Utente
salve a tutti,


in terapia di maalox reflusso per 15 giorni, corro il rischio di infezioni gastrontestinali o in questo lasso di tempo posso stare tranquillo? grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
il prodotto citato è un medicinale a base di pantoprazolo per il trattamento dei sintomi da reflusso gastrico come il rigurgito acido o il bruciore di stomaco,
pertanto non ha diretta responsabilità nell'indurre infezioni gastro-intestinali.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

perché secondo lei l'antiacido citato (magnesio idrossido + alluminio idrossido) dovrebbe dare infezioni intestinali ? Il prodotto, alle dosi raccomandate, non determina effetti collaterali. Occasionalmente, in seguito ad uso eccessivo, possono presentarsi diarrea o costipazione.

Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente
ringrazio entrambi i dottori.

comunque il maalox reflusso è abase di pantoprazolo, è un IPP, forse dott. Cosentino ha confuso con il maalox classico.

in Ogni caso avevo questo dubbio poichè il mio medico di base die che questi farmaci riducendo l'acido gastrico, riduce la barriera per i batteri che arrivano all'intestino piu facilmente, infatti sul foglietto c'è scritto che aumenta il rischio di infezione da clostridum diff e salmonella.


Voi he dite? posso stare traquuillo per 15 giorni?

è vero che c'è gente che questi farmaci li prende per anni?

grazie ancora

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
In effetti avevo inteso il maalox classico ... lasciandomi fuorviare dal titolo della sua richiesta (Maalox e reflusso).

Ad ogni modo sui foglietti illustrativi vengono riportate tutte le possibili complicanze, anche quelle più infrequenti. Quindi con una dose base e per 15 giorni non credo proprio che debba pensare a possibili effetti collaterali.

Stia tranquillo.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
l'infezione da C. Difficile colpisce soprattutto soggetti anziani, con difese immunitarie ridotte, magari sotto reiterate terapie antibiotiche,
le Salmonellosi si possono contrarre a prescindere dalla terapia con PPI,
che, a lungo andare, può invece favorire l'insorgenza della SIBO (contaminazione batterica del tenue).

Fatte queste precisazioni,
15 giorni di Pantoprazolo,
come avevo precisato e sottolineato nella replica #1,
non procurano nè inducono alcuna infezione.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
ah chiarissimo dottori.

ma quindi la cattiva qualità delle feci che ho in questi giorni ei movimenti intestinali potrebbero essere causati dal fatto che prendo insieme pantoprazolo con gaviscon e debridat capsule? oppure da intolleranza al maalox reflusso?


potrei prendere esomeprazolo 40 mg che tolleravo di piu? quanto devo aspettare dalla sospensione del pantoprazolo?


fermenti lattici mi farebbero bene o sono inutili?

grazie ancora

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
E' possibile che il procinetico possa avere qualche responsabilità.

L'intolleranza al pantoprazolo la escluderei.

I fermenti lattici potrebbero esserle d'aiuto.

Come d'obbligo però, la invito a condividere ogni iniziativa terapeutica con il suo curante.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe essere ognuno dei tre farmaci che sta prendendo, con maggiore responsabilità della trimebutina. L'eventuale introduzione dell'esomeprazolo può essere fatta subito. E non troverei indicazione ai fermenti.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it