Utente 256XXX
Salve sono un ragazzo di 28 anni e da circa un paio di annetti non riuscivo ad avere più feci dure e formate. Avevo sempre queste feci molli un pò pastose, non diarrea però, e di tanto in tanto avevo anche delle crisi di diarrea. Ultimamente ho sofferto di una virus intestinale (o almeno così ha detto il mio medico curante) che mi ha portato diarrea liquida, febbre e dolori addominali molto forti che partivano dalla zona destra per irradiarsi un pò dappertutto. Da questo episodio sono circa due mesi che non riesco più a normalizzare le mie evacuazioni. A volte vado diarrea, o comunque mai feci dure e formate. Spesso ho gorgogliamenti nell'intestino e flatulenza, qualsiasi cosa mangi sembra che mi causi diarrea. Spesso vado una o due volte a giorno. Oltretutto soffro di emorroidi da sette o otto anni e ormai sono prolassate e sanguinanti. Quindi questa diarrea non fa che irritarli di più. Il sangue è sempre rosso vivo ed esce solo nelle occasioni in cui sono irritate e gonfie le emorroidi. Ho fatto un ecoaddome completo nel 2010 e un altro a maggio di quest'anno in occasione dell'episodio su descritto. Tutto negativo tranne il fatto che una colecisti dismorfica. Ho fatto l'esame delle feci coprocultura e sangue occulto su tre campioni ma tutto negativo. L'esame per la celiachia negativo, l'emocromo negativo. Altri esami del sangue mostrano solo una iperbilorubinemia per bilurubina indiretta (ma hanno detto di non preoccuparmi) adesso ho prenotato una gastroscopia (sofro di un pò di reflusso) e una colonscopia che il chirurgo mi ha detto di rinviare per mia delle mie emorroidi attualmente gonfie e acutizzate. Il mio medico dice che le diarrea frequenti possono derivare da una sindrome da intestino irritabile. Da premettere che quando vedo che ho due scariche di diarrea al giorno prendo imodium. Il giorno dopo non riesco ad andare in bagno e il secondo giorno vado regolare. Poi dopo qualche giorno tornano le feci molli o la diarrea. Ogni tanto un leggero dolorino al lato destro, tra costole e colon che sparisce dopo le scariche diarroiche. Il mio medico ha ipotizzato una sindrome da colon irritabile. Ma io ho un po' di paura in verità...

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Credo corretto eseguire gastro e colonscopia programmate.
Colon irritabile ed emorroidi possono coestistere ma vanno escluse altre diagnosi, malattie infiammatorie intestinali croniche ad esempio. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I sintomi possono essere realmente compatibili con una sindrome del colon irritabile. A causa del sanguinamento, anche se di sospetta origine emorroidaria, sarebbe utile una visita proctologica e successiva colonscopia. Dovrebbe ridure la diarrea con della diosmectite ed in tal modo porterà beneficio alle emorroidi.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente 256XXX

Grazie dottore, in effetti il mio pensiero è una rettocolite o colite ulcerosa.
Ma dalle analisi del sangue e dall'ecoaddome un qualcosina non doveva uscire? non so?
Grazie per la celere risposta!

[#4] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No, non necessariamente.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#5] dopo  
Utente 256XXX

Grazie anche al gentilissimo dott cosentino. Volevo chiederle parla del diosmectal? in questo caso quante bustine al giorno e a che distanza dai pasti?

A proposito nella ecografia nl'ecografista ha scritto: presenza di incrostazione di 2mm adesa alle pareti della colecisti. Potrebbero essere dei calcoli? e in questo caso potrebbe essere la causa di questi disturbi?

[#6] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si. La diosmectite va presa in una o due bustine al giorno, mattino e pomeriggio.

Il dato dell'ecografia non può essere responsabile di sintomatologia.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente 256XXX

Gentili dottori vi riporto il risultato della gastroscopia fatta stamattina:

Piccola ernia jatale da scivolamento.

Adesso sono in attesa per fare la colonscopia.
Una domanda:
Può questa piccola ernia causarmi diarrea o peggiorarla nel caso di colon irritabile?
Grazie!

[#8] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No, direi proprio di no.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#9] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Rafforzo la risposta del collega Favara anche con il mio " no " .

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 256XXX

Gentili dottori in attesa della colonscopia ho fatto anche un ecoaddome completo in cui mi è stato diagnosticato un mioadenoma di 2,7 mm nella colecisti, con colecisti dismorfica ripiegata. Può questo causarmi quel piccolo dolorino che ho nella parte destra dell'addome localizzato tra le ultime costole? E' un dolorino da niente che si fa sentire spesso quando mangio molto o anche senza motivo. O può essere anche questo riferito al colon irritabile?
Grazie.

[#11] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il piccolo mioadenoma non può darle sintomatogia. È presumibile sia il colon.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente 256XXX

Gentili dottori dopo un mese è arrivato il momento di fare la coloscopia. Domani inizio la preparazione e volevo qualche dettaglio su come sarà questa preparazione, mi spiego: Io ho sempre queste emorroidi infiammate e sono un po' preoccupato che la preparazione le faccia infiammare ancora di più, compromettendo l'esame il giorno dopo. Non so... si riesce a farlo comunque con le emorroidi gonfie e doloranti? Magari anestetizzandomi un pò o con qualche crema non so...
Grazie

[#13] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per evitare l'irritazione delle emorroidi e della cute anale, a seguito della diarrea che ne consegue alla preparazione intestinale, potrebbe utilizzare qualche pomata protettiva (tipo Fissan, per intenderci) da applicare estremamente all'ano e qualche pomata lenitiva per le emorroidi.


Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente 256XXX

Io uso una schiuma rettale il TOPSTER, ma quante applicazioni massime potrei fare?
Il Fissan prima e dopo le evacuazioni?
Grazie dottore per la celere risposta

[#15] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La pomata deve applicarla, ovviamente, prima che iniziano le evacuazioni. Per la schiuma rettale deve essere il suo medico a darle le indicazioni.

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it