Attivo dal 2011 al 2012
Buongiorno, avevo scritto qualche tempo fà in merito ad un problema di reflusso esofageo. Dopo averlo trattato per 15 gg con Omeprazolo 20 mg / 2 volte al giorno si è notevolmente attenuato anche se non si è risolto. Non ho ripreso la cura in quanto sono in attesa di una gastroscopia ed il medico mi ha consigliato di effettuarla dopo un mese dalla sospensione del trattamento. Nel frattempo ho eseguito le analisi di sangue ed urine dove non si evincono problemi.
Il medico ha espresso anche un parere secondo cui il reflusso potrebbe essere legato a dei problemi polmonari (mi ha consigliato una visita pneumologica alla quale devo ancora sottopormi), mi sono sottoposto ad una radiografia al torace e dal referto non appare nulla di anomalo a livello polmonare. Mi chiedevo dunque se è un'ipotesi verosimile la correlazione tra problemi polmonari ed il reflusso esofageo e, se possibile, vorrei una spiegazione del perchè ciò possa accadere. Grazie.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In genere è possibile avere sintomi respiratori polmonari conseguenti al reflusso, non mi risulta il contrario. Credo corretto comunque quanto ha eseguito e penso utile attendere l' esito della gastroscopia in programma. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può essere il contrario e cioè che il reflusso possa determinare dei problemi polmonari. In tale caso (reflusso alto) alla gastroscopia si vedrà ben poco (forse un'ernia iatale) e il trattamente deve essere proseguito a lungo termine.

Mi aggiorni sulla gastroscopia.

Cordiali saluti.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Per le mie poche conoscenze in merito anch'io sapevo che il reflusso poteva influire su problemi polmonari, è per questo che mi è sembrato opportuno chiedere un chiarimento.
Secondo quanto affermato dal medico, invece, erano i polmoni che determinavano il reflusso (il tutto è nato quando gli ho parlato della mia allergia alle graminacee, anche se non ho mai sofferto d'asma ed in particolar modo quest'anno non ho nemmeno avuto fenomeni di allergia). Ringrazio per le tempestive risposte, aggiornerò quando avrò l'esito della gastroscopia.

[#4] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Mi sono sottoposto stamattina alla gastroscopia, aggiorno con il referto parziale (quello completo devo ritirarlo il primo di Settembre). Nelle conclusioni: incompetenza del cardias, sospetta esofagite non erosiva.
Mi sono state praticate anche 15 biopsie e sarà valutata la presenza di Helicobacter.
Nel mentre chiedo ancora, gentilmente, un parere.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

In effetti la gastroscopia conferma il nostro sospetto di un probabile reflusso non erosivo con sintomi extra esoafagei.

Le tappe successive sono illustrate nei due articoli di riferimento:


https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/953-la-malattia-da-reflusso-gastroesofageo-non-erosiva-nerd.html


https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/951-reflusso-gastroesofageo-come-ottenere-una-diagnosi-perfetta.html

Ci aggiorni
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Provvederò il prima possibile a sottopormi a questo esame in modo che il medico possa essere certo della terapia più idonea da seguire.

Avrei bisogno solo di un ulteriore chiarimento sulla questione Helicobacter. Và trattato a parte? E' meglio concentrarsi prima sul reflusso?

La ringrazio per la sua disponibilità e professionalità, Le farò sapere quando avrò gli esiti completi di entrambi gli esami.

Grazie

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si concentri per adesso sul reflusso. L'helicobacter, se positivo, lo tratterà in seguito (anche se non ha alcuna influenza sul reflusso).

Cordiali saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Aggiorno con i risultati delle biopsie e della gastroscopia:

- Biopsia giunzione squamo-colonnare (sedi multiple), due campioni sede di ectasia ghiandolare microcistica e lieve sclerosi

- Biopsia esofago terzo inferiore (sedi multiple), due campioni sede di iperplasia dello strato basale

Le altre le ometto dato che i campioni risultano nella norma.

Confermata sindrome da reflusso gastro-esofageo in paziente con incompetenza del cardias.

Si suggerisce il seguente schema di trattamento:

- Domperidone 10 mg compresse 1 cpr x 3/die (15 minuti prima di colazione, pranzo e cena)

- Sodio Alginato + Potassio Bicarbonato sospensione: 1 cucch. (non mi è dato sapere se un cucchiaino, -one o un mestolo da minestra) un'ora dopo ciascun pasto e 2 cucch. al momento di coricarsi.

A causa di altri problemi (e di una tonsillite) non mi sono sottoposto ancora all'esame che mi ha indicato la scorsa volta, anzi, a breve dovrò sottopormi ad una tonsillectomia. L'otorinolaringoiatra mi ha anche detto che la situazione dello stomaco potrebbe dipendere dalle tonsilla, è plausibile come ipotesi?

Per quanto riguarda la cura io sto assumendo 2 compresse al giorno di Omeprazolo da 20 mg, posso sospenderle ed iniziare subito quella nuova?

Grazie dell'attenzione

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Esito istologico gastroscopia: negativo.

OK per la terapia.

Non comprendo l'ipotesi dell'otorino (la tonsillite causa del problema gastrico o viceversa ?).


Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Per quanto sostiene lui le tonsille avrebbero causato i problemi allo stomaco.

E' meglio curare il reflusso prima? La mattina mi alzo con dei gran mal di gola che nel giro di 30 minuti scompaiono totalmente e ho letto che potrebbero essere dati dal reflusso. Non vorrei che portino disturbi alle cicatrici dopo l'intervento.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il mio parere è di continuare con la terapia per il reflusso, ovviamente con il consenso del suo medico.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Stamattina ho assunto la prima compressa di Domperidone e ho avuto dei problemi che avevo già notato quando mi era stato prescritto Levopraid nel periodo antecedente la gastroscopia.

Nello specifico mani e piedi freddi, capogiri e la sensazione di mancanza di respiro. E' una reazione normale o devo informare il medico?

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può dipendere dal farmaco però ne parli sempre con il suo medico.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Buongiorno,

mi sono sottoposto ad un'altra visita medica e finalmente la situazione sembra migliorare. La nuova terapia (che mi ha già dato benefici nell'arco di 3 giorni) consiste in una compressa di Lucen 20 mg la mattina e una compressa di Lexil 15 mg prima di coricarmi (+ Gaviscon Advance all'occorrenza durante il giorno).

Tuttavia mi sono emersi gradualmente (nell'arco di qualche settimana) una serie di disturbi che hanno portato il medico a pensare ad un principio di cefalea con aura e per questo mi ha consigliato una visita presso un centro cefalee.

Vorrei sapere se questa situazione possa essere verosimilmente correlata ai i miei problemi di stomaco.

Grazie.

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Direi che non c'è una reale connessione anche se un disturbo gastrico potrebbe ugualmente rappresentare una "spina irritativa". E' bene però indagare presso il Centro cefalee.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it