cavità , a cosa si può associare ?

Grazie mille e scusatemi per il disturbo
[#5]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 615 19
In genere sono conglomerati piu' scuri.
Si quando ti pieghi lo stomaco " gonfio" si avvicina più" aldiaframma e quindi l'aria o il contenuto gastrico è più facile che voglia venire su. Bisogna trovare la cura per svuotare meglio lo stomaco

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#6]
dopo
Utente
Utente
Io in questo momento ho sospeso la cura che stavo facendo per il test l helicobacter tra 15 giorni con gastroprotettori e antiacidi....in questi 15 giorni posso continuare a prendere il perido natura forte per la nausea e favorire la digestione o influisce anche sull urea breath test?
[#7]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 615 19
No il peridon natura forte si può prendere

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore per avermi tranquillizzata , la tengo aggiornata sulla mia situazione. Buona Giornata!
[#9]
dopo
Utente
Utente
Dottore buonasera l'aggiorno per la mia situazione. Per combattere la mia paura per la gastroscopia ho optato per la trans-nasale e le riferisco il seguente referto :

Referto:
Esofago : viscere normale per decorso, calibro ed aspetto della mucosa.

Incisura diaframmatica a 46 cm dalla rima coanale Giunzione squamo-colonnare ( Linea Z circolare) coincidente con la giunzione esofago/gastrica , ma risalita a circa 44 cm dalla rima coanale. Le manovre dell'inversione endogastrica dell'endoscopio documenta incontinenza cardiale Hill grado III.

Stomaco: pareti gastriche normoespansibili all'insufflazione . Mucosa del fondo e del corpo rosea; diffusa discromia a livello dell'antro con sporadiche erosioni puntiformi.
Piloro pervio ed in asse.

Duodeno : normale aspetto della mucosa del bulbo e II porzione duodenale.

Dato il sospetto clinico si eseguono biopsie per esame istologico orientate su carta in II-III porzione duodenale (provetta a) , bulbo (provetta b) antro (provetta c) , angulus (provetta d) e corpo fondo (provetta e)

Conclusioni :

Ernia Iatale da scivolamento;
Incontinenza cardiale
Gastropatia eritematoso-erosiva antrale in corso di studio istologico.

Terapia consigliata
Pantorc cp 40 mg 1 prima di colazione per 3 settimane e dopo 1 di 20 mg per 4 settimane

Medireflux 1 stick 30 min dopo pranzo e cena per 10 giorni e poi assumere riopan 80 bst.

Levopraid cp 25 mg 1 15 min prima di pranzo e cena per 10 giorni.

Medargan flato 2 30 min prima di pranzo e 30 dopo pranzo per 7 giorni
Debridat 1 per 2 volte al giorno per 15 giorni, poi 1 al giorno per 1 mese
Normix 2 per 2 al giorno per 6 giorni ( singolo ciclo) dopodiche iniziare ad assumere Enteroflegin 1 per 2 volte al giorno per 15 giorni e poi 1 al giorno per 1 mese.

Controllo in attesa di test di autoimmunita per celiachia.


Dottore non ci ho capito nulla di quello che è stato scritto , mi devo preoccupare? sopratutto per quanto riguarda la biopsia? Ho paura, in attesa di un vostro riscontro le auguro buona serata!
[#10]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 615 19
La gastroscopia nasale evidenzia un ernia quindi possibile reflusso e le biosie sono utili per definire una eventuale celiachia. Ninete di tumorale o ulcere. Aspettiamo il referto istologico per capire in modo certo se c'è una celiachia mentre continuerei a curare il reflusso e la gastrite

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#11]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta dottore.

1)"diffusa discromia a livello dell'antro con sporadiche erosioni puntiformi" secondo lei puo essere data solamente dalla celiachia oppure dall'helicobacter o anche dall eccessivo uso di fans o ansia/stress?


2) la gastropatia erosiva antrale è curabile? Nel senso terminata la terapia posso gradualmente ritornare a mangiare "normale" ovviamente senza esagerare? Oppure la dovrò tenere sempre sottocontrollo evitando sempre i cosiddetti "sgarri settimanali"?
[#12]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 615 19
Gent.ma le erosioni indicano in genere un eccesso di uso di FANS se presente e si cura con il PANTORC . In questa fase bisogna mangiare poco e spesso e molto semplice , finchè non si "addormenta" bene la gastrite gli "sgarri"settimanali peggiorano in genere la sintomatologia

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#13]
dopo
Utente
Utente
Ovviamente non intendevo in questi mesi di cura gli sgarri settimanali anche perché in questi 25 giorni sempre alimentazione leggera e serrata senza sgarri...intendevo se ad esempio tra 3/4/5 mesi dopo aver finito la cura posso ritornare a mangiare "normalmente" e sopratutto "responsabilmente" senza avere sempre il pensiero della gastropatia erosiva antrale, questo volevo chiederle. Sempre gentilissimo nelle risposte grazie ancora.
[#14]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 615 19
Certo io aspetterei 2-3 settimane poi "gradualmete" reintrodurrei gli alimenti .

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#15]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora dottore la terrò aggiornata sulle biopsie ,ci vorranno 2 mesi prima che le riceverò. La terrò aggiornata
[#16]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore mi servirebbe un'informazione, siccome ancora non ho avuto modo di confrontarmi con il mio gastroenterologo, nella terapia assegnata è presente un farmaco ovvero il Levopraid e attualmente non posso assumerlo per via della presenza del lattosio e tutti i farmaci contenenti questo principio attivo contiene lattosio, chiedo a lei conosce qualche altro farmaco con principio attivo diverso che svolge lo stesso compito ovviamente senza lattosio? In attesa di un vostro riscontro le auguro buona giornata
[#17]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 615 19
Purtroppo anche peridon e plasil contengono lattosio . Puoi utilizzare un integratore naturale VAGOSTABIL

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#18]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore gentilissimo come sempre

Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto