Utente
Buongiorno dottori vi scrivo per avere un vostro parere su una situazione complicata. Durante il prericovero per un piccolo intervento mi hanno trovato la bilirubina diretta alta(2,85) e mi hanno consigliato ecografia dell'addome completo. Dopo essermi rimesso da intervento(varicocele) ho dovuto prendere bactrim per una prostatite. Dopo qualche giorno di utilizzo ho inizato ad avere forti dolori al fianco destro e sotto ultima costa sempre a dx. Ho eseguito eco addome completo e si rileva fegato aumentato di volume con ecostruttura conservata indenne da lesioni focali. Regolare il lume transonico della colecisti che mostra pareti livemente ispessite e regolare calibro delle vie biliari. In seguito ho eseguito analisi sangue:
Transaminsasi got 34 15/37
Transaminasi gpt 74 * 30/65
bilirubina totale 2.95* 0/1,00
bilirubina diretta 0.41* 0/0.3
bilirubina indiretta 2.54** 0/0,75
fosfatasi alcalina 77 50/136
gammaGT 44 15/85

Ora non so più cosa pensare. sono andato sia dal mio curante che da uno specialista che prima mi ha chiesto se avevo mai fatto esami per epatite (sono vacinato per la B e donatore avis circa 1 anno fa ultimo contollo per B e C) poi mi ha detto che possiamo provare con una dieta e tra qualche mese ricontrollare oppure un calcolo non evidenziato(in famiglia ci sono casi di calcoli alla colecisti)
Io non bevo e faccio già una dieta sana. Ci sono ulteriori analisi da svolgere? a che cosa possono essere dovuti questi valori cosi alti?
i miei sintomi sono legati principlamente a questo dolore e a continua nausea. (ho anche un piccolo calcolo renale a destra per non farmi mancare nulla )
Spero in un vostro aiuto sul possibile percorso da intraprendere perchè non vi nascondo una certa preoccupazione.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
<<mi hanno trovato la bilirubina diretta alta(2,85)>>

a me sembra che sia alta l'indiretta,
il che deporrebbe per l'ittero benigno di Gilbert.

Non vedo segnali di allarme in quanto racconta,
il gastroenterologo ha formulato una qualche ipotesi diagnostica?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore Quatraro la ringrazio per la risposta. Per prima cosa ho sbagliato ovviamente. durante il prericovero era alta la bilirubina totale e nelle analisi di questi giorni ovviamente si è capito che il problema era principlamente su quelle indiretta.
Il medico dopo avermi visitato bene ha accennato allo stesso morbo che dice lei e segnala che il fegato è davvero ingrossato ma più per conformazione, unico suo dubbio la coliciste ispessita che potrebbe segnalare fango biliare o un calcolo non rilevato. ma il morbo di Gilbert da vaori di bilirubina così alti? le gpt non preoccupano anche se leggemrente alte? posso escludere problemi gravi quindi? Grazie ancora e scusi l'errore.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il Gilbert può dare valori anche più alti.
I valori di GPT sono solo lievemente mossi,
per gli scarni dati offerti e con i limiti della distanza,
confermo quanto scritto in replica #1.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore. Purtroppo non ho altri dati da poterle dare se non la mia sintomatologia e esiti ecografia e analisi del sangue. lo specialista mi ha solo detto di stare tranquillo e che è tutto ok, secondo lui i dolori posso essere più dovuti al calcolo o ad un pochino di fango biliare. In sostanza mi pare di capire che il mio fegato funziona cmq bene giusto?

Purtroppo dovrò prendere per 3 giorni nuovamente antibiotico(zitromax) per 1 otite abbastanza dolorosa,posso stare tranquillo per il fegato e le vie biliari o ci possono essere problemi?

Questa sindorme di Gilbert va controllata? necessità di particolari attenzioni? ho scoperto che anche mio padre ha sempre avuto la bilirubina indiretta alta(con valori molto più bassi ma cmq non nella norma) Grazie ancora per la cortesia e disponibilità

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nessune particolari attenzioni se non quelle di tendere ad una vita sana e regolare.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Gentile Dottor Quatraro le scrivo per avere un suo parere su una situazione che purtroppo non si riesce a risolvere. Da circa ormai un mesette ho notato che le feci sono tutti i giorni di colore giallognolo (non mi era mai capitato prima). 10 Giorni fa a seguito di dolori molto forti all'addome sia lato sx che dx sono stato in ps. Le analisi hanno evidenziato una bilirubina totale di 2,75(non abbiamo le due voci divise) le transaminasi alt 49 (a Dicembre erano a 27) i leucociti a 4,73 con valore minimo a 5,2 e le piastrine di poco sopra il limite. I dolori continui al fianco principalmente destro continuano. Domani vedrò lo specialista e non le nascondo che sono abbastanza preoccupato perchè oltre a Gilbert che ho sempre avuto mi pare chi ci siano altre problematiche. Tra qualche giorno dovrei recarmi a fare la donazione Avis ovviamente farò presente tutte queste problematiche ma secondo lei dovrei evitare la donazione? ovviamente farò anche le analisi per l'epatite ma secondo lei potrebbe essere possibile averla presa durante l'operazione di varicocele che ho fatto a Dicembre? sono molto molto preoccupato.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
... continuo a non riscontrare segni di allarme,
nè ragionevoli sospetti di epatopatia.

Affronti la visita con tranquillità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Le crede Dottore? sicuramente la suggestione può influenzare ma neanche la colorazione delle feci gialle da circa un mese e i continui dolori al fianco? La ringrazio domani valuteremo come muoverci con il collega. grazie ancora

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla.

Ci aggiorni pure se riterrà.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore. Ho eseguito la visita di controllo e il medico conferma quello da Lei già segnalato. Ora però ho avuto dei problemi durante il predonazione del sangue. I valori riscontrati non sono stati ritenuti molto "buoni" e quindi non è ancora deciso se potrò fare la donazione o no. oltre a questo problema però sono rimasto un pochino spaventato da quello segnalato dal Dottore del trasfusionale. Mi ha detto che i valori del globuli bianchi sono un pochino bassi rispetto al io solito e soprattutto c'è inversione tra neutrofili e linfociti. questo secondo lui indica qualche problema virale o visto che anche le transaminasi sono un pochino altine qualche problema al fegato. Parlava addirittura di epatite non virale? è possibile davvero? esiste un esame di verifica? questo porta alla cirrosi? le allego le ultime analisi fatte questa mattina per avere un suo riscontro.
leucociti 4.22 (4,10)
eritrociti 4.97 (4,5 6,3)
emoglobina 15,1
ematocrito 43%
globulare medio 87,3
contenuto medio hb 30,4
piastrine 176
neutrofili 46,1% (50-70) *
eosinofili 2,4%(1-4)
basofili 0,5% (0-1)
linfociti 41.5 % (20-40)
monociti 9.5 (2-12)
virus epatite c e b negativi
transaminasi alt 76 * (30-65)
fosfatasi 78 (50 -136)
gamma gt 51 (15-85)

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si tratta di lievi fluttuazioni che non consentono diagnosi
ma sulle quali il medico trasfusionale ha pensato di invitarla ad un approfondimento.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Quindi secondo lei Dottore è ancora tutto in un quadro clinico normale? Il fegato infiammato necessità di molto tempo per ritornare nella norma? le transaminasi nel giro di 2 mesi sono rimaste sempre invariate e tenga conto che non bevo e non mangio niente che possa far male

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Perchè parla di <<fegato infiammato>>?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
Perchè è quello che sostiene il medico. Onestamente non so proprio più come muovermi e come affrontare la questione. Potrebbe consigliarmi qualche specialista Epatologo (sono in zona Varese). Magari in questo modo riesco a trovare il bandolo della matassa. Sembra che nessuno sia in grado di risolvere questa situazione. I sintomi e le analisi sono sempre gli stessi nessun segno di miglioramento e non vorrei trovarmi visto che ormai sono passati 2 mesi con qualche problema cronico.

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non possiamo fornire specifici nominativi,
ma nulla le vieta di consultare la pagina del nostro sito
https://www.medicitalia.it/specialisti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
Gentile Dottore le scrivo per aggiornarla sulla situazione. Ho effettuato visita epatologica presso ospedale Niguarda di Milano e mi hanno detto che allo stato attuale era inutile allarmarsi e di tenere monitorata la situazione. Ho rifatto le analisi come accordi con il collega e le transaminasi Alt sono leggermente salite 84 (valore normali 15-65), la biluribina diretta nella norma e indiretta leggermente alta per via del Gilbert. Gli altri valori emocromo- gammagt -fosfatasi nella norma. Ora tra un mese dovrò ripeterle e poi ricontattare il collega. Avrei due domande da porle visto la sua infinita cortesia.

-Sono circa 15 giorni che avverto un prurito molto inteso sul corpo può essere collegato al fegato o con questi valori è impossibile?

-Non rientrando nei valori normali dopo 4 mesi ormai le mie transaminasi saranno sempre alterate? a lungo andare il mio fegato risentirà di questa situazione?
Sto molto attento ad alimentazione non bevo alchool e evito più possibile uso di farmaci. Grazie mille

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1. è improbabile,
2.3. non è detto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, le scrivo dopo mesi di distanza per aggiornarla della situazione. Ho rifatto gli esami e le transaminasi sembrano essere rientrate su valori standard circa 30 sia AST che ALT. il problema però è che la bilirubina nelle ultime analisi era a 5,80 con la diretta a 0,70. L'epatologo mi ha consigliato di rifare gli esami tra 15 giorni per verificare il tutto perchè secondo lui questi livelli così alti è difficile siano compatibili con il Gilbert, il 30 di Aprile la bilrubina però era quasi normale con la diretta a 0,20 e la totale a 1,60. Ho cambiato da circa 1 mese lavoro e spesso per via degli impegni a pranzo ho proprio saltato il pasto rimanendo a digiuno per quasi 12 ore, questo può avere influenzato l'esito delle analisi? ovviamente ora eviterò di rimanere a stomaco vuoto per tante ore, in questi giorni avverto un prurito davvero fastidioso in tutto il corpo scendendo la bilirubina dovrebbe diminuire? il prurito legato al fegato e sali biliari si ha con l'aumento della bilirubina diretta o quella indiretta?
Grazie per la solita attenzione e cortesia.

[#19]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il prurito (nelle epatopatie) è legato ai sali biliari e non alla bilirubina.

Il digiuno influenza il dosaggio della bilirubina nel Gilbert.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#20] dopo  
Utente
Buonasera Dottore il mio epatologo ha voluto ricontrollare le analisi e la bilirubina è scesa a valori da Gilbert (3,30 indiretta 3,00).
le transaminasi sono leggermente salite ma a 39 e ha voluto controllare anche colesterolo totale 171
hdl 42 valori normale (30-75)
ldl 84 valori normali (0-150)
trigliceridi *226 (35-160)
i valori dei trigliceridi negli anni passati era sempre nella norma può essere un segnale di problemi al fegato o è dato solo da alimentazione? non credo di fare una dieta scorretta. il valore è preoccupante?

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non esistono <<valori da Gilbert>>!

Il valore dei trigliceridi è elevato e va posto rimedio,
a partire dalla dieta.

Ne deve parlare dapprima con il suo curante.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#22] dopo  
Utente
valori gilbert è quello che mi ha detto l'epatologo. Secondo lui è assolutamente quello a dare quei valori di bilirubina essendo tutta indiretta.
Le assicuro dottore che la mia dieta è assolutamente equilibrata e priva di "schifezze" infatti fino a 12 mesi fa i trigliceridi erano su valori normalissimi e lo sono sempre stati.
leggendo sul vostro forum ho notato che questo consulto sembra essere simile alla mia storia.https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/191050-dolori-alto-addome-a-destra.html

Secondo lei i trigliceridi così elevati possono portare ad un fegato grasso?
il medico curante mi ha solo detto di mangiare le noci e che dovrebbero scendere da soli. Ovviamente io sono molto preoccupato perchè i dolori continuano e non so più cosa mangiare per evitare di creare problemi al corpo. Intregratori di olio di pesce e omega 3 secondo lei possono aiutare?
Grazie davvero per l'infinita pazienza, faccio fatica a vedere una soluzione per questa storia complicata.


[#23]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
<<Secondo lei i trigliceridi così elevati possono portare ad un fegato grasso?>>
Si

<<Intregratori di olio di pesce e omega 3 secondo lei possono aiutare?>>
Si

Non ho dubbi che lei abbia una dieta equilibrata,
ma a volte questo non è sufficiente a causa di un dismetabolismo
che impedisce all'organismo di smaltire il grasso in eccesso.
A questo punto potrebbe essere utile una visita specialistica endocrinologica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#24] dopo  
Utente
Grazie Dottore. Le confesso che ho una confusione in testa spaventosa e sono anche molto impaurito. Secondo lei il mio quadro potrebbe essere compatibile con la steatosi epatica da farmaci? ho letto che può addirittura evolvere in cirrosi.... ma se si trova il modo di abbassare i trigliceridi si può evitare la steatosi?
ho fatto un sacco di ecografie fino ad ora a nessuna evidenzia fegato con problematiche. in 5 mesi qualcosa si sarebbe dovuto vedere oppure può essere che sia visibile più avanti perchè ancora in fase "limitata". Ultima ecografia fatta al Niguarda con una Dottoressa Epatologa specializzata proprio in Ecografie Epatiche.
mi consiglia altri accertamenti oltre alla visita dall' Endocrinologo?
Oggi ho la visita con il mio gastroenterologo di fiducia.

[#25]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Riducendo i lipidi ematici si riduce la possibilità del loro accumulo intraepatico.
Si confronti con il suo gastroenterologo sulla necessità di un inquadramento endocrinologico.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#26] dopo  
Utente
Grazie Dottore, il Dottore che mi ha in cura mi ha detto di fare alcuni esami del sangue tra 20 giorni che i trigliceridi per ora sono alti ma non preoccupanti e che il mio fegato dall'ecografia è sanissimo (valutando anche le immagine che secondo lui sono ben chiare e non lasciano dubbi). Non lega il prurito e i dolori a nessun problema di fegato.
Non saprei come comportarmi ora.

[#27]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ribadisco l'utilità di una valutazione endocrinologica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#28] dopo  
Utente
Grazie Dottore tra 15 giorni farò nuovamente le analisi e se non ci saranno cambiamenti farò presente al medico nuovamente questa valutazione.
Tengo a precisare che la sera prima del prelievo per evitare valori bilirubina alti prima di andare a letto ho mangiato una barretta di cereali molto zuccherata(circa7/8 ore prima del prelievo) e che il 2o e3o giorno prima della mattina del prelievo ho fatto pranzi e cene abbastanza "intensi"( senza alchool) ma il giorno prima del prelievo no escludendo la barretta mangiata stupidamente.
1)Secondo lei queste cose hanno potuto in qualche modo influenzare l'esito?
2) vede urgenza nella valutazione che richiede oppure e possibile rimandare a dopo le vacanze? (Visto che al ritiro delle analisi il mio medico andrà in ferie se ne riparlerebbe a settembre)

[#29]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1-2. no
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#30] dopo  
Utente
Grazie Dottore se non la disturbo quando avrò gli esiti delle nuove analisi le comunicherò la situaZione.
Ps il no 2 indica non c'è urgenZa oppure no non posso rimandare a dopo le ferie.
Grazie davvero per la sua pazienza mi è molto di conforto in questo periodo difficile.

[#31]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Confermo entrambe le sue deduzioni sul punto 2.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#32] dopo  
Utente
Gentile Dottore torno ad aggiornarla perchè davvero la situazione sembra sempre più complessa. Ho rifatto le analisi e i trigliceridi sono scesi a 100 e quindi nella norma colesterolo totale hdl e ldl nella norma. I valori del ferro sia generali che nel fegato anche,lipasi,amilasi, ves protrombina,pcr proteine totali alfafetoproteina tutto nella norma. Elettroforesi solamente un piccolo sbalzo nella percentuali delle alfa2 7,5 (8-12) (che invece sono a range nella quantità) mentre il resto è tutto ok. gamma gt fosfaatasi ok e transaminasi scese a 27 alt e 22 ast. asterisco invece per gli acidi biliari che sono 7,6 su valori da 0 a 6.
cosa ne pensa?

ultimamente fisicamente sono davvero provato. Stanchezza, continui dolori alla testa e pressione alle orecchie, diffiicile digestione,dolori al fianco e sono davvero irrequieto tanto da dormire massimo 4 ore a notte e da essere sempre molto teso e nervoso.
Ritiene che i valori dei triglicerdi siano attendibili ora?

come rimedio ho mangiato solo alcune noci e qualche capsula di omega 3 ma proprio di rado.

[#33]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Riconfermo le repliche #25 e #27.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#34] dopo  
Utente
Gentile Dottore le scirvo nuovamente perchè non riesco a venire a capo della situazione.In questi periodi ho effettuato una visita endocrinologica e il medico mi ha detto che per lui non ci sono problemi ho fatto anche analisi tiroide tutto ok. Secondo lui i valori alterati ma comunque nella norma dei lipidi sono dati dal fatto che nn faccio movimento (prima non ne facevo comunque ma erano perfetti). Non contento di questa risposta mi sono rivolto ad 1 altro epatologo di un ospedale importante di Milano, il quale vedendo l'eco afferma che ho effettivamente la steatosi (altro medico epatologo che ha fatto eco mi aveva assicurato di no) ma che questo non ha nulla a che fare con i miei disturbi e i valori del colesterolo. Sono in attesa di fare esami per eaptiti autoimmuni e celiachia. le ultime analisi dicono alt a 40 e colesterolo totale 192 hdl 45 e ldl 136 con trigliceridi a 54. a me tutto questo non sembra normale, considerando che non riesco a mangiare molto se nn cibi leggerissimi e in bassa quantità. Possibile che in quelli che dovrebbero essere considerati migliori reparti d'Italia nessuno sia in grado di gestire questa mia problematica? purtroppo mi è impossibile venire a bari per farmi curare ma lei non può indicarmi qualcuno a cui rivolgermi? anche con un messaggio privato, si metta nei miei panni ho speso in 9 mesi un capitale e non sono riuscito ad avere una diagnosi e un percorso terapeutico adatto.
La ringrazio.