Utente 251XXX
Buongiorno a tutti; eccomi di nuovo qui con un fatto accaduto tra ieri sera e stamattina che continua ad agitarmi (sono ipocondriaca e ansiosa, purtroppo):
ieri sera ho mangiato insalata con pomodori pachino, i quali non li mangio volentieri in quanto la sensazione che mi da sulla lingua la buccia di pomodoro non la gradisco affatto.
In compenso ho mangiato velocemente, alle ore 20:00.
Fino a mezzanotte non ho avuto problemi, mentre da quell'orario in poi ho iniziato a sentire pulsazioni sulla pancia con borbottii. Inutile dire che l'ansia ha preso il sopravvento, io ho il terrore di vomitare e quindi ho iniziato a temere il peggio, a temere un'indigestione forte.
I seguenti sintomi sono stati respiro corto, pallore, battito accelerato. Ma il problema non è questo, avevo capito in partenza che si trattava di un attacco di panico!
Il problema è che ieri sera poi sono andata di corpo in modo normalissimo: feci compatte e morbide, color marrone chiaro e alternate a marroncino più scuro. Stamane invece di nuovo sono andata di corpo ma con feci più molli rispetto ieri sera, ma che non si attaccavano alle pareti del water. Pochi minuti fa qui a lavoro di nuovo ho avuto stimolo di defecare ed ecco che le mie feci si presentano così: semi liquide ma non diarrea vera e propria (non galleggiava, ciò significa che aveva del peso?), residui di insalata e, cosa che più mi ha sconvolta, evidentissime bucce di pomodoro che galleggiavano, di colore rosso vivo e leggera schiumetta (pipì?)
Non è la prima volta che mi capita, ma ultimamente sono ancora più ansiosa e ipocondriaca riguardo le feci e per fortuna farle così mi capita pochissime volte, mentre l'alternanza tra feci normali e più molli è frequente.
So che sono esagerata e forse "malata", ma ogni volta che defeco ho l'ossessivo istinto di ispezionare a vista ogni millimetro delle mie feci per vedere se c'è qualcosa che non va.
I miei cari non mi considerano nemmeno più perchè li sto esasperando con queste storie, ma io ho paura. Paura anche di andare dal dottore perchè l'unica cosa che sa dirmi è che soffro d'ansia, mentre io temo sia qualcosa di serio. Vorrei tornare ad evacuare senza pensieri, senza la fissazione ogni volta di trovare per forza una causa quando le feci sono anomale.
Un grazie per l'aiuto che saprete offrirmi, sono disperata.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
sono feci con bucce di pomodoro, che non dovrebbero essere motivo di ulteriore preoccupazione.
sarebbe utile farle constatare anche al suo curante.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

Il problema non sono le feci ma il fatto che le controlla continuamente e trova quello che tutti trovano. Cioè normalità.

Si tranquillizzi.
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente 251XXX

La ringrazio dott. Quatraro, è sempre disponibile a rispondere ai miei consulti.
So che le feci contengono normalmente pezzi di fibre non digerite (una volta mi capitò con broccoletti, cicoria e peperoni, in pratica solo con verdure), ma come me le spiega le feci molto molli simili a diarrea e lo stimolo che sento ancora adesso?
Non voglio tornare di nuovo al bagno, sono terrorizzata.
Grazie in anticipo se deciderà di rispondere ancora.

[#4] dopo  
Utente 251XXX

Grazie anche a Lei dott. Cosentino. So per prima di esagerare e di dovermi porre un freno, ma da quando il mio medico lo scorso anno mi prescrisse esame per le intolleranze e celiachia (di cui ho il terrore, sono già allergica alle uova, e una persona che ama mangiare come me morirebbe senza il glutine) vivo con il pensiero di avere altre intolleranze o allergie! Non voglio autodiagnosticarmi da sola, ma se il mio medico si decidesse a confermare un ipotetico colon irritabile mi metterei l'anima in pace, infondo i sintomi ci sono tutti!

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
lei dice
>>come me le spiega le feci molto molli simili a diarrea e lo stimolo che sento ancora adesso<<
a mio avviso la sua situazione è legata molto alla sua ansia e quindi al colon irritabile.

Si faccia guidare da un gastroenterologo"sul campo" che le dia fiducia.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Come vedo lei è molto cosciente del suo problema e del colon irritabile che la tormenta. Ha proprio necessità adesso del gastroenterologo per la conferma definìtiva.


Non disperi e ci tenga a sua disposizione.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente 251XXX

Di nuovo Vi ringrazio.
Vi aggiorno la mia situazione: pochi minuti fa sono andata in bagno una terza volta, ho impiegato diversi minuti a defecare ma il risultato è stato feci a pezzettini piccoli di consistenza normale, due pezzettini erano legati tra loro da una patina di muco (scusate se risulto "disgustosa", ma non vorrei tralasciare alcun sintomo), sono stati inoltre espulsi con estrema facilità, come quando si ha la diarrea.
In questo momento ho bruciori anali che sembrano un ulteriore stimolo a defecare, ma sono sicura che se tornassi al bagno troverei la stessa situazione di prima.
Ora ho dei brontolii intestinali e sento una strana vuotezza di stomaco come quando si ha molta fame, nonostante avessi mangiato.
Sono preoccupatissima, più cerco di tranquillizzarmi più le feci mi tormentano,
Non ho nemmeno problemi di peso, sono sempre molto stazionaria e anche con episodi di feci molli non ho mai perso un grammo. Ho la tentazione di prendere una compressa di imodium ma non credo servirà a molto.
Comincio a pensare che la causa di tutto ciò non sia solo il pomodoro di ieri...

[#8] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile signora,

anche quanto racconta adesso non sposta la questione,

ritorno a caldeggiarle quanto le ho riferito in replica #5.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Vedo che continua a girare attorno alla questione e non voler rendersi conto della realtà.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 251XXX

Rinnovo i miei ringraziamenti per le Vostre risposte inanzitutto!
Dott. Cosentino purtroppo ha ragione lei, probabilmente si tratta di un semplice colon irritabile mentre sto facendomi supposizioni alquanto assurde. In realtà sarei pronta a tutto, tranne ovviamente per la celiachia, per il motivo che ho già spiegato in un post precedente. In tal proposito, secondo Voi è necessario ripetere gli esami specifici (iga, igg, transglutaminasi...) per verificare che risultino di nuovo negativi?
Stamani, altra scarica di diarrea, in più sono arrivata a pesare 70 kg (ieri sera ero 71, so che potrebbe essere irrilevante), purtroppo sto avendo un brutto rapporto con i "pasti in orario" (pranzo e cena) in quanto la mia stupida ansia mi impedisce di consumare tali pasti in tutta tranquillità, facendomi avere sudorazioni e facendomi saziare subito, e questo fattore è dato anche dalla fobia del vomito.
Probabilmente il solo modo per farmi stare più tranquilla è eseguire vari esami (sangue occulto nelle feci, gastroscopia, colonscopia, ecc...), ma ogni volta che lo propongo ai miei famigliari o al medico mi deridono, dicendo che a 20 anni dovrei pensare all'amore, amici, divertimento e lavoro (e hanno troppo ragione).
Un'altra domanda: io sono purtroppo sedentaria, anche il mio lavoro lo è. Secondo Voi ciò influisce molto con colon irritabile e quindi diarrea? Se sì, perchè il mio peso sta accennando a calare (il mio fisico è però lo stesso, seno e cosce mantengono la stessa circonferenza)? Credete che un pò di attività fisica possa aiutarmi a migliorare la situazione?
Di nuovo un grazie se deciderete di aiutarmi ancora.

[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La sua analisi è condivisibile,

... l'unico neo è mettere in pratica queste sue riflessioni!

Salti il fossato della paura!

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente 251XXX

Quindi posso considerare la celiachia un capitolo definitivamente chiuso?
Purtroppo di nuovo altra scarica, proprio adesso, quasi acqua...
Grazie per il consiglio dottore, credo che per ora però assumerò una compressa di imodium, dato che la diarrea non accenna a passare.

[#13] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Noi ci siamo ... ma lei ci ascolti!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008



>> a 20 anni dovrei pensare all'amore, amici, divertimento e lavoro (e hanno troppo ragione <<

>> io sono purtroppo sedentaria, anche il mio lavoro lo è. Secondo Voi ciò influisce molto con colon irritabile e quindi diarrea? <<

>> Credete che un pò di attività fisica possa aiutarmi a migliorare la situazione? <<


Lei ha già espresso i concetti fondamentali. E' cosciente della situazione e ciò significa che è vicina alla solozione.

Un attimo di coraggio in più e ne uscirà.

Auguroni


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#15] dopo  
Utente 251XXX

Gentilissimi,
mi dispiace se a volte risulto ansiosa e ciò lo dice il mio medico, a cui sembra che io non voglia ascoltarlo. Ma davvero non è così, solo che a volte come si è ben capito l'ansia prende il sopravvento!
Ho solo bisogno che la celiachia nel mio caso venga esclusa: la mia precedente storia alimentare che si protrae da anni e sopratutto la mia psiche non accetterebbero mai una patologia simile; credo che arriverei a non poter mangiare più nulla e le conseguenze sarebbero come minimo depressione o anoressia. Il mio medico non vuole assolutamente che io esegua una biopsia per confermare la negatività del test.
Ora che ho preso 2 compresse di imodium sto meglio, lo stimolo si è bloccato. L'ho assunte anche perchè domani dovrò stare tutto il giorno fuori casa, non posso immaginare che mi "scappi" senza avere il mio bagno a disposizione.
Per ora, Vi ringrazio per l'incoraggiamento e Vi terrò aggiornati in qualunque modo si metterà la situazione.
Grazie davvero.

[#16] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

gli anticorpi specifici per la celiachia che ha già eseguito sono risultati negativi e lei stessa nel consulto precedente ha riferito:


>> io ho assunto glutine sino a quel giorno (dell'esame ...) e oltre tutto senza avere problemi e continuo ancora oggi a mangiare pasta, pane e pizza <<

Non possiamo quindi dire che ci sia un dubbio di celiachia ! Per cui adesso non vedo alcuna necessità di ripetere gli anticorpi e ancora meno di eseguire delle biopsie endoscopiche.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#17] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Con il suo atteggiamento peggiorerà il colon irritabile,
creando un circolo vizioso che si automantiene.

L'insicurezza la danneggia tantissimo,
probabilmente bisognerebbe intervenire anche su questo!

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
Utente 251XXX

@Dott. Cosentino:
Sono d'accordo, da quanto ho capito quindi non è necessario svolgere ulteriori accertamenti. Mi sono solo un pò spaventata in quanto so di persone che effettuarono test ematici per la celiachia che risultavano negativi, ma che poi scoprirono di essere celiaci ugualmente! E per cui mi auguro che non rientri in questa categoria. Come già detto, son pronta a tutto (sarei pronta anche a tumori), ma non alla celiachia.

@Dott. Quatraro:
Ha ragione anche Lei, solo ora capisco quanto la psiche può influire su tutto ciò e se necessario provvederò a consultare anche uno psicologo. L'intestino irritabile non è fonte di grande preoccupazione, avevo solo bisogno che uno specialista me lo dicesse con decisione, non potevo continuare a convincere me stessa di malattie gravi che non sono nè in cielo nè in terra. Provvederò inoltre a fare movimento, possibilmente all'aria aperta, in modo da migliorare la mia irregolarità intestinale e sopratutto star meglio in modo generale, in quanto credo che la causa di tutto ciò sia anche un eccessivo aumento di sedentarietà e pigrizia.

Vi ringrazio sopratutto di avermi dato ottimismo e voglia di risolvere questa brutta situazione.
Spero di aggiornarvi in meglio e non scorderò mai i consigli che mi avete dato.

[#19] dopo  
Utente 251XXX

Gentilissimi Dottori,
Dopo qualche giorno dal mio ultimo post aggiorno la mia situazione:
niente più diarrea dopo aver preso le 2 compresse di imodium, anzi, per 2 giorni circa mi ha resa un pò stitica.
E' arrivato il ciclo e proprio ieri mattina avevo uno strano dolore al perineo, dolorante solo quando mi sedevo di colpo o spingevo come se stessi partorendo.
Le mie feci sono tornate regolari, con l'unica pecca che stamattina erano sì di forma e consistenza regolari, ma si presentavano lucide e con vari colori: i colori non mi preoccupano molto perchè so che ciò dipende prevalentemente da ciò che si mangia, ma il mio medico mi disse che feci lucide e sformate rappresentano un problema di scarso assorbimento di grassi e che ciò si può manifestare con la celiachia...
Insomma, questa celiachia sembra non volermi lasciare in pace.
La domanda è: le feci lucide possono manifestarsi solo in caso di celiachia oppure è anche un sintomo di colon irritabile? (premetto che continuo a mangiare glutine senza avere particolari problemi e senza riscontrare sintomi celiaci e che le feci lucide in quel modo non le faccio sempre).

[#20] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Lasci stare la Celiachia.

Si fidi ... sta interloquendo con gastroenterologi, ... no?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#21] dopo  
Utente 251XXX

Grazie mille, in effetti se non mi fido di specialisti come Voi di chi dovrei fidarmi?
Quindi le feci occasionalmente lucide possono essere riconducibili sempre al colon irritabile? I dolori addominali purtroppo ancora persistono un pochino, come anche il continuo stimolo alla defecazione, ma credo sia piuttosto un fattore ansioso che fisiologico. Molte volte mi siedo sul water e fuoriesce solo molta aria, di cui ne soffro molto appena alzata dal letto e nel momento in cui vado a dormire.
Dato il fatto che quando mangio a pranzo o a cena mi sale molta ansia, mi gonfio subito e inizio a sudare, rendendo difficile l'ingerimento di ulteriori cibi anche se non mi sento sazia, è come se il mio cervello mi dicesse che non devo più mangiare perchè rischio di rimettere o di andare di nuovo in diarrea.
A giorni andrò di nuovo dal medico per farmi prescrivere fermenti lattici o almento qualcosa che mi faccia star meglio.
Lei crede che sia opportuno che io esegua un breath test per intolleranza al lattosio? Da piccola ho avuto questa intolleranza, che poi è sparita con il tempo. C'è dunque la possibilità che possa tornare in un particolare momento di stress a cui il mio intestino è sottoposto?
Grazie mille in anticipo.

[#22] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
L'intolleranza al lattosio o c'è o non c'è,
in misura percentualmente diversa nei vari soggetti è di frequente riscontro,
pertanto nulla le vieta di eseguire il test.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#23] dopo  
Utente 251XXX

Grazie mille Dottore, se la eseguirò sarà solo per stare più tranquilla, in quanto assumo latte e latticini senza i problemi che mi causavano anni fa.
Eventualmente dovesse esserci tale intolleranza, devo evitare per sempre il lattosio o posso svolgere il metodo passato, ovvero eliminarlo per un pò di tempo e poi reintegrarlo pian piano?

[#24] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Vediamo i risutati (sono decisivi) e ne riparliamo.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#25] dopo  
Utente 251XXX

Gentilissimo Dottore,
Scusi se Le reco di nuovo disturbo, ma vorrei dirLe una cosa che mi viene a dubbio:
Quando a circa 4 anni mi diagnosticarono l'allergia alle uova, mi fecero il test cutaneo.
Con lo stesso mi diagnosticarono anche l'intolleranza a patate, pomodori e lattosio.
Le prime due mi passarono dopo un breve periodo di tempo, mentre l'ultima la prolungai per qualche anno evitando latte di mucca, adeguandomi e quello di soia e pian piano quello di capra, sino a tornare a quello di mucca. Non ho più avuto problemi con il latte, ho riniziato a mangiare latticini e il resto senza problemi.
La mia domanda è: il test cutaneo è stato affidabile per diagnosticare intolleranza a lattosio? Premetto che anche quando mangiavo pomodoro e patate prima di guarire non sembrava avessi particolari problemi.
Proprio per questo motivo vorrei eseguire il breath test.
So che per scoprire l'intolleranza al lattosio assolutamente non ci si basa sul test cutaneo ma proprio sul breath test!

[#26] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Quello che dice è esatto: bisogna eseguire il Breath Test al Lattosio.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#27] dopo  
Utente 251XXX

La ringrazio nuovamente Dottore, è sempre gentilissimo.
Un'altra piccola domanda: nelle persone che soffrono di colon irritabile è abbastanza frequente riscontrare una "quasi diarrea" in mattinata appena svegli?
Ad esempio ieri è successo che ho dovuto anche sforzare un pochino per evacuare per l'importante consistenza (ieri erano perfettamente formate), mentre stamattina feci mollissime, in grande quantità cibo visibile.
Durante il resto della giornata non ho più episodi di feci di alcun tipo.
Lei crede che in parte possa centrare in qualche modo anche la pillola Diane che sto assumendo da settembre scorso? Il dosaggio è molto pesante ma l'ho sempre sopportata benissimo, in più ora ho le mestruazioni e sto cercando di reintegrare il sangue perso.
Purtroppo noto che perdo peso, ieri ero 70,5 kg mentre stamani non arrivavo ai 70.
So che sto mangiando molto di meno ultimamente, ma è possibili che non riesca più ad assimilare cibo? Sono molto preoccupata...

[#28] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Deve star tranquilla, l'alvo del colon irritabile può apparire bizzarro.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it