Utente
Buonasera a tutti i dottori. volevo un consulto sul mio problema che mi sta dando tanta noia e brutti pensieri.
Ho 25 anni, e pratico molti sport. Circa due mesi fa, dopo la mia sessione di allenamento, ho cominciato a sentire un dolore tra la terza e la quarta costa molto vicino allo sterno. Siccome mi era già capitato non ci ho fatto molto caso, mi sono fermato dagli allenamenti per un paio di settimane e basta.
Dopo circa due o tre settimane il dolore non mi passava e in più ho cominciato ad avere, dopo un pasto ben preciso, bruciori di stomaco e continue eruttazioni. Prendendo gli anti-acidi normali (mai presi in vita mia fino ad allora) mi passava il bruciare ma le eruttazioni no ne, tantomeno il mio fastidio a livello sternale.
il mio medico mi ha prescritto una gastro (fatta dopo due mesi oggi stesso) nel quale si sottolinea la presenza di reflusso biliare.
Mi ha dato la cura di pratopranzolo e di noremifa per un mese ma mi chiedo se riuscirò a tornare come prima. Non leggo belle cose sul reflusso biliare in più mi è stato detto in pratica di diventare astemio, che devo seguire una dieta precisa con l'assenza di certi cibi e di smettere di fumare (fumo tre o quattro sigarette non di più). Vorrei capire se si guarisce da questo reflusso con sti farmaci.
Ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
S tranquillizzi. Assuma la terapia, smetta di fumare (il fumo é sempre dannoso !), mentre per il resto solo moderazione e può alimentarsi con tutto.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Parlerei più correttamente di reflusso GastroEsofageo.
Utile l'esecuzione di una gastroscopia diagnostica.
Nessuna paura, il problema è gestibilissimo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3] dopo  
Utente
Vi ringrazio per il rapido consulto. Volevo chiedervi se questo problema mi possa essere nato dopo una pranzo in particolare. Vi spiego, 4 anni fa ho avuto lo stesso problema a livello costale (come un spillo tra appunto, la terza e quarta costa) che dopo lastre, ecografia e infiltrazioni era passato in circa tre o quattro mesi.
Da allora ho sempre avuto degli strani scrocchi allo sterno ma non avendo dolore ho sempre fatto allenamenti calistenici e ho continuato con la mia vita normale.
Quando mi è rientrato questo dolore due mesi fa non avevo nessuno problema con i reflussi (è possibile non accorgersi?) è solamente dopo un pasto in particolare che mi è partita l'acidità di stomaco.
La mia domanda è : è possibile che questo problema lo ha scaturito un cibo in particolare?
è possibile che soffra di questi reflussi da anni e non me ne accorga tanto che lo stesso dolore di 4 anni fa era per il reflusso?
è possibile che tutto questo mio preoccuparsi perché non trovo una spiegazione aumenti questo reflusso?
Faccio notare che mi sono rotto un femore, scheggiato una testa del perone, ho circa una sessantina di punti su tutto il corpo, legamenti collaterali stirati tante volte per aver fatto a livello agonistico calcio ma a livello psicologico sta cosa di non sapere cosa ho allo sterno mi ha sempre distrutto. Avrò trovato il motivo ?

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
L'ansia può accentuare il reflusso ma non ne rappresenta la causa,
altrettanto vale per il pasto riferito e per l'attività sportiva.

I sintomi possono comparire in fasi alterne,
riconfermo l'utilità di una gastroscopia diagnostica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente
ma quindi oltre l'esogogastroduodenoscopia che ho fatto ieri devo fare un altra? in che consiste ?

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
No, parlo di quella già fatta.

Può cortesemente riportare il commento endoscopico integrale?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
referto : esofago regolare per calibro, decorso e rivestimento mucoso.
linea Z regolare, coincidente con la giunzione esofagogastrica .
Abbondante reflusso biliare. Stomaco con pliche ben appianabili, rivestito da mucosa regolare. Piloro regolare.
bulbo e seconda porzione duodenale regolari.

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non è stata evidenziata la condizione anatomica favorente il reflusso (incontinenza cardiale, ernia).
Una precisa definizione diagnostica è ottenibile attraverso la pHmanoimpedenzometria.

Ne parli con il suo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
ok, la ringrazio. Ma giusto per evitare di cercare su internet cosa è mi può spiegare di cosa si tratta? sa... sono un metalmeccanico e diciamo che questo è tutt'altro che il mio campo ...

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gastroscopia del tutto normale e sintomi transitori e saltuari.

Deve solo tranquillizzarsi ed assumere, sotto consiglio del suo medico, l'adeguata terapia per controllare i disturbi.

Si dimentichi però del suo stomaco ....


Buona Pasqua
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
si ha ragione. Anni fa ho letto dei libri sula riflessologia e su come la nostra mente abbia un gran potere sul nostro corpo, di certo non aiutano stati di ansia e nervosismi ma aiuta di più lasciar decorrere ed aspettare; pur sapendolo ci sono cascato anche io ma, appunto, non mi era mai capitato ergo mi sono fatto prendere da brutti pensieri e agitazioni. Vi ringrazio, aspetterò questo mese seguendo la cura .

Saluti.

Buona pasqua.

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene e a risentirci.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
Utente
Salve!
Come da consiglio sto seguendo la terapia. I problemi non sono migliorati gran che .
Sono ormai sette giorni che sto prendendo quello che mi ha dato il dottore, ho smesso di fumare, non ho bevuto alcolici e caffè, niente cioccolato. Mi aspetterei un miglioramento . . .
Quando è che,più o meno, questa cura incomincia a fare effetto?
Posso sembrare impaziente ma sono tre mesi che tra dolori allo sterno, eruttazioni continue e nodo alla gola non mi danno tregua. Vorrei tornare alla "normalità".
Ringrazio questo servizio e questo forum e i dottori. E' molto utile e molto veloce e sbrigativo rispetto ai metodi tradizionali della coda al dottore. Grazie ancora.

[#14]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
A maggior ragione le rinnovo il consiglio in replica #8.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#15] dopo  
Utente
Mi auguravo che dopo lastre, esami del sangue, elettrocardiogramma e gastroscopia mi sarei guarito senza dover fare altri esami...
vorrei capire se magari è troppo presto per mettermi in testa di fare altri esami quando la terapia è di un mese e ci vuole, effettivamente, più tempo e pazienza..
comunque, in cosa consiste questo esame ?
e soprattutto... il reflusso biliare da che cosa può essere portato ? io ancora non è che ho capito bene... è differente da un reflusso "normale" ?

[#16] dopo  
Utente
sono a tre giorni dal finire la terapia ma i problemi non mi sono passati del tutto. Ho continue eruttazioni e il dolore allo sterno persiste.
Andare dal mio medico (che di professione è un dentista) non penso che i aiuti più di tanto quindi, vorrei fare questa manoimpedeziometria o quantomeno consultare un gastroenterologo.
Vorrei farla nel giro di una settimana e siccome mutualmente dovrei aspettare i mesi a chi mi posso rivolgere? grazie Luca

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
... presso l'Unità di gastroenterologia dell'Ospedale della sua città.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it