x

x

Il caso che faccia una visita specialistica magari facendo poi una colonscopia o qualcosa

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buongiorno, 20 giorni fa per dolori alla schiena ho fatto 6 iniezioni di muscoril+voltaren ed in concomitanza di questo sono cominciate delle coliche a livello fegato-coleciste (per rendere chiaro la posizione). Dopo ho fatto altre 5 iniezioni di bentelan perchè il dolore alla schiena non passava e queste coliche sono continuate sempre più forti a tal punto che sono dovuto andare al pronto soccorso dove mi hanno trattenuto 14 ore facendomi ecografia, esami del sangue ed addirittura la TAC in quanto malgrado le flebo i dolori continuavano. Per fortuna da questi esami non risultava niente a parte i globuli bianchi un pò alti (13,5) e così mi hanno mandato a casa con la cura di Ciproxin (2 scatole) per un aprobabile infiammazione alla coleciste e il Movicol in quanto in concomitanza di queste cose erano 3 giorni che non andavo in bagno. Ora da 3 giorni ho ricominciato ad andare in bagno ma non in modo regolare e continuo ad avere dei dolorini (non più coliche) sparsi per l'addome. Lei che impressione si è fatto della situazione? E' il caso che faccia una visita specialistica magari facendo poi una colonscopia o qualcosa per vedere l'intestino ed il colon? L'avevo già fatto nel 2004 ed era risultata una diverticolite può dipendere tutto da questo o cosa?
Il movicol per quanto tempo lo devo prendere?

Grazie ed attendo una Sua risposta
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Sicuramente può essere utile una visita specialistica gastroenterologica per fare il punto della situazione sulla presunta infiammazione della colecisti e valutare altre posssibili cause della sintomatologia dolorosa addomninale. Si deciderà anche sulla necessità di una colonscopia (improbabile). Il polietilenglicole lo può utilizzare per regolarizzare l'alvo secondo necessità.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Gentile utente,
non ha descritto le caratteristiche TC+Ecografiche che han portato alla diagnosi di colecistite che giustificherebbe il suo dolore.
I diverticoli, invece, sicuramente possono influenzare il suo alvo.

Cordialità

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Vi ringrazio per le risposte così tempestive. Dall'ecografia non sono risultati ne calcoli ne altro per quanto riguarda reni e coleciste e anche gli altri organi erano tutti nella norma fegato, pancreas ecc. E' solo risultato che le pareti della cleciste erano modicamente ispessite. Dalla TAC idem era tutto a posto. Il medico del pronto soccorso come cura mi aveva dato solo il Movicol ritenendo che i dolori fossero dovuti al fatto che erano 3 giorni che non andavo in bagno (anche se i dolori erano cominciati prima) ma tutto questo per esclusione. Il mio medico curante mi ha aggiunto Ciproxin perchè essendoci i globuli bianchi un pò alti sicuramente c'era un'infezione in corso e probabilmente alla coleciste. Questo è quanto

Grazie
[#4]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Con quello che dice credo che la sua colecisti meriterà, nei prossimi mesi, un nuovo controllo ecografico.

Saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie, anche oggi ho dei dolori sempre negli stessi punti e anche un pò più su praticamente sempre sul fianco ma appena sotto le costole soprattutto a respirare profondamente. Ma è possibile che avendo fatto rx, ecografia e TAC e non risultando niente continui ad avere questi disturbi? Pur prendendo Ciproxin da lunedì e quindi 4 giorni? Oggi ho preso un appuntamento dal gastroenterologo che mi ha risolto un problema 2 anni fa e spero mi possa aiutare ancora.
[#6]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Molto bene. Credo la visita diretta sia importante per capire la tipologia del disturbo.


Cordiali saluti e ci aggiorni.

[#7]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Gentile utente,
va benissimo ma le aggiungo che se lei dice,

<<...sempre sul fianco ma appena sotto le costole soprattutto a respirare profondamente>>,

fa pensare ad un dolore di parete (ad. es. della parte cartilaginea dell'arcata costale) che ovviamente non desta alcuna preoccupazione ma necessita di solo di opportuna terapia.

Auguroni.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Per Dott. Quatraro

Mi riferivo al dolore di oggi che lo sento a respirare profondamente mentre tutte le altre volte era un dolore fisso come una colica leggermente più in basso appunto nella zona fegato e coleciste. Sento che il dolore in maniera più tenue si irradia anche dietro alla schiena, in linea teorica potrebbe dipendere dai miei problemi di schiena? Non credo in quanto il dolore prte da davanti però non si sa mai...
[#9]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
La zona in cui descrive dolore si presta, in effetti, ad una attenta valutazione che tenga conto di tutto quello che abbiamo detto.

Chi materialmente la visiterà saprà sicuramente consigliarla al meglio.

Saluti.
[#10]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, ieri sono andato a fare una visita da un gastroenterologo e la sua diagnosi è stata che potrebbe trattarsi dei diverticoli che già si presentavano 8 anni fa da un clismo opaco che avevo fatto. Mi ha dato da prendere Psyllogel megafermenti una bustina al dì e poi pentacil 800 1 compressa due volte al giorno; se vedo che questa cura sortisce miglioramenti la devo fare 3 mesi altrimenti devo tornare da lui e approfondire la cosa magari con una colonscopia vrtuale (o digitale non ricordo).
Una cosa di cui però sono preoccupato è che da 20 giorni a questa parte ho perso 3 kg, da 67,5 sono passato a 64,5 è vero che magari dipende anche dal fatto che non sono stato regolare nel defecare ma mangio più o meno come ho sempre fatto solo un pò meno condito forse. Può dipendere anche dal fatto che questa cosa mi debilita molto a livello psichico nel senso che essendo ansioso e ipocondriaco mi faccio mille pensieri? Lo stress può causare tutta sta perdita di peso?
Vi ringrazio ed attendo una Vostra risposta
[#11]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Ritengo che debba fidarsi del gastroenterologo a cui si è rivolto, il quale ha avuto la possibilità di visitarla personalmente.

Lo stress ha sicuramente importanza nei disordini funzionali del tubo digerente.

Per il peso continuerei a verificarlo nelle prossime settimane insieme alla terapia assegnatale.

Saluti.
[#12]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Gentilissimo,

la perdita di peso può essere legata ad una situazione di stress che comporta, a sua volta, una diminuzione dell'introito delle calorie con l'alimentazione.

Per i disturbi addominali segua pure le indicazionid del suo medico.

Cordialmente

[#13]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio sia il Dott. Cosentino che il Dott. Quatraro per la cortesia dimostrata.

Vi aggiorno tra un pò di tempo sulla terapia
[#14]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Molto bene a presto ed auguroni.

[#15]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Grazie e ci tenga informati.

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio