Utente
Salve, ho 31 anni, premetto che in qualche modo ho sempre sofferto di disturbi digestivi,anche quando avevo 18 anni, minimi ma c'erano, ad es. a volte la mattina presto dopo aver fatto colazione (latte) mi si scatenava un non so che e avevo subito diarrea. Sono un soggetto molto ansioso, infatti molte volte collego i disturbi in base al mio stato d'animo,spesso mi capitava anche di trovarmi a partire in vacanza e per l'agitazione, l'ansia e tutto il resto dovevo fermarmi per strada, crampi pazzeschi che andavano via solo dopo aver evaquato.
Poi all'età di 20/21 anni ho cominciato ad avvertire: Dolore all'addome in basso a destra dell'ombellico, spesso in concomitanza con febbre, il medico inizialmente mi parlava di colon infiammato/colite spastica ecc,anche perchè non avevo nausea, vomito, dolore alla gamba, ma dopo qualche tempo (nel 2002) dopo una visita,il dottore mi ha consigliato di recarmi al P.S. per una presunta appendicite acuta. Dolori simili a quelli di prima, se premevo la zona faceva male e anche lasciando di colpo avevo mlto dolore, poi c'era il fatto che la febbre mi era salita e quindi la mattina successiva mi hanno ricoverato/operato.
Dopo di ciò il mio intestino è cambiato, la mia la mia vita è cambiata completamente! Dopo la degenza a casa fatta di diete ecc. tutto si era normalizzato, ma dopo qualche anno (1/2) non nascondo che ho riavuto gli stessi dolori, forse però piu leggeri e con assenza di febbre.
Nel 2005 (mi sono sposato) una domenica mattina di settembre, ho avuto crampi seguiti da moltissime scariche di diarrea dove ho trovato muco e anche un pò di sangue.Ovviamente sono subito andato dal medico che mi ha visitato e mi ha detto che il tutto dipendesse da una forma di colite/infiammazione al colon, avevo 25anni allora. (Premetto che il mio medico sa benssimo che sono un soggetto assai anzioso).
Da allora il mio intestino si è stravolto, ho anche riavuto gli stessi sintomi dell'appendicite, anche forti, periodi di stipsi e a volte attacchi di diarrea....(qualche volta il mal di pancia mi ha svegliato anche la notte). Sono arrivato a tal punto di confidare ai miei familiari che secondo me quella volta non era appendicite!
Alla fine ho provato un farmaco "Asacol" con il quale il mio intestino ha trovato pian piano giovamento,da allora la mia pancia si è molto e dico "molto" regolarizzata,ma se lascio il farmaco per piu settimane, torno ad avere fastidi.
Insomma,adesso raramente ho episodi di diarrea (molto raramente), ho imparato a conoscere l'alimento che può darmi fastidio, ed il mio vero problema infatti è anche quello, che non mangio tutto, cioè mangio anche tanto ma quasi sempre gli stessi pasti. Infatti adesso al bagno vado quasi sempre con feci molli e anche maleodoranti. Adesso da 2 giorni ad esempio (forse dopo quasi 2 anni) ho di nuovo quel dolore al fianco destro che se premo mi fa male, identico a quando sono stato operato! Ho notato che si attenua con l'evaquazione o dopo che faccio aria.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
dalla storia clinica descritta, dalla risposta ai farmaci antinfiammatori e dalla ripresentazione periodica dei sintomi è difficile formulare un orientamento diagnostico; è necessario, a questo punto, che si sottoponga a visita specialistica gastroenterologica. In quella sede si potrà decidere per indagini strumentali e di laboratorio appropriate, pervenire ad una diagnosi chiara e formulare una terapia che la possa condurre ad una stabilità nel benessere.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
Inanzitutto grazie per l'intervento.

Capisco quello che dice,ma lei crede che i miei disturbi possano avere a che fare con una forma di colon irritabile? O qualche forma di colite?
Il fatto che da ormai diversi mesi vado in bagno sempre con feci molli, appiccicose che si attaccano al water e piuttosto maleodoranti accompagnati da periodi di gas intestinali maleodoranti, può dipendere dalla mia scorretta alimentazione?

Lei ha ragione che bisognerebbe fare un quadro clinico anche per riuscire a stabilire una giusta dieta in base alla disgnosi, ma a parte questi disordini giornalieri non ho sintomi come quelli che ho avuto precedentemente. Stando attento all'alimentazione e assumendo il farmaco sopra citato, ho ristabilito veramente molto e molte cose nel mio fisico.

Solo da 2 gg ho iniziato ad avvertire questo fastidio tipo appendicite che da un paio di anni a questa parte mi si è capitato si e no 1/2 volte e soprattutto se in quei giorni non sono stato attento all'alimentazione o ho abusato di qualcosa, ma mi durava max 2 giorni e poi andava via.

Ad oggi quindi il disturbo che ho, a parte questa riinfiammazione è soltanto che non ho un'evaquazione "normale" o per lo meno sempre queste feci un pò molli.

PS: Per quanto riguarda i medicinali, ripeto, Asacol800 mi ha risolto veramente molto. Stando in tema di farmaci aggiungo che molti tipi (quasi tutti) di antibiotici non li posso assumere perchè mi fanno male....Ad es. mi possono far comparire nuovamente questo disturbo al fianco, come mi fanno male gli antinfiammatori, (Aulin,Aspirine varie) quando non sto molto a posto uso Tachipirina1000 supposte, solo quel farmaco non mi crea disturbi.

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
la risposta a tutte e tre le domande nella prima parte della sua replica è: sì, è possibile.
Il punto che cercavo di sottolineare nella mia precedente risposta, però è che riconoscere le possibilità serve a poco. Per impostare una terapia corretta, è necessario sapere che cosa si deve rimettere in equilibrio, dunque formulare una diagnosi precisa.

La mesalazina che sta assumendo (dovrebbe esser prescritta dal medico perché subordinata ad obbligo di ricetta) è un farmaco antinfiammatorio attivo sulla mucosa intestinale, l'indicazione corretta è per le malattie infiammatorie croniche intestinali. Se si assume questo farmaco senza indicazione - per esempio nel caso di sindrome del colon irritabile - si può avere un effetto di beneficio sui sintomi, ma non è giustificato il rischio per eventuali effetti collaterali, soprattutto per somministrazioni a lungo periodo. Dunque è necessario optare per farmaci di categoria diversa.
Tutto ciò è possibile se si perviene ad una diagnosi certa, per la qual cosa è indispensabile la visita gastroenterologica.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4] dopo  
Utente
Salve, grazie per le risposte, sono pienamente d'accordo con lei.

So benissimo che con l'aiuto di un gastoenterologo riuscirei a mirare il mio problema, soprattutto mi aiuterebbe ad adottare (qual'ora ci fosse bisogno) una terapia medicinale adatta alla mia situazione, infatti prenderò provvedimenti.

Solo che "per chiarezza personale" vorrei capire se realmente il tutto dipende veramente dal mio colon.

Oggi il fastidio sul lato destro (zona appendice) è ancora presente, che si modifica con l'evaquazione o con fuoriuscita di aria, solo che poi ovviamente il fastidio rimane.

E' proprio come nel 2002 quando mi visitarono e mi dissero che era appendicite acuta! (operata) Mi scusi se insisto, ma non mi dò pace con questa cosa...... Se pigio sulla zona ho dolore e provo fastidio anche al rilascio, l'unica differenza è che allora mi metteva febbre.
Torno a dire che anche altre volte ho avuto lo stesso fastidio, andato via con un pò di attenzione all'alimentazione e soprattutto con molto riposo.

Tengo a dire anche, che di solito nei mesi di ottobre e quello di marzo/aprile (quindi cambio stagione) quasi ogni anno il mio corpo subisce scombussolamenti... a volte il fastidio è come quello che ho adesso, a volte ho emorroidi, a volte spossatezza ecc. ecc. Attualmente ad esempio sto uscendo da un periodo molto difficile, dove ho avuto a che fare con stress, soprattutto ansie e preoccupazioni, anche altre volte mi è successo che in certe fasi ho avuto disturbi proprio in questi periodi, ad esempio quando è morto un mio caro. Specie in questi periodi infatti soffro anche di afte orali che quando mi escono impiegano del tempo ad andar via.... Oppure sono riuscito a notare che quando ho scombussolamenti,spesso si presentano solo nell'arco della mattinata.... diciamo che quasi sempre, passato mezzogiorno mi scordo del water!

Quello che mi chiedo io, è se tutto questo, insieme al fatto che attualmente evaquo quasi sempre con feci molli e appiccicose possa essere parte di una forma infiammatoria del mio intestino, colon irritabile/colite spastica altri tipi di coliti e cattiva abitudine di alimentazione...... dicamo che mangio troppi carboidrati (pane, pasta, carne) ecc.ecc.

Infine premetto che in famiglia ci sono altri soggetti con disturbi gastrointestinali.

[#5] dopo  
Utente
Salve, grazie per le risposte, sono pienamente d'accordo con lei.

So benissimo che con l'aiuto di un gastoenterologo riuscirei a mirare il mio problema, soprattutto mi aiuterebbe ad adottare (qual'ora ci fosse bisogno) una terapia medicinale adatta alla mia situazione, infatti prenderò provvedimenti.

Solo che "per chiarezza personale" vorrei capire se realmente il tutto dipende veramente dal mio colon.

Oggi il fastidio sul lato destro (zona appendice) è ancora presente, che si modifica con l'evaquazione o con fuoriuscita di aria, solo che poi ovviamente il fastidio rimane.

E' proprio come nel 2002 quando mi visitarono e mi dissero che era appendicite acuta! (operata) Mi scusi se insisto, ma non mi dò pace con questa cosa...... Se pigio sulla zona ho dolore e provo fastidio anche al rilascio, l'unica differenza è che allora mi metteva febbre.
Torno a dire che anche altre volte ho avuto lo stesso fastidio, andato via con un pò di attenzione all'alimentazione e soprattutto con molto riposo.

Tengo a dire anche, che di solito nei mesi di ottobre e quello di marzo/aprile (quindi cambio stagione) quasi ogni anno il mio corpo subisce scombussolamenti... a volte il fastidio è come quello che ho adesso, a volte ho emorroidi, a volte spossatezza ecc. ecc. Attualmente ad esempio sto uscendo da un periodo molto difficile, dove ho avuto a che fare con stress, soprattutto ansie e preoccupazioni, anche altre volte mi è successo che in certe fasi ho avuto disturbi proprio in questi periodi, ad esempio quando è morto un mio caro. Specie in questi periodi infatti soffro anche di afte orali che quando mi escono impiegano del tempo ad andar via.... Oppure sono riuscito a notare che quando ho scombussolamenti,spesso si presentano solo nell'arco della mattinata.... diciamo che quasi sempre, passato mezzogiorno mi scordo del water!

Quello che mi chiedo io, è se tutto questo, insieme al fatto che attualmente evaquo quasi sempre con feci molli e appiccicose possa essere parte di una forma infiammatoria del mio intestino, colon irritabile/colite spastica altri tipi di coliti e cattiva abitudine di alimentazione...... dicamo che mangio troppi carboidrati (pane, pasta, carne) ecc.ecc.

Infine premetto che in famiglia ci sono altri soggetti con disturbi gastrointestinali.

[#6]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
sì, è possibile che la sintomatologia dipenda dal colon.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#7] dopo  
Utente
Inanzitutto grazie per l'intervento.

Capisco quello che dice,ma lei crede che i miei disturbi possano avere a che fare con una forma di colon irritabile? O qualche forma di colite?
Il fatto che da ormai diversi mesi vado in bagno sempre con feci molli, appiccicose che si attaccano al water e piuttosto maleodoranti accompagnati da periodi di gas intestinali maleodoranti, può dipendere dalla mia scorretta alimentazione?

Lei ha ragione che bisognerebbe fare un quadro clinico anche per riuscire a stabilire una giusta dieta in base alla disgnosi, ma a parte questi disordini giornalieri non ho sintomi come quelli che ho avuto precedentemente. Stando attento all'alimentazione e assumendo il farmaco sopra citato, ho ristabilito veramente molto e molte cose nel mio fisico.

Solo da 2 gg ho iniziato ad avvertire questo fastidio tipo appendicite che da un paio di anni a questa parte mi si è capitato si e no 1/2 volte e soprattutto se in quei giorni non sono stato attento all'alimentazione o ho abusato di qualcosa, ma mi durava max 2 giorni e poi andava via.

Ad oggi quindi il disturbo che ho, a parte questa riinfiammazione è soltanto che non ho un'evaquazione "normale" o per lo meno sempre queste feci un pò molli.

PS: Per quanto riguarda i medicinali, ripeto, Asacol800 mi ha risolto veramente molto. Stando in tema di farmaci aggiungo che molti tipi (quasi tutti) di antibiotici non li posso assumere perchè mi fanno male....Ad es. mi possono far comparire nuovamente questo disturbo al fianco, come mi fanno male gli antinfiammatori, (Aulin,Aspirine varie) quando non sto molto a posto uso Tachipirina1000 supposte, solo quel farmaco non mi crea disturbi.

[#8]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
mi fa piacere che lei colga pienamente l'aspetto importante de problema sostenendo <<Lei ha ragione che bisognerebbe fare un quadro clinico>> e quindi la necessità della visita medica.

La risposta alle sue domande <<lei crede che i miei disturbi possano avere a che fare con una forma di colon irritabile? O qualche forma di colite?>> è: sì, è possibile.

Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#9] dopo  
Utente
Salve, aggiorno la mia situazione.

Il fastidio che avevo all'addome (come descritto inizialmente) è andato via in meno di una settimana, da allora ad oggi, come anche da diverso tempo prima, quando evacuo le feci sono sempre rimaste piuttosto molli.
Da ieri infatti ho avvertito presenza di gas intestinale con evacuazione abbastanza maleodorante.
Questa mattina, al risveglio dopo diversi movimenti in casa, ho avvertito il bisogno di evacuare e ho notato un pò di muco frammisto alle feci con qualche striatura di sangue rosso vivo, credo che le tracce di sangue siano solo frammiste a muco e non a feci.
Anche qualche anno fà avevo avuto lo stesso problema.
Non ho male all' addome, solo un pò di rumori intestinali che un pò si attenuano dopo aver evacuato.
La prima volta che ebbi questo disturbo (o per lo meno che ci facetti caso) fù nel 2005, ma non mascondo che anche da molto prima ho sempre sofferto di diturbi a livello intestinale (stipsi/diarrea/dolori addominali).
Come sempre, questi sintomi si presentano sempre (e quasi solo) al mattino.


Torno a ripere che ho disordini alimentari, non assumendo tutti i cibi. Frutta e verdura ne mangio quasi zero.....assumo principalmente carni e molta pasta, diciamo molti carboidrati.

[#10] dopo  
Utente
Salve, aggiorno la mia situazione.

Il fastidio che avevo all'addome (come descritto inizialmente) è andato via in meno di una settimana, da allora ad oggi, come anche da diverso tempo prima, quando evacuo le feci sono sempre rimaste piuttosto molli.
Da ieri infatti ho avvertito presenza di gas intestinale con evacuazione abbastanza maleodorante.
Questa mattina, al risveglio dopo diversi movimenti in casa, ho avvertito il bisogno di evacuare e ho notato un pò di muco frammisto alle feci con qualche striatura di sangue rosso vivo, credo che le tracce di sangue siano solo frammiste a muco e non a feci.
Anche qualche anno fà avevo avuto lo stesso problema.
Non ho male all' addome, solo un pò di rumori intestinali che un pò si attenuano dopo aver evacuato.
La prima volta che ebbi questo disturbo (o per lo meno che ci facetti caso) fù nel 2005, ma non mascondo che anche da molto prima ho sempre sofferto di diturbi a livello intestinale (stipsi/diarrea/dolori addominali).
Come sempre, questi sintomi si presentano sempre (e quasi solo) al mattino.


Torno a ripere che ho disordini alimentari, non assumendo tutti i cibi. Frutta e verdura ne mangio quasi zero.....assumo principalmente carni e molta pasta, diciamo molti carboidrati.

[#11]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
alla luce di questo aggiornamento, le confermo il consiglio di sottoporsi a visita specialistica gastroenterologica.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#12] dopo  
Utente
Da cosa potrebbero dipendere sintomatologie di questo tipo?
Coliti e disordini potrebbero portare a sintomi simili?
Cosa le fa pensare che questi disturbi sonoo presenti da molti anni?
Al di fuori di tutto ciò sto bene..... a parte qualche disturbo saltuario conduco una vita normale..... forse un pò troppo frenetica, sono una persona estremamente ansiosa.

Premetto che in famiglia 4 persone su 4 hanno disturbi al colon e allo stomaco. Ma solo 2 abbiamo avuto presenza di sangue nelle feci. Anni fà soffrivo molto di emorroidi, c'èrano giorni che me ne uscivano anche piu di una e forse anche interne...adesso le crisi emorroidarie si sono abbastanza stabilite.
Ad esempio una crisi emmorroidaria può causare di un pò di sangue frammisto a muco?
Attualmente sono in un forte stato di ansia, potrebbe essere una causa? Il mio medico (conoscendo a fondo il mio carattere) dice che questi stati d'ansia sul mio fisico vanno ad influire molto su questi disturbi gastrointestinali
Oppure, una infiammazione al colon / colite/ colite ulcerosa può dare questi sintomi?

Cordiali saluti.

[#13]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
la visita gastroenterologica potrebbe rispondere in maniera esaustiva e non soltanto ipotetica ai sui quesiti.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.