Utente 221XXX
Gentili medici di Medicitalia, provo a descrivre il problema che mi affligge dal 2009:
A gennaio 2009 il problema inizia a manifestarsi con regolarità dopo i pasti, in particolare il pranzo: giá appena finisco di mangiare compare cardiopalmo e dispnea. In questo periodo mangiavo quasi tutti i giorni pasta o panino o calzone e cocacola. La dispnea si presenta anche se bevo solo alcolici. Quando si presentano i sintomi ho dificoltà a salire le scale e anche a parlare. Faccio diversi ecocardiogrammi e spirometria, tutto nella norma. Saturazione 99-100%. Durante il 2009 la dipnea diventa più ferquente e non sempre associabile al pasto. Faccio test allergici e si accerta una forte allergia all'acaro della polvere. Durante tutto il 2009 e il 2010 i sintomi hanno alti e bassi ma almeno una volta ogni 2 mesi vado incontro a forti episodi di
malessere dopo i pasti. Sospettando reflusso e ernia iatale i medici mi prescrivono cura con omeprazolo. Evidenzio il fatto che non ho mai avuto forte acidità ma solo frequenti e abbondanti eruttazioni. Tengo il problema "sotto controllo",tra alti e bassi,con omepr, antistaminici euna certa attenzione all'alimentazione sino a maggio 2011. A fine di questo mese compare una più accentuata dispnea, scarsa relazione con i pasti. Una sera vengo colto da u forte e pisodio di malessere: dalle 19 compare dispnea con difficolta a parlare che non migliora con inalazioni di symbcort(prescritto da allergologo); alle 20 inizio a mangiare una pizza ma dopo 2 fette mi fermo per ilresentarsi di cardiopalmo, debolezza giramenti di testa sensazione di svenimento. Dura un paio d'ore. Mi decido a approfondire con visita pneumologica e gastroent. Spirometria ancora nella norma (ma rispetto a 7 litri di aria inspirati nel 2009 ora sono a 5,8), nuovi test allergici confermano ancora l'acaro e cipresso. Faccio rx torace con liquido di contrasto: nessuna ernia iatale, nessun reflusso (ma il radiologo non lo esclude) risulta un ritardo nell'apertura del piloro, sospetta duodenite bulbare e gastrite ipersecretiva. Lo pneumologo fa doagnosi di asma bronchiale: cura con formodual mattina e sera e montegen alla sera (nel frattempo era comparsa asma da sforzo andata via con la cura) + mepral per la gastrite. La dispnea migliora ma compare nelle giornate calde e umide in particolare. Lo pneum dice che dovrò fare questa cura 365 giorni l'anno.
In questi quasi 3 anni ho riscontrato una forte relazione dei miei problemi con l'alimentazione. Oggi scrivo perchè stenuato da un altro episodio accaduto stamattina: forti giramenti di testa comparsi intorno alle 11 associati a cardiopalmo, calore alla testa e senso di svenimento. Alle13 vado al pronto soccorso: pressione 160/80 ( in genere è 110/60), ecg normale. Alle 9 avevo fatto colazione con latte e muesli.
Non ho ancora fatto gastroscopia per mia negligenza.
Mi scusa per la lunghezza, ma questi problemi mi impedisconp di vivere serenamente.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Dal punto di vista gastroenterolgico mi viene in mente una sola cosa: l'iperdistensione barica del fondo gastrico. Una sindrome forse poco conosciuta che consiste nella forte distensione del fondo gastrico appena dopo i pasti. Il fondo gastrico iperdisteso spinge in alto il diaframma e preme sul cuore. Da cui crisi di tachicardia e forte malessere generale. Il disturbo si risolve man mano che il paziente riesce ad eliminare l'aria....e lo stomaco si sgonfia.

Si ritrova in tale sindrome ?



Cordiali saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 221XXX

In effetti si, abbastanza, come detto una costante in questi 3 anni sono state le frequenti eruttazion ( ho anche provato ad usare trio carbone l'anno scorso)i. Oggi stesso quando un amico mi accompagnava al pronto s. In auto ho avuto abbondantissime eruttazioni.. E le ho molto spesso quando comparela dispnea.. Nessun medico mi aveva ancora prospettato questa possibilitá..
La ringrazio per la velocissima risposta, e a questo punte le chiedo da cosa può essere causataed evemtuali rimedi.
La ringrazio ancora per l'interessamento.

[#3] dopo  
Utente 221XXX

Dimenticavo il presentarsi di extrasistoli più o meno frequenti, durante e dopo i pasti e anche in palestra assumendo certe posizioni

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Inizierei per adesso con dei procinetici, tipo levosulpiride, per migliorare lo svuotamento gastrico. Ne parli però con il suo medico.


A presto
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente 221XXX

In effetti qualche settimana fa ho avuto dei giovamenti con peridon prima dei pasti, ma non sempre..
La ringrazio moltissimo, l'ipotesi di questa diagnosi mi rincuora visto il senso di smarrimento (mio e di vari medici) che mi accompagna da tempo.
Le porgo i miei più cordiali saluti.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi aggiorni ... mi farebbe piacere sapere il risultato.


Cordiali saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente 221XXX

Certamente,
dimenticavo a chiederle a cosa potrebbe essere dovuta tale iperdistensione.

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di un problema funzionale dove è presente uno spasmo della regione cardiale (passagio fra esofago e stomaco) che non consente di eliminare l'aria che si è prodotta in eccesso nel lume gastrico. Questa "bolla gastrica" spinge sul diaframma e quindi sul cuore. Il tutto si risolve con l'apertura del cardias ed i farmaci procinetici hanno un buon effettto sulla sindrome.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente 221XXX

Certamente,
dimenticavo a chiederle a cosa potrebbe essere dovuta tale iperdistensione.

[#10] dopo  
Utente 221XXX

Grazie ancora per la celere risposta,
a breve farò visita gastroenterologica,
a presto e buon lavoro.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene. Auguri
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente 221XXX

Gent.mo Dott. Cosentino, le riporto gli ultimi aggiornamenti.
Questa mattina ho eseguito la gstroscopia, fastidiosa ma assolutamente sopportabile e veloce (per tutti coloro che la temono).
Sono state smentite le conclusioni dell'rx con liquido di contrasto: non c'è gastrite ne duodenite bulbare e il piloro si apre regolarmente; presente una piccola ernia iatale e un polipetto di 1 mm circa. Aspetto esiti di 2 biopsie prima di parlarne approfonditamente col medico.
A questo punto il quadro da lei prospettato potrebbe cambiare? una piccola ernia iatale potrebbe causare tutti questi disturbi?
intanto da 2-3 giorni faccio cura con peridon su consiglio del medico (per ora preferito a levopraid perchè più "leggero") e riesco a mangiare quantitativamente abbastanza senza raggiungere pienezza e dispnea.
Cordiali saluti.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per i polipi stia tranquillo perchè solitamente sono di tipo iperplastico, quindi completamente innocenti.

L'ernia non è la casua dei suoi disturbi che sono invece correlati con una difficoltà di svuotamento gastrico. Proceda pure con il domperidone e troverà benefici.

Cordiali saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente 221XXX

Salve Dott. Cosentino, la disturbo un'ultima volta visto che vedrò il gastroenterologo solo fra 3 settimane, per l'esito dell'esame istologico.
Il domperidone sta dando i suoi benefici, ma ho notato la comparsa di un pò di acidità e dolore alla bocca dello stomaco da quando lo utilizzo (e me la tengo volentieri al posto degli altri disturbi..). Può essere dovuto all'effetto procinetico? posso utilizzare tranquillamente malox/gaviscon al bisogno visto che ovviano perfettamente a questo piccolo "effetto collaterale"?
Mi chiedevo se opportuno utilizzare continuativamente il domperidone o fare delle pause periodiche.

La ringrazio enormemente per l'attenzione mostrata sinora.
Cordiali saluti

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può sicuramente utilizzare un antiacido come pure è bene sospendere di tanto in tanto il domperidone.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente 221XXX

gent.mo dott. Cosentino,
visto che i miei disturbi continuano, che il medico di famiglia è convinto che la mia sia solo ansia, che il gastroenterologo vista la gastroscopia senza anomalie non mi ha prestato particolare attenzione, vorrei porle qualche altra domanda e capire se è il caso di cambiare medico, o semplicimente magari andare da uno psicoterapeuta, ferma restando la necessità di una terapia farmacologica per attenuare i sintomi.
L'iperdistensione del fondo gastrico si rispecchia in effetti con la mia sintomatologia, ma da 4 mesi a questa parte i sintomi si sono accentuati, portandomi in effetti ad uno stato di ansia e agitazione che li aggravano ulteriormente.
I dolori al torace la fanno da padrone: si alterna leggero bruciore al petto, nella parte alta, sopra lo sterno, un bruciore diffuso, a dolori meglio localizzati, sempre nella parte alta del torace, che vanno anche alle spalle (dietro scapola dx prevalentemente e sx); a volte anche un leggero dolore all'addome, e alla bocca dello stomaco, ma molto raramente rispetto ai dolori toracici; spesso però noto che se effettuo una leggera pressione alla bocca dello stomaco sento un dolore molto intenso, ma solo esercitando pressione. A volte i dolori si estendono al collo e alla gola. Tutto l'anno ho tosse, poche volte con espettorato( chiaro e quantitativamente scarso). Le eruttazioni sono quotidiane, e spesso sento il bisogno di ingoiare aria per poi eruttare dato che sento come un blocco nell'esofago. La fame d'aria, o dispnea, sono costantemente presenti e spesso in concomitanza con le eruttazioni. (le ricordo che i controlli cardiologici, spirometria sono ok).
Ultimamente ho paura anche a fare sport, dato che quasi sempre, in particolare se inizio attività sportiva senza riscaldamento, compaiono dolori e bruciore al petto/spalle, e sembra permanere un senso di "stanchezza respiratoria", o comunque localizzata nel torace anche se interrompo l'attività fisica. La dispnea mi accompagna quasi sempre all'inizio per poi, se non compaiono dolori, andare via dopo diversi minuti.
4-5 volte l'anno mi capitano espisodi di tachicardia notturna: mi sveglio all'improvviso come se fossi in apnea da diversi secondi e poi noto i battiti accelerati (140 credo, misurati con pulsossimetro). Non capisco se i battiti accelerano perchè mi manca l'aria o la sensazione di fame d'aria è conseguente ai battiti. il tutto si risolve da seduto in pochi minuti.
Vorrei sapere se la mia situazione è collegabile anche al reflusso gastroesofageo (anche se raramente ho rigurgiti acidi in gola). Da visita otorinolaring. emerge che la gola è irritata, come se ci fosse reflusso.
E' possibile ricollegare tutti i sintomi a disfunzioni dell'apparato digerente? in particolare i dolori (a riposo e in diversi momenti della giornata, sia prima che dopo i pasti) e il presentarsi di bruciori/dolori durante attività fisica. Senza dimenticare la dispnea che raramente mi abbandona.
cordiali saluti

[#17] dopo  
Utente 221XXX

dimenticavo molto spesso la nausea associata ad un senso di stanchezza e malessere generale.

[#18]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ho letto attentamente quanto ha scritto e le propongo un articolo:

https://www.medicitalia.it/cerca/?q=Ansia+e+corpo=

Mi dica la sua impressione.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#19] dopo  
Utente 221XXX

beh, tutti i sintomi che ho sono indubbiamente presenti nelle somatizzazioni ansiose descritte nell'articolo "Quando il corpo va in ansia: i sintomi fisici dei Disturbi d’Ansia".. certo è difficile credere che gli effetti possano essere così intensi e subdoli..
a questo punto anche lei mi suggerisce la psicoterapia (tralasciando ulteriori approfondimenti gastroenterologici..) ?

[#20]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Concordo ....
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#21] dopo  
Utente 221XXX

la ringrazio sempre per la disponibilità e l'attenzione!

[#22]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla, si figuri.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it