Utente
buongiorno,
avrei bisogno di qualche opinione in piu su una cosa non ancora risolta.
Dunque,dopo i primi cicli mestruali,in corrispondenza di questo,ho incominciato ad avere perdite di sangue anche dal retto,solo quando sono in posizione orizzontale a pancia in su,e quando vado in bagno lo vedo sulla carta.
ho eseguito un'ecografia pelvica,con risultato negativo.
una colonscopia(solo fino a 35 cm per intolleranza)ed hanno trovato una papilla anale,e mi hanno detto che era questa che causava la rettoragia.ho eseguito la cura.ma il problema c'era ancora.
poi,dopo altri problemi,ho fatto la rettoscopia,con diagnosi,ragade anale.mi ha detto anche questo medico,che dopo essermi curata questa ragade,non avrei avuto piu rettoragie in corrispondenza del ciclo.
mi sono curata per mesi e mesi,e ho risolto la ragade,ma continuo ad avere il problema.
ora il mio medico di base,mi ha consigliato una colonscopia,per escludere qualsiasi altra cosa,ed una laparoscopia,perche lui continua a sospettare endometriosi nascosta.
quali consigli mi date?
grazie molte
saluti


[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissima,


credo sia utile ripetere la colonscopia, e questa volta in sedazione profonda, in modo da poter escludere la patologia che sospetta il suo medico (endometriosi) che può essere la causa del sanguinamento durante il periodo mestruale. L'endometriosi consiste nella presenza anomala del tessuto che riveste la parete interna dell’utero, cioè l'endometrio, in altri organi quali ovaie, tube, peritoneo, vagina, intestino. Ciò può essere causa di sanguinamenti interni e nel suo caso, di un sanguinamento dal colon qualora il tessuto dovesse trovarsi in tale distretto



Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
il sospetto ha un suo fondamento, ache se "inquinato" (per così dire), dal riscontro di ragade anale.
Per sua informazione le tratteggio che l’ endometriosi è una malattia comune nelle giovani donne può comportare l’interessamento del tratto intestinale e colo-rettale e merita una attenta considerazione in tali pazienti.
L’ endometriosi intestinale è tipicamente asintomatica; comunque, quando sono presenti sintomi, questi possono mimare quelli della sindrome da intestino irritabile.
L’identificazione di una endometriosi intestinale è spesso cosa molto difficile, ma essa deve essere considerata come una ipotesi probabile da non sottovalutare specie in giovani pazienti con tali sintomi associati al dolore cronico.
Pertanto una colonscopia completa, possibilmente con ileoscopia, sarebbe molto utile.

Cordialità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3] dopo  
Utente
buongiorno,
la ringrazio,si anche lui mi ha consigliato in sedazione profonda,allora faro cosi,
saluti

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene. Ci aggiorni, ci farebbe piacere.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
va bene lo faro,
arrivederci

[#6] dopo  
Utente
buongiorno,
vi aggiorno dopo aver fatto quest'ultima coloscopia,portata del tutto a termine.
Il responso è stato:"tutto regolare" , mi hanno detto che si c'è qualcosa di non comune,ma visto fatti tutti questi esami....non compare comunque nulla di grave.
Pero avrei una domanda..perche la ragade non è stata vista?in quanto io ho ancora sintomi dolorosi se appunto non mangio correttamente e vado in bagno regolarmente,e apparte questo ho ancora appunto rettoragia durante il ciclo,dolori leggeri e in alcuni casi pesanti,intestinali/rettali/vaginali durante/dopo rapporti sessuali.
Vi chiedo quali altri esami posso fare,per riuscire a capire/risolvere il problema?
cordiali saluti

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

la colonscopia non è l'esame ideale per lo studio della ragade ed in genere della regione anale. Per questo dovrà rivolgersi ad un proctologo per una visita specifica che sarà realizzata mediante l'anuscopio. Le allego un articolo presente sul sito per maggiori delucidazioni sulla visita proctologica:

https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/635-l-unita-di-colonproctologia-e-la-visita-proctologica.html


Cordiali saluti


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Cel la colonscopia sia nella norma è una buona notizia.

Non comprendo il significato di
<<mi hanno detto che si c'è qualcosa di non comune>>.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
buonasera,
vi ringrazio per le risposte,
riguardo alle visite proctologiche ne ho fatte in totale 6;di cui 2 o 3 con anuscopio,le rimanenti digitale,da quando appunto mi è stata trovata la ragade ed i successivi controlli sino alla sua guarigione.In queste visite ho effettuato varie terapie,ho ricevuto istruzioni sull'alimentazione e sulle cure di un eventuale ricaduta,perche il proctologo mi aveva detto che poteva di nuovo sorgere il problema,nonostante la guarigione.Al momento ho lievi ricadute solo se non mangio correttamente e non vado in bagno regolarmente.
Mi scuso per le frasi non molto comprensibili..ho ripreso le parole del medico,in altre parole mi ha detto che c'è qualcosa che non ha mai riscontrato in altre persone,qualcosa che non torna in generale,ma che in tutte le visite che ho fatto non si è mai trovato nulla di grave,quindi non avrei dovuto effettuare nessun altra visita.
cordiali saluti

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Possiamo dire due cose:
- che non c'è nulla di irrimediabile
- che l'incomprensibile è qualcosa che non esiste.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


>> Al momento ho lievi ricadute solo se non mangio correttamente e non vado in bagno regolarmente. <<

Direi allora che il problema non è irrisolvibile. Non si scoraggi.

Auguroni

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
buonasera,vi ringrazio,
ma il mio problema non è questo,cioè a me va bene cosi la situazione della ragade, il problema è che tutti i medici alla domanda "Quindi la rettoragia è dovuta alla ragade?"
"mah,è probabile...dovrebbe scomparire con questa cura: ....."-mai andata via.
"mah,solitamente questo tipo di rettoragia è dovuta ad un endometriosi" -mai trovata
"mah non avendo trovato nulla,non è normale questa rettoragia,ma non c'è nulla di grave"
Il mio problema è proprio questo,che mi rendo conto che le cose non tornano ne per me,ne sono tornate a loro.e non so minimamente che altri esami fare per venirne a capo.
cordiali saluti

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Chiaramente è complicato per noi visitarla on-line,
ma possiamo dire che se si sanguina
va ricercata e va "vista" la fonte di sanguinamento.

Una causa è sicuramente una ragade anale.

Possibilmente la visita va fatta a ridosso del sanguinamento.

Tenga poi conto che la sua è stata, direi, una rettosigmoidoscopia parziale più che una colonscopia.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

come le ha già detto il collega Quatraro non è facile per noi fare diagnosi. Possiamo comunque supporre dalla sua descrizione (sanguinamento rosso vivo, lieve, intermittente) che si tratti di un sanguinamento che possa derivare dal tratto retto-anale, essendo stata esclusa una endometriosi nei tratti colici più alti. In tali casi sono con la visita proctologica. Se il sanguinamento è durante il ciclo sarebbe, quindi, utile un controllo proprio in tale momento.

Cordialmente

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/819-sangue-rosso-nelle-feci-e-un-tumore.html
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it