Aria condizionata e reflusso

Buonasera Dott.re
Dopo essere stato operato per levare una cisti dal lato sinistro del cervello che mi causava epilessia ho iniziato a soffrire per la prima volta in mia vita di reflusso gastroesofageo.
Nel corso dell'anno il sintomo si e' attenuato,mi causa bruciore stomaco esclusivamente pomodoro,frutti come l'arancio e i cocktail alcolici,tutto cio' che ho deciso quindi di evitare.
In questo periodo pero' mi preoccupano gli SBALZI DI TEMPERATURA ,soprattutto le entrate ed uscite in ufficio,dove c'e' l'aria condizionata fissa a 22 gradi che il capo non vuol alzare nonostante i miei lamenti..anche se mi metto una canottiera,una camicia ed un golf,mi sento forti bruciori allo stomaco e dolori ai fianchi,con feci tendenti al liquido al bagno...puo' darmi una soluzione per risolver cio' o non esiste??
la ringrazio in anticipo
cordiali saluti
Giorgio
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Le feci poco formate ed i dolori addominali non sono legati al reflusso,
Ma ad una probabile colopatia funzionale (sindrome del colon irritabile),
non legata tanto all'aria climatizzata quanto invece a tensioni emotive.

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test