x

x

Anni, di rettocolite ulcerosa, l'ultima crisi acuta con relativa diagnosi, risale all'agosto 2012,

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentilissimi Dottori

Soffro da circa tre anni, di rettocolite ulcerosa, l'ultima crisi acuta con relativa diagnosi, risale all'agosto 2012, attualmente sono in terapia con Asacol 800 3 cp al die, recentemente ho avuto la necessità di fare due cicli di antibiotico, uno a distanza di un mese dall'altro, per due problemi diversi.
Ora le scariche sono aumentate e ho anche un forte tenesmo rettale dopo la defecazione, per il momento non noto sangue nelle feci, ma le scariche arrivano a volte a superare le 10 evacuazioni al giorno.
Il mio gastroenterologo mi ha prescritto Questran 2 bustine al die, Normix 2 cp x 2 per una settimana, e clismi di mesalazina a sere alterne, il problema però non sembrerebbe risolversi.
Devo tuttavia confessare una mia brutta abitudine (dipendenza) il caffè, al mattino arrivo a prenderne anche 4 di fila, poi durante il pomeriggio spesso non ne bevo nessuno, o se lo bevo lo prendo decaffeinato, purtroppo la mia è una situazione un po' particolare perchè soffro anche di problemi psichiatrici ( disturbo borderline) della personalità, nonchè di di sturbo ossessivo compulsivo, ho tolto tutte le sostanze alcoliche ormai da due anni, ma con il caffè non ci riesco proprio.
Ho notato che le scariche si verificano soprattutto quando assumo bevande, acqua nella fattispecie, anche perchè raramente bevo bibite, non faccio in tempo a buttar giu un bicchiere d'acqua che subito devo correre in bagno, e la mattina appena alzata ho la medesima urgenza.
Sono disperata, non ho più energie e infatti soffro anche di fibromialgia con stanchezza cronica, non riesco più ad andare al lavoro con regolarità e questo mi rende depressa e sfiduciata, peggiorando notevolmente la mia situazione psicologica, già penalizzata dalla vita stessa.
La mia ultima biopsia risale al settembre 2014 e riporto di seguito i risultati:
1 Mucosa ileale con note flogistiche e lieve iperemia
2 Colon destro, mucosa intestinale con lieve flogosi cronica
3 Colon sinistro, mucosa intestinale con modesta flogosi cronica
4 Retto, mucosa intestinale con lieve flogosi cronica.
Tengo a precisare che quando ho fatto questa colonscopia, le scariche avevano una minore intensità.
Vi ringrazio per il servizio che offrite e vi saluto cordialmente.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,5k 633 347
Puo' essere in effetti una riacutizzazione, magari associata a colon irritabile. Credo vada rivalutato dal gasroenterologo che la segue. Prego.

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2013 al 2020
Ex utente
La ringrazio della risposta, ho un po' di ansia, anche perchè domani parto per l'Inghilterra e starò via una settimana, e ho un po' paura che la situazione possa peggiorare in quanto scegliere un'alimentazione adeguata sarà pressochè difficile, con il gastroenterologo infatti, siamo rimasti d'accordo che ci saremmo aggiornati al mio rientro, intanto però, resta la mia preoccupazione per l'imminente viaggio.
Di nuovo i miei ringraziamenti
Cordialità

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio