Dolori/bruciori stomaco, fianco sinistro

Gentili medici,
da circa un mese soffro di strani dolori al petto e sopratutto bruciori nella parte basse del petto (dovrebbe essere all'altezza della bocca dello stomaco) e nella parte sinistra del petto all'altezza delle costole. Il dolore varia ed è come se fosse un bruciore/pizzicotto. Per paura si trattase di qualcosa al cuore ho fatto due ecg a riposo, esami del sangue, ecg sotto sforzo e rx toracico. Tutto nella norma. Ho fatto anche l'esame della tiroide che risultava leggermento più alto (350-4000) a 4550. Il medico mi ha detto che non devo prendere niente per ora. Non capisco cosa sono questi dolori che continuo sentire al petto e alla bocca dello stomaco. Tutti i medici dicono si tratta solo di ansia e di semplici dolori intercotali che vengono amplificati dai miei stati ansiosi. Questi dolori sono sempre accompagnati da una strana sensazione alla gola, come se fosse secca o come se ci fosse un nodo e poi ho dei singoli colpi di tosse. Ho letto potrebbe trattarsi di reflusso gastoesofageo ma il medico non mi ha detto niente di ciò. Ho spesso degli aumenti improvvisi di battito cardiaco come un 'tuffo' o 'tonfo' sempre accompangato da questo fastidio alla gola. Cosa potebbe essere? Qualcosa allo stomaco? Posso escludere problemi al cuore o devo fare anche altri esami? Ho molta paura mi possa capitare qualcosa. Ho 21 anni e non bevo e non fumo. Da mesi vivo un forte stress sotto l'aspetto familiare e universitario. Potrebbe trattarsi anche di ansia? Che dura così a lungo? Vi ringrazio e vi auguro bona giornata.
[#1]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,6k 205 7
Potrebbe essere un problema di reflusso esofageo. Qualche piccolo aiuto farmacologico con una aggiunta di un leggero ansiolitico dovrebbero risolvere il tutto. Ne parli con il medico.

Dr. Roberto Rossi

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta dottore. Mi sono dimenticato di dire che motlo spesso ho difficoltà a respirare profondamente e devo respire con la bocca per sentire 'sollievo'. Potrebbe sempre trattarsi di ansia. Quindi, a suo parere, potrei escludere problemi cardiaci e valutare piuttosto problemi di reflusso?
Grazie per la sua cordiale disponibilità.
[#3]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,6k 205 7
Esattamente !

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa