Dolori sottocostali dx e torace

Buongiorno,
da tempo mi capita di avere forti dolori (oppressivi, spesso come da schiacciamento) che iniziano appena sotto le costole dx, poco più a dx della "bocca dello stomaco" e sspesso si irradiano al torace dx anteriormente fino all'orecchio e all'articolazione della mandibola o posteriormente fino alla scapola. Talvolta avverto prima la fitta all'orecchio/articolazione della mandibola e pochi istanti dopo il dolore all'addome e al torace.
Ho eseguito nel corso delgi ultimi 2 anni vari esami:
RX torace (febbario 2012): negativa
Ecografia addome completo: nel 2009 modica quantità di fango biliare e micriolitiasi rene dx, controllo nel 2010 : negativa
EGDS (luglio 2009). negativa (ma i sintomi erano più spostati verso un dolore precordiale, e da visita OTL risultavano segni di reflusso gastro-esofageo-laringeo).
Vista cardiologica con ECG e Ecodoppler: nella norma a parte BiBdx e lieve e noto prolasso mitralico senza insufficienza valvolare)

I disturbi tuttavia persistono e compaiono ad una paio di ore dai pasti, spesso a stomaco vuoto. Spesso si concentarno in certi periodi dell'anno (in questo periodo mi danno sollievo per esempio).
Il mio medico mi ha prescitto una nuova ecogarfia ad addome completo di controllo per escludere calcoli alla cistifellea.
Mi chiedo se non sia un problema gastro-duodenale una duodenite o qualcosa di simile....

PS: tutti gli esami ematochimici sono perfetti, compreso dosaggio bilirubina, AST, ALT, fosfatasi alcalina, gammaGT, alfa-amilasi, elettroforesi delle sieroproteine, ormoni tiroidei, colesterolo, trigliceridi.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,3k 2,1k 87
Gentile utente, non è facile rispondere su un disturbo così atipico. Ha effettuato una terapia specifica per il reflusso ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Su indicazione dell'Otorinolaringoriatra nel 2009-2010 esegui una terapia con IPP (Pantoprazolo):
a partire da luglio 2009: 6 mesi con Pantorc 40 + 1 mese con Pantorc 20.
A conclusione della terapia le cose andavano meglio ma dopo qualche mese (aprile-maggio 2010) il distrubo si è ripresentato.
Come dicevo nel 2009-2010 il diturbo era localizzato a livello dello sterno e centrale nel torace con forti dolori oppressivi, spesso accompagnati da sensazione di difficoltà a deglutire.
Ora il disturbo è sempre con coinvolgimento del torace ma a dx e con chairi dolori all'addome sottocostali dx.

Il mio medico mi ha prescritto di nuovo 1 ciclo di patorc40 ma dato che al momento il sintomi mi danno sollievo non ho ancora iniziato la terapia.
cosa ne pensa ?

Non ho mai eseguito esame per la presenza di Helicobacter (positivo per alcuni miei familiari e poi eradicato)
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,3k 2,1k 87
Se trova beneficio dalla terapia antireflusso e se il disturbo si ripresenta alla sospensione della terapia, credo proprio che lei debba assumere (concordando con il suo medico) in modo continuativo il farmaco. Ovviamente tale concetto deve nascere dopo consulto gastroenterologico.

Saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa