Utente
Salve,
ho già precedentemente richiesto un consulto in Neurologia e ho avuto risposte confortanti.
Ho 29 anni, sempre stato in perfetta salute, da circa 2 anni non pratico più sport regolarmente, ma non sono un tipo fermo.
Oggi sono a chiedervi quanto segue:
a seguito di una terapia a base di FANS per curare un infiammazione dei nervi, ho subito (credo) un danno all'apparato digerente ed ho quindi eseguito una ESOFAGO-GASTRO-DUODENO-SCOPIA.
Il referto è il seguente:
Esofago regolare con decorso e calibro. Linea Z a 38 cm dalla AD. Cardias incontinente e con reflusso gastroesofageo. Stomaco di forma e volume normale con normale lago mucoso. Mucosa del corpo e del fondo di aspetto iperemico. Piloro pervio. Camera bulbare di forma normale con mucosa di aspetto iperemico. Seconda porzione duodenale normale.
CONCLUSIONI DEL MEDICO:
Incontinenza del cardias con reflusso gastroesofageo. Gastropatia cronica iperemica. Duodenite.

Ora, a questo io associo altri sintomi che non so se sono collegati:
1) Dolori diffusi ad articolazioni e muscoli.
2) Defecazione continua (min 3 volte al dì) e copiosa. Le feci hanno un aspetto compatto, sembrano galleggiare, di forma lunga, ma giallo-marrone chiaro.
IMPORTANTE:
Lo stomaco mi pulsa insieme al cuore. COSA POTREBBE ESSERE?
3) Alcuni punti del corpo, al tatto, sono dolenti (es. tra il pettorale destro e la spalla, scapola sinistra)
4) Sono dimagrito tra gli 8 e i 10 chili in meno di 2 mesi.
Da altre analisi del sangue e delle urine non è emerso nulla.

Ora, il gastroenterologo mi ha prescritto LANSOX30 per 30 gg e LEVOPRAID25 prima di pranzo e cena. Sto attento a ciò che mangio e non assumo nè alcool nè fumo. (Non sono un fumatore).

Ora, dopo 15 gg ho iniziato a stare meglio, avvertivo dei miglioramenti, la tosse maledetta del reflusso era sparita e con lei anche il pulsare della pancia.
Ho continuato con la cura, ma forse devo aver mangiato qlksa che mi ha fatto male, non saprei perchè tutto è tornato all'improvviso.
Ora sto seguendo ancora la cura, tra 3 gg dovrei terminarla in teoria, ma ho di nuovo la tosse da reflusso e la pulsazione dello stomaco. (Tranne se in piedi).

Cosa devo fare? Una nuova gastroscopia?
Guarirò?
Devo operarmi per l'incontinenza del cardias? E per il piloro cosa posso fare?
Sinceramente sono molto preoccupato perchè non riesco ad avere una vita normale e il problema più grande sono i continui dolori (come se non avessi le energie per sfamare il mio corpo e sto prendendo integratori vitaminici per stare meglio) e i risvegli notturni che non mi lasciano riposare.
Sono esausto e vorrei risposte chiare e precise se possibile.
Si guarisce da quello che ho? Dovrò stare così a vita? Dovrò prendere i farmaci a vita? Mi consigliare l'intervento chirurgico per il cardias?
Il mio medico di base è ancora in ferie e da quando ho fatto questo esame non ho potuto parlargli.
Vi chiedo aiuto.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Limitandomi la problema gastroesofageo vorrei tranquillizzarla sul fatto che il reflusso nel suo caso mi sembra sia di lieve entità e può essere controllato con i farmaci. La terapia inziale dovrebbe essere di 45-60 gg e se i sintomi ritornano alla sospensione bisogna riprendere il farmaco. Sicuramente non ci sarà necessità di intervento chirurgico.


Le allego un mio articolo che le potrà essere di utilità:


http://www.benesserevillage.it/browse/for/Salute/Malattie/sintomi-di-reflusso-gastroesofageo-MjA1MA453


Un cordiale saluto
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Egr. Dott. Cosentino,
la ringrazio per la tempestiva risposta.
Avrei da porle solo un quesito:

il mio addome pulsa insieme al cuore. Non mi provoca nessun fastidio, se non una leggera preoccupazione, perchè non capisco di cosa si tratti.

Cosa potrebbe essere?

E' possibile che abbia qualche intolleranza alimentare che si sia scatenata in questo particolare momento della mia vita? (Es. celiachia o lattosio) ??

Grazie ancora per la sua risposta.
Un'ultima cosa: è possibile guarire dal reflusso e dalla gastrite?

[#3] dopo  
Utente
Ho letto il suo articolo, interessantissimo.
Una domanda: devo attendere 60 e più giorni x capire se guarirò o meno dal reflusso?
Non dovessi guarire (me ne accorgo perchè dopo mangiato ho sempre una tosse fastidiosa), posso ponderare l'intervento chirurgico?

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La pulsazione che avverte è la normale pulsazione cardiaca e aortica.

Per quanto riguarda la sua "storia" con il reflusso bisogna attendere la risposta alla terapia. Qualora per tenere sotto controllo il reflusso avesse continua necessità di terapia allora si potrebbe considerare la chirurgia. Ovviamente bisogna ponderare bene la scelta.


Legga il mio articolo:



https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-dell-apparato-digerente/954-reflusso-gastroesofageo-terapia-medica-o-chirurgica.html

Un cordiale saluto
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Egr. Dottore,
grazie ancora.
Vorrei precisare che non è che AVVERTO la pulsazione, sono proprio i miei addominali a MUOVERSI al ritmo del battito cardiaco.
Ho controllato tutta la mia famiglia, succede solo a me. Mi chiedo:
da cosa è dovuto?
é un problema circolatorio o è dovuto semplicemente alla gastrite?
Ho letto che potrebbe essere un aneurisma addominale... Siccome mio padre ha subito un intervento per questa cosa tempo addietro ed era un problema di tipo genetico, non vorrei avere lo stesso problema.

Devo andare in ospedale? Le chiedo di rispondere presto.

Per il reflusso attenderò come dice, ma vorrei capire questo muoversi della pancia cosa sia e se i dolori diffusi che ho sono dovuti sempre alla gastrite (magari x malassorbimento)...

Grazie ancora per la sua disponibilità.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I "movimenti" a cui si riferisce, ripeto, sono dovuti alla pulsazione dell'aorta. Non c'entra la gastrite. E' sufficiente che un medico le metta una mano sulla pancia per togliere i suoi dubbi.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio, lunedì mattina finalmente il mio medico sarà di nuovo di turno e potrò far valutare la cosa.
Tra l'altro è cardiologo, quindi un esperto in materia.
E per quanto riguarda la guarigione della gastrite e del reflusso?
Ho speranze o dovrò assumere farmaci a vita?

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Bisogna attendere l'esito della terapia dopo un ciclo ottimate di 45-60 gg. Non è detto che debba prendere la terapia continuativa. E' ancora presto per dirlo.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Egr. Dottore, ancora grazie.
Devo dire che il servizio che offrite è davvero ottimo e rincuorante.

Volevo chiederle una cosa: come potrei capire se la gastrite è andata via o meno?
Non accuso dolori addominali già da molti giorni, la tosse forse l'ho confusa con un pò di umidità presa sulla nave delle vacanze e per il resto non ho difficoltà a digerire, non ho bruciori di stomaco (credo) ed ho evacuazioni normali (forse un pò tante, 3-4 volte al giorno, anche se giallastre).

Dovrò ripetere l'esame per avere la certezza oppure c'è un altro modo?

Grazie ancora.

L'unico disturbo che accuso è questa pulsazione nello stomaco che mi mette continua agitazione e i dolori articolari che credo siano dovuti proprio al Lansox.

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La guarigione la capirà una volta terminato il ciclo di terapia. Se i disturbi non si ripresenteranno significa che la guarigione c'è stata. Non necessita di controllo endoscopico.


Cordialità
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
Egr. Dottore,
sono stato dal mio medico curante che mi ha indirizzato verso un gastroenterologo.
A preoccuparlo, dice, è l'eccessivo dimagrimento dovuto o a qualche intolleranza o ad un parassita.
Sinceramente è da ieri che ho un dolore fisso alla bocca dello stomaco che si attenua con alcune eruttazioni.

Mi ha eliminato il Lansox sostituendolo con il Nolplaza.
Avendo già fatto gli esami per la tiroide che sono risultati perfetti, si pensa alle intolleranze ed ad un parassita (visto che ho fatto un viaggio all'estero [Colombia], dove ho consumato carni e acqua del posto).

Sinceramente ho notato che da venerdì ad oggi ho perso altri 2 chilogrammmi e sono molto preoccupato.
Dice di parlare prima con il gastroenterologo e poi effettuare analisi di laboratorio e delle feci.
Lei cosa pensa? Cosa potrebbe essere?

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Attenda il consulto con il gastroenterologo.


Ci aggiorni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it