Utente
Ho 33 anni,1.80m per 96kg. Ho sempre fatto sport, in questi ultimi 3 anni sono sedentario per via della mia ansia e attacchi di panico. Ho il ciclo notte-veglia invertito e credo che faccia peggiorare l’ansia.Sono molto robusto, ho del grasso addominale ma niente di esagerato. In genere non mangio molto, ma sono sempre stato grosso.Da quest'estate per mio volere all'inizio, ma anche per questi disturbi che vi dirò sono dimagrito di 5kg.A gennaio mi sono sentito male mentre facevo le scale, sudore, caldo, cuore molto accelerato e mancanza di fiato. Avevo mangiato da 2 ore.Vado al PS con mia mamma che riferisce che soffro di attacchi di panico. In pratica già all'entrata mi hanno "bollato" così e oltre a farmi le analisi del sangue 2 volte ed ECG che era ok, non hanno fatto nient'altro.
Premetto che di ECG ne ho fatti parecchi e anche sotto sforzo, fino a 10 anni fa quando facevo sport agonistico.La pressione al PS era 150-80. Dicevano che era una pressione emotiva.Ho sempre avuto brucior di stomaco fin da bambino.
Ho smesso di fumare con la sigaretta elettronica che tuttora uso da un anno perché vedevo che il mio brucior di stomaco peggiorava.In queste ultime 2 settimane ho cominciato a leggere articoli qui e altrove su come bisognerebbe mangiare con il reflusso e i problemi digestivi.Ho avuto due eventi di reflusso con acido in bocca quest'estate mentre dormivo.Ho tosse secca dopo mangiato da qualche anno e lingua in fondo con patina bianca.Ho cominciato quest'estate ad avvertire una sensazione di sbandamento dopo pranzo, come se fosse ansia, ma di solito l'ansia non mi viene in casa. Ho anche delle extrasistole che prima reputavo all'ansia ma che mi sono accorto che mi vengono solo dopo mangiato.Un pomeriggio dopo 2 ore che avevo mangiato, avevo questa sensazione di giramento di testa, è cominciata tachicardia, sudorazione, agitazione alle stelle.Pian piano è passata. Un po' come quella volta a gennaio.Ieri notte ero sveglio come sempre, tranquillo, ho cominciato a sentire caldo, sudare sulla fronte, sentivo l'addome gonfio, avevo tachicardia, mi bruciava il petto, mi sono misurato la pressione con una macchina dell'Omron e avevo 139 88 e 98 battiti.
I battiti li ho sempre un po’ alti dopo mangiato.Mi sono calmato nel giro di 10 min con gaviscon.Di solito la mia press max è 100-110, min 65-75 Era tutto il giorno che sentivo il nodo in gola. Stessa cosa mi è successa un'altra volta con una pastiglia di melatonina a stomaco vuoto, ma in questo caso avevo anche male alla bocca dello stomaco. Ho preso per due settimane Riopan di mia iniziativa. E ora è da 10 giorni che prendo gaviscon, ma non ho grandi giovamenti. Ho l'impressione che il mio stomaco si svuoti troppo lentamente. Se non prendo gaviscon, dopo due ore che ho mangiato (mangio poco e leggero) comincio a sentire come dell'acqua/liquido nella parte alta dello stomaco. Ho anche una ghiandola gonfia sotto l’ascella.È correllato? Tutto questo può essere portato dallo stomaco? Grazie.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

i suoi disturbi digestivi (reflusso, rallentato svuotamento gastrico, ecc,) devono essere correttamente inquadrati con una visita gastroenterologica (che da quanto espone sembra non abbia ancora fatto). Solo in tal modo è possibile programmare eventuali accertamenti diagnostici (gastroscopia, ecografia) e la corretta terapia.

La ghiandola sotto l'ascella non è correlata ai disturbi digestivi.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Potrebbe essere sintomi correlati con una malattia da reflusso. Sarà utile pertanto eseguire una gastroscopia e poi intraprendere una seria dieta dimagrante che potrà migliorare sensibilmente il reflusso. Inoltre un supporto psicologico oltre alla terapia specifica per l'eventuale reflusso,potrà incidere sull'ansia e sugli attacchi di panico che complicano la sua storia clinica.
Dr. Roberto Rossi

[#3] dopo  
Utente
Gentili dottori, so che senza visitarmi potete solo darmi un'opinione a grandi linee.
vi ringrazio enormemente per l'aiuto. Sono molto giù di morale in questo periodo per via di questi disturbi che si sono sommati a quelli dell'ansia. L'ansia la conosco bene e anche le sue somatizzazioni ma questi disturbi digestivi che ho sembra che mi facciano scattare il panico. E non viceversa. Se penso bene, in questi ultimi anni, sono sempre stato riluttante ad uscire dopo mangiato, mi sento sempre pieno. Prima di questo periodo con disturbi di sudorazione, tachicardia e agitazione quando mangiavo un po' di più sentivo subito come un palloncino sotto lo sterno, una pressione che dall'interno spingeva verso l'esterno. Spero di essere chiaro :-) Che peggiora se mi siedo. È qualche anno che lo sento.
Ho provato stanotte a non prendere il gaviscon prima di andare a dormire, oggi mi sono svegliato con bruciore in gola. Ho la gola molto arrossata. Può arrossarsi per il reflusso anche se non mi sveglio con l'acido in bocca? A me sembra che a volte, dopo un paio di ore dal pasto, mi salga su del liquido, che non brucia, nella trachea.
Quando ho il bruciore di stomaco di riflesso sento bruciare anche la trachea.
Per la paura che ritornino quei sintomi sto mangiando davvero poco in questi giorni, quindi mi sento debole e sono anche stitico. Ho anche sofferto di emorroidi in passato e le ho avute per 3-4 giorni anche quest'estate.
Se premo appena sotto lo sterno sento dolore.

Ho telefonato adesso e ho prenotato la visita dal gastroenterologo lunedì pomeriggio.

Mi potete tranquillizzare? Potrei avere dei disturbi gravi?
Grazie dottori.

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non si tratta di cosa grave o di brutte patologie, si tratta solamente di una patologia da reflusso con in associazione un rallentato svuotamento gastrico. Sono utili procinetici, antiacidi ed antisecretivi. In pratica una "consistente" terapia antireflusso che le sarà prescritta dal gastroenterologo.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille dottore. E questo giramento di testa che mi viene con sudore anche stando seduto dopo 3 ore il pasto è provocato sempre da questi disturbi? Oggi ho mangiato solo un panino con una frittata di due uova al forno, senza verdure. Mi andava solo questo. Sarà anche la debolezza che viene per mangiare così poco? Non credo di arrivare neanche a 700-800 calorie. Il gelato artigianale lo posso mangiare, tipo crema e pistacchio tanto per inserire un po' di calorie?

Dovrei chiedere qualcosa al gastroenterologo per la celiachia o altre intolleranze? Da bambino se bevevo il latte a volte capitava che lo vomitavo nel giro di mezz'ora, da adulto il latte non lo bevo quasi mai perchè mi porta mal di pancia e senso di gonfiore. Ma lo yogurt non sembra che mi faccia male.

La terrò informata dopo la visita, grazie mille.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo sia da ricercare sicuramente l'intolleranza ala lattosio. Il gelato "potrebbe" consumarlo a patto che non sia intollerante al lattosio.


Saluti



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Dr. Cosentino, la visita me l'hanno spostata a Lunedì 3 settembre. Avrei desiderato andarci prima. Fino ad allora che faccio? Continuo a mangiare come ho letto in questo suo articolo?
https://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-il-reflusso-gastro-esofageo-a-tavola.html

1) Il Gaviscon per ora lo prendo solo quando sento il bruciore arrivare? Sento brucior di stomaco a volte un'ora dopo mangiato a volte dopo 4 ore.
2) Gli sbandamenti che sento da seduto non sono correlati? Non ho nausea e non gira la stanza o gli oggetti, sento solo come un dondolio. È solo ansia e stress portato da questa condizione?

Grazie per il tempo che mi dedica.
Saluti

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ok per l'alimentazione riportata nell'articolo e l'antiacido deve essere continuato e preso lontano da pasti e prima di coricarsi. Il senso di vertigini non è connesso ai disturbi digestivi..

Ci aggiorni a dopo la visita.



Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Lo farò, grazie e buon fine settimana.
Saluti

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla e buon WE anche a lei.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it