Utente
Buon giorno,
Allora il mio problema è abbastanza complicato e sembra fino ad ora che mi sia giocato quasi tutte le carte.
Tutto è cominciato il 15 di marzo di quest'anno , mi sono trasferito in Francia con i miei a casa di parenti per un periodo , ed ero fortemente contrario a quella situazione in quanto mi ha capovolto tutto lo stile di vita (alimentazione,amici,spazio personale,abitudini,equilibrio mentale). I fastidi sono venuti dopo 5 giorni di permanenza , ho avuto una forte costipazione che mi succedeva sempre quando viaggiavo, e dopo 5 giorni che non andavo in bagno (e comunque non mi sentivo male) ho preso dei lassativi in pastiglie ed il giorno dopo sono andato diverse volte in bagno, però da allora e fino ad oggi ho continuato a sentire un fastidioso senso di gonfiore nella parte del basso ventre , concentrata due dita sotto l'ombelico, come se qualcosa spingesse in avanti tutto il giorno , essendo molto ma molto fastidiosa, e la cosa strana è che anche quando mi sveglio sento quella tensione addominale che non passa mai.
Prima potevo mangiare tranquillamente di tutto senza problemi nè di digestione ne di sensazione di pienezza.
Questo disagio mi dà fortissimi fastidi tanto che ho provato a fare tutto il possibile senza avere miglioramenti, Di medicinali ho preso fino adesso senza successo :
-Motilium
-Spasmomen
-Debridat 150 mg
-Normix
-Buscopan
Nessun miglioramento purtroppo, e di aria nello stomaco non c'è nè mai..prendevo compresse di mylicongas al posto delle caramelle e nulla..
Ho fatto anche ecografia addominale totale, radiografia addominale, colonscopia, analisi feci , ovviamente tutte in regola, lo stesso le analisi del sangue...
Questa permanente sensazione di addome teso, duro, che tira (sempre 2 dita sotto l'ombelico) mi ha condizionato la vita in modo pessimo,ho dovuto rinunciare non solo al lavoro, ma da 6 mesi faccio pochissime cose perchè mi sembra difficilissimo fare tutto quello che facevo prima tranquillamente, non trovo nessun sollievo nè disteso, ne seduto, e in piedi il disagio è ancora maggiore, anzi faccio tanta fatica a stare in piedi perchè mi sento la pancia tirare fortissimo come quella di una donna incinta, sempre in quella zona tra omelico e zona pubica, è concentrato lì il senso di gonfiore.
Per un tempo ero talmente disperato che mi sono rassegnato tanto da pensare che davvero fosse la mia immaginazione.....ma è troppo forte per essere solo immaginario! Anche il medico generale, e altri, non comprendono bene il problema perchè già 2 hanno capito che fosse meteorismo, colon irritabile etc...Ma non lo è purtroppo!! Le feci sono normalissime, sono molto regolare, mangio sempre sano , cibi che non gonfiano, Sono alto 1,90 x 71 kg , ma molto spesso ho il ventre così pronunciato che sembra che abbia 150 kg, e non è aria è questo il caso unico, sembra che le viscere non vogliano + stare nell'addome, di profilo ho un pancione che fino a 6 mesi fà non avevo e pesavo anche 3 kg di + prima. Aiuto!Sono disperato

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ovviamente non è facile on line trovare una soluzione e dare suggerimenti dopo essere stata valutata da altri medici. Ha provato con probiotici per dare un "aiuto" alla flora intestinale ?

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
ho preso in tutto 2 buste si vsl#3 e stavo peggio, peggio nel senso che il gonfiore si accentuava ancora di più purtroppo non ce la facevo più e ho dovuto interrompere la somministrazione di vsl#3, questa mattina sono andato dal medico generalista nonostante manchi 1 settimana per la visita al gastroenterologo, e il medico generalista mi ha prescritto il ciproxil 500 mg, per 6 giorni, dato che il gonfiore lo sento esattamente 3 dita sotto l'ombelico ha pensato che potrebbe trattarsi di qualche infiammazione alla vescica penso..oggi sono stato un pò meglio rispetto agli altri giorni, ma il fastidioso gonfiore sembra non voglia sparire , lei dice che il ciproxil potrebbe risolvere il problema ?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Bisogna solo attendere .....
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Adesso ne ho la comferma almeno, con il ciproxil stò peggio di prima

[#5] dopo  
Utente
ma sono tanti i problemi purtroppo lo sò che un diagnostico a distanza non si può fare per sintomi di questa complessità ma stò malissimo e pensavo che una dritta per la strada da intraprendere almeno potrei avere, oltre a quel disturbo che ormai è parte delle mie giornate io stò malissimo...e meno male che lo riconosco, cioè da almeno 2 mesi non faccio + nulla, ho passato metà agosto chiuso dentro casa con i fastidi, ormai sono un depresso che è entrato in un circolo vizioso e non può uscirne anche essendo consapevole dei suoi malesseri, ormai il giro è questo...stò malissimo psicologicamente perchè mi sento male fisicamente, e non come pensano in molti che dalla depressione venga il malessere fisico ora non sò più come uscirne, se non mi trova lo specialista questo lunedì nulla di organico come problema, e continuo a stare male comunque, cosa posso fare? a vivere senza voglia di fare nulla non ce la faccio più, a non avere le energie neanche per guardare un film tranquillamente disteso sul divano..
Come dicevo in precedenza è il classico "cane che si morde la coda" non guardo il film perchè stò male tutto il giorno fisicamente, e il disagio fisico provoca forte depressione e disturbi sulla psiche, nonchè sull'autostima e sull'impossibilità di fare nulla tranquillamente, in molti non lo capiscono ma nessuno , e dico nessuno neanche uno cosidetto "normale" penso che potrebbe fare una paseggiatina tranquilla con la pancia che se la sente esplodere ..alla fine il male porta solo altro male.
Dice che un psichiatra mi possa risolvere il problema se alla fine tutto questo si rivelasse un dolore "immaginario" ?

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Direi che la sua frase finale porta verso la giusta direzione. Ci sono da fare gli accertamenti necessari ed in caso di negatività sarebbe utile un consulto psichiatrico.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
La rigrazio ancora una volta per la sua disponibilità e le sue risposte in tempi brevissimi, spero di uscire una volta per tutte da questo baratro nero che mi ha cambiato pesantemente la vita dal 18 marzo (ricordo perfino la data)

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Auguroni. Ce la farà !
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
buona sera ! sono ancora io purtroppo..manca un pò fino a lunedì, volevo fare solo una domanda se è possibile avere una risposta, più precisamente quali patologie possono provocare un gonfiore del basso ventre senza aria ma che si vede che è tanto gonfio, dicendo che alla palpazione dolore fisico non nè sento, feci normali, non saprei solo per farmi un'idea c'è qualche batterio oppure un'alterazione stomaco/intestino che possono provocare quella sensazione di viscere dilatate come se si premessero una sull'altra. Sò che sembra piuttosto bizzarra come idea, però espressa più dettagliatamente è così. Potrei aggiungere con punta di massimo fastidio e distensione in posizione ferma in piedi .
Grazie ancora una volta per la sua pazienza.

[#10] dopo  
Utente
buon giorno! La aggiorno con le ultime novità se si possono chiamare così, Oggi sono stato dal gastroenterologo, gli ho detto che 2 giorni sono stato meglio con il buscopan e mi ha detto di prendere quello, però per stare meglio ne prendevo 6 al giorno con il "fai da te" e ha spalancato gli occhi quando ha sentito e ha detto di non prenderne + di 3 al giorno, e non ce la faccio con 3 anche se non sò se veramente mi aiutava 6 mi facevano stare in piedi almeno, ed ecco che dopo poche ore che mi sono vantato di stare meglio si sono ripresentati tutti i sintomi di prima, ora a capirci qualcosa è un impresa, e intanto stò male male male (pure con la testa ormai) io non sò come faccia una persona a lavorare in queste condizioni poi..
Volevo chiederle cortesemente se potrei fare qualche esame specifico x dei virus/batteri intestinali specifici che potrebbero causare il problema , perchè quelle standard le ho fatte, e le feci sono state nella provetta per più di un giorno non sò se potrebbero influenzare in qualche modo le analisi , ed erano risultate negative, non saprei ci sono delle analisi specifiche che potrebbero darmi una risposta ?

[#11] dopo  
Utente
ho fatto anche la gastroscopia, ed è risultata un ernia iatale ma non ho assolutamente riflussi acidi, quindi penso che non dovrei preoccuparmi, in cambio mi sembra di digerire pochissimo rispetto a un'anno fa ad esempio, un medicinale digestivo potrebbe aiutare a risolvere questo problema?

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,

lei ha preso di tutto e non c'è il "digestivo" miracoloso per far passare i disturbi. la sua situazione può essere risolta o messa nella giuista direzione solo se viene seguito da un gastroenterologo che faccia chiarezza fra sintomi e farmaci che sta assumendo o che ha assunto.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it