Utente 207XXX
Buongiorno dottori,
scrivo per un consulto.
Da qualche tempo soffro di un dolore piuttosto persistente all'altezza della costola sinistra. Questo dolore ce l'ho da un annetto, ma all'inizio capitava che dopo qualche giorno facendo alimentazione controllata e fermenti passava.

Adesso invece è circa un mesetto che è continuativo, e si estende spesso anche alla schiena. Le feci sono regolari non diarroiche, ma sono in ogni caso un pò "sfatte". Alterno periodi in cui pur andando in bagno regolarmente mi riempio d'aria a periodi in cui invece devo andare spesso in bagno.

Il mio medico di base mi ha prescritto Duspatal per 10gg diagnosticandomi colon irritabile. Dopo 10 giorni non ho avuto miglioramenti, e pur rimanendo dell'idea che sia un colon irritabile il medico mi ha prescritto un'eco addome completo.
Nel frattempo io continuo ad avere questi sintomi.

Come potrete vedere dai miei precedenti consulti sono una persona molto ansiosa, e ovviamente ho paura che questi sintomi nascondano malattie maligne.

Quale è secondo voi l'iter più corretto da seguire? Dopo l'eco è il caso che mi rivolga a uno specialista?
Sono sintomi che destano preoccupazione?

Grazie per la disponibilità

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Sono sintomi che non destano preoccupazione e possono essere compatibili con un colon irritabile. Attenderei l'eco addome e valuterei successivamente una consulenza gastroenterologica.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 207XXX

La ringrazio dottore per la sua risposta, lei ritiene che non ci siano al momento i presupposti per pensare anche a una colonscopia?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Al momento non vedo un razionale per la Colonscopia ....


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 207XXX

buongiorno volevo aggiornare la mia situazione.

Venerdi ho fatto l'eco addome completo in cui non si evidenziava nulla di anomalo, il referto non mi è stato ancora consegnato ma l'ecografista mi ha detto di aver riscontrato solo aria nell'intestino.

Tuttavia io continuo ad avere i miei disturbi: dolore al fianco sinistro che a volte si irradia alla schiena, al mattino ho necessità di scaricarmi almeno due volte con feci molli a volte sfatte dopodichè comincio a riempirmi d'aria.
Il mio medico di base mi ha solo detto che è colon irritato, di mangiare meno frutta e verdura, prendere fermenti e rifare 10 giorni la cura con Duspatal.

Ovviamente sono molto preoccupata, anche perchè ieri ho notato che ogni tanto le mie feci sono sottili, nastriformi e ho letto che questo può essere sintomo precoce di cancro al colon (che è la mia paura in questo momento).

Ho già preso appuntamento con il gastroenterologo che mi vedrà dopo il periodo festivo... ma non riesco a mettermi tranquilla.
Questi sintomi sono compatibili con un colon irritato?Se ci fossero stati problemi "gravi" si sarebbero visti dall'eco?
Grazie.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ripeto. Sono sintomi compatibili con il colon irritabile e non con patologie gravi del colon.....

Si goda le festività in piena tranquillità.



Auguroni


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 207XXX

La ringrazio,
purtroppo in persone ansiose come me la sintomatologia peggiora.

Aspetterò il 7 gennaio sperando che la visita gastroenterologica aiuti a chiarirmi le idee.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto ene. A risentirci.


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 207XXX

buongiorno dottori,
volevo aggiornare il mio problema dopo la visita gastroenterologica che ho fatto ieri.

Il medico ha per il momento diagnosticato che verosimilmente si tratta di una sindrome del colon irritabile, peggiorata dai miei stati ansiosi.
Ha eseguito la palpazione dell'addome dicendo che era perfetto, visto l'ecografia che riportava tutto nei limiti.
Come completamento della diagnosi mi ha prescritto esami del sangue completi, esami delle feci per la ricerca di parassiti, coprocoltura. Ma non quella del sangue occulto. Non sarebbe importante fare anche quello?

Per il resto ha detto che secondo lui i sintomi non sono indice di cose gravi, che se gli esami sono negativi e i dolori non aumentano non c'e' bisogno di nessun altro esame, ma di portare pazienza e mettersi tranquilli.

Come cura mi ha confermato duspatal per 6 settimane due al giorno e probiotici per un mese. Nessun restrigimento di dieta.

Ho anche specificato che mia nonna ha avuto un cancro al colon all'età di 70 anni, ma in ogni caso a quanto pare non c'e' bisogno di colonscopia secondo lui.

Dal canto mio continuo ad avere doloretti al fianco sx ed evacuazioni che nei periodi intensi sono molto molli poi si regolarizzano.
Posso stare tranquilla al momento o è il caso che faccia un'indagine approfondita?
Grazie

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Stia tranquilla e dia fiducia al suo medico ( ed a se stessa ....).


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 207XXX

Buongiorno,

aggiorno la mia situazione con l'esito degli esami del sangue e delle feci che mi aveva prescritto il gastroenterologo.

L'esame delle feci è risultato negativo a tutto: sangue occulto su tre campioni, ricerca parassiti su tra campioni e coprocultura.

Anche gli Anticopri Anti Trangluminasi IgA e IgG sono negativi.
L'unico valore "sballato" ce l'ho nell'emocromo che vi riporto:

Globuli bianchi 4.33
globuli rossi 5.14
Emoglobina 11.50*
Ematocrito 38.30
Volume globulare medio (MCV) 74.50 (range da 82.00 a 99.00)*
Contenuto medio di HB (MCH) 22.40 (range da 27.00 a 36.00)*
Concentrazione media di HB (MCHC) (range da 32.00a 37.00)*
RDW 16
Piastrine 227

Gli unici valori bassi sono quelli che si riferiscono all'emoglobina quindi. Di solito da precedenti analisi, io sono anche donatrice, l'emoglobina è sempre stata compresa tra 12 e 13. A cosa può essere dovuto questo calo?
E' legato alla patalogia del colon?
Al momento rispetto a prima la situazione è un pò migliorata anche se il dolorino va e viene, almeno non è sempre costante, e le feci a giorni si presentano sfatte a giorni hanno un aspetto più normale.
grazie

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di un valore ai limiti della normalità. Non ci farei caso.


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente 207XXX

La ringrazio dottore, il medico curante non ha dato molto peso alla cosa prescrivendomi un intefgratore di ferro per un mese.

Nel frattempo dopo un periodo di miglioria in cui le feci si alternavano tra normali e un pò molli e riduzione del dolore al fianco sinistro, adesso è ricomparsa un pò tutta la sintomatologia.
Il gastroenterologo mi aveva detto di fare la cura per 6 settimane, ma appena io smetto tutti i sintomi si ripresentano.
La cosa mi scoraggia non poco.
Cosa dovrei fare, un'altra visita?una colonscopia?

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non serve la Colonscopia, ma eventualmente rivedere la terapia.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente 207XXX

Gentili dottori,

vi dsiturbo ancora una volta per le mie problematiche.

Mercoledi scorso mi sono recata per la seconda volta dal gastroenterologo in quanto :

1. continuavo a periodi alterni ad avere sintomi riferiti al colon irritabile: periodi in cui i sintomi si manifestano lievi (doloretto fianco sinistro e le solite due scariche più o meno formate al mattino) a periodi in cui il disturbo è più presente (scariche di diarrea oppure più evacuazioni al giorno con dolore alla pancia)

2. da un mesetto è comparso un fastidioso reflusso/nausea.

Il medico viste le analisi già fatte, mi ha consigliato di eseguire in più la calcoproctina fecale e ha consigliato una terapia con Pentacol 2cp da 400 al giorno.

Per il reflusso non mi ha consigliato molto: quando mi sono recata da lui avevo appena smesso la cura concordata con il mio medico di base di lansoprazolo e gaviscon fatta per un mesetto e stavo meglio. Il medico ha ritenuto che potessi anche smettere.

Fatto sta che finita la cura dopo un paio di giorni è ripresa la nausea fastidiosa più che mai e il reflusso.
Adesso ho ripreso la terapia con lansoprazolo.

Mi chiedo però come mai questo reflusso ormai da un mesetto non passa, a Febbraio dell'anno scorso ho eseguito gastroscopia in cui si evidenziava cardias leggermente beante e gastrite antrale da reflusso.
Dovrei ripetere la gastroscopia?

Sono una persona molto ansiosa e faccio subito brutti pensieri... la nausea può dipendere dal colon?

grazie.

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non deve ripetere la gastroscopia ed il reflusso può essere cronico o intermittente. Ok per la ripresa del lansoprazolo.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente 207XXX

buongiorno dottore,
La ringrazio per la sua risposta.

In effetti sia il medico di base che il gastroenterologo mi hanno detto che il reflusso non guarisce.
Quindi la cura bisogna farla ancora, per adesso ho un altro mese di omeoprazolo a 10mg e gaviscon dopo i pasti.
Poichè lamento molto nausea il gastroenterologo mi ha aggiunto raxar prima dei pasti per due mesi.

Questa nausea può dipendere dal reflusso?
Io tendo a soffrirne spesso e secondo il mio medico è una questione di somatizzazione dell'ansia.

Difatti fino a un mese fa prendevo un antidepressivo che adesso d'accordo con la mia dott.ssa ho scalato e eliminato. Ma da allora la nausea non mi dà pace.

Le chiedo anche cosa ne pensa del Pentacol per il colon irritabile?

La ringrazio.

[#17]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ansia fa sicuramente la sua parte e la mesalazina per il colon irritabile non ha razionale.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#18] dopo  
Utente 207XXX

grazie,

infatti credo che aspetterò a prenderla. Il dottore mi ha detto che me la dava per sfiammare un pò il colon.
Ammetto che ormai riesco a convivere con questo disturbo gestendomi tra alimentazione e stile di vita. Quindi a meno che non peggiori...

Adesso il problema rimane il bruciore di stomaco, possibile che dopo 2 settimane di omeoprazolo a 10mg e due di lansoprazolo a 30 ancora non trovi sollievo?
Adesso il medico mi ha dato da prendere ancora lansoprazolo a 15 oppure omeoprazolo a 10mg , ma al momento non ho nessun giovamento.

Non so cosa fare. devo aspettare?aumentare il dosaggio?

[#19]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si potrebbe provare con l'esomeprazolo, concordando però con il suo medico.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#20] dopo  
Utente 207XXX

aspetterò la settimana prossima e nel caso tornerò a sentirlo.
Grazie della disponibilità.

[#21]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla e a risentirci.


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it