Gastroscopia - Ipocontinenza cardiale

Partecipa al sondaggio
Sono un ragazzo di 33 anni e il 9 Marzo ho eseguito una gastroscopia a causa di una tosse insistente dovuta al reflusso gastroesofageo
Anamnesi:
Riferisce tosse stizzosa
Referto:
EG/158
Dopo 1a raccolta anamnestica breve si procede all'esame con I'introduzione del videoendoscopio sotto visione
diretta previa analgesia del faringe e sedazione cosciente.
Esofago con mucosa di aspetto regolare.
Cardias
ipocontinente.
Stomaco: in retrovisione sul fondo la mucosa appare regolare.
Corpoconplichebendistensibili,
discreta presenza di lago mucoso di aspetto limpido.
Angulus ed antro regolari.
Piloro pervio.
Duodeno: bulbo
duodenale indenne, agevole l'attraversamento del 1' ginocchio duodenale, D2 regolare fino alla regione Vateriana.

Durante I'esame i parametri di saturazione di 02 e la frequenza del polso si sono mantenuti nella norma.

Il paz.
lascia 1a nostra U.
O. dopo un periodo di osservazione di min 60 in buone condizioni cliniche
Conclusioni diagnostiche:
IPOCONTINENZA CARDIALE - INDAGINE PERALTRO ALTERAZIONI DEI TRATTI ESPLORATI IN ATTO NEGATIVA PER LESIONI O ALTERAZIONI DEI TRATTI ESPLORATI
Diagnosi DRG:
89. 01 - 91. 49.
2 - 99. 2 - 89. 6s.
5 -45. 13
Terapia consigliata:
OMEPRAZOLO 20 CP UNA CP LA MATTINA A DIGIUNO
Potete dirmi se questa condizione può essere guarita o se richiederà l'assunzione permanente di inibitori di pompa?

Grazie anticipatamente per la vostra attenzione
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 29.3k 1.1k 12
L'ipocontinenza cardinale non guarisce definitivamente nel senso comune del termine ma i sintomi da reflusso possono essere tenuti a bada con adeguata dieta e cicli discontinui di inibitori della pompa protonica.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
Utente
Utente
Invece degli inibitori della pompa protonica, potrei considerare altre opzioni, poiché ho letto che un loro utilizzo prolungato potrebbe aumentare il rischio di tumori allo stomaco. Lei cosa mi consiglierebbe?
Reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto