x

x

Gonfiore addominale - cause

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentilissimi dottori,
ho 53 anni e da un anno a questa parte, in coincidenza (stranamente) con la serie di farmaci che quotidianamente assumo dopo un infarto miocardico occorsomi a marzo dell'anno scorso (plavix, cardioaspirina, metoprololo, pantoprazolo, atorvastatina, norvasc, sertalina, xanax), ho l'addome e lo stomaco gonfio : sicuramente faccio una vita un pò sedentaria e non fumando più probabilmente mangio di più di un tempo. Ho spesso meteorismo ed aerofagia e sono un soggetto ansioso; mi è stata inoltre riscontrata una "sindrome del colon irritabile" e qualche calcolo "silente" alla cistifellea nonchè "reflusoo gastroesofageo" . I valori del colesterolo, dei trigliceridi e della glicemia sono regolati e normali. Sicuramente una parte del gonfiore attorno a tutto l'addome (anche ai fianchi) è dovuto anche in parte a grasso accumulato nel tempo ma il fastidioso senso di gonfiore mi preoccupa: è come se ci fosse aria negli intestini e nello stomaco. A cosa può esser dovuto tale disturbo ? Ai farmaci ? E rischioso ? si può e curare ed eliminare ? Anche l'alimentazione adeguata potrebbe risolverlo ? Ringrazio.
[#1]
Dr. Carmelo Favara Gastroenterologo 866 30 2
Lei come dice, E spero che le ė stato detto da un medico dopo accurata valutazione, soffre di colon irritabile. Sicuramente l'avita sedentaria, l'ansia, i farmaci che assume e quant'altro ne possono essere o la causa o fattori aggravanti. Inizia curare l'alimentazione e si faccia seguire da un gastroenterologo per eventuale terapia da associare a quella che già sta eseguendo.

Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#2]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Pio essere un po' di tutto: farmaci, alterazione della flora batterica intestina, qualche intolleranza (lattosio ?).


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3]
Dr. Carmelo Favara Gastroenterologo 866 30 2
Confermo ciò che ha detto il prof. Cosentino
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimi (ed anche) "pazientissimi" dottori, vi ringrazio innanzitutto per le rapide e congiunte Vs. risposte e mi scuso anticipatamente per la mia ossessività nelle richieste ma , da un anno a questa parte, da quando ho avuto l'infarto (che peraltro mai immaginavo toccasse a me a 53 anni.... ma forse erroneamente ni sentivo "invulnerabile e giovane"...), vivo ormai in una costante preoccupazione per la mia salute anche perchè non solo ho dovuto accettare il fatto che in effetti "tutto può capitare" ,,,,,,, ma anche perchè sono desideroso di cercare spiegazioni scientifiche a ciò che in effetti (con effetto "a catena" direi ...) mi sta capitando da quell'evento in modo, se possibile, di porvi rimedio .....
In merito a quanto esposto sopra Vi chiedo :
1) oltre ad una buona dieta esistono dei farmaci che possano "sgonfiare" questa tensione addominale ancghe almeno un pò ? A tal proposito, come mai quelli che ho già provato (Colinox, carbone vegetale, fermenti lattici ecc... ) non hanno sortito alcun effetto ?;
2) cosa rischio di grave con una tensione così protratta nel tempo ?;
3) in base ad una ecografia intestinale è stato solo riscontrato qualche diverticolo e aumento del meteorismo intestinale ma nulla più e, in base ad una ecografia dell'addome, nulla di particolare a parte questi calcoli silenti : concordate almeno nel fatto che almeno, come mi ha detto l'operatore sorridendo ... non può trattarsi di Morbo di Chron o tumore al Colon ? .....grazie
[#5]
Dr. Carmelo Favara Gastroenterologo 866 30 2
Per escludere patologie così importanti bisognerebbe eseguire una colonscopia ( lei già ha raggiunto l'età x farla x la prevenzione). La tensione che lei riferisce provoca solo disturbi e se lei ha anche i diverticoli esistono dei protocolli terapeutici per ridurre sua la tensione che l'eventuale infiammazione dei diverticoli .
[#6]
dopo
Utente
Utente
.... dicono che sia un esame invasivo e doloroso .... da due successivi esami delle feci a distanza di due mesi non è emerso sangue occulto ....è necessario per forza farla ? ....
[#7]
Dr. Carmelo Favara Gastroenterologo 866 30 2
L'iter corretto e': sangue occulto se negativo ripeterlo dopo un anno se positivo eseguire colonscopia, se ci sono sintomi particolarmente importanti anche se SOF NEGATIVO eseguire colonscopia.
[#8]
dopo
Utente
Utente
....i farmaci che io sto prendendo da più di un anno (plavix, cardioaspirina, metoprololo, pantoprazolo, atorvastatina, norvasc, sertalina, xanax) sono anch'essi responsabili di tali disturbi secondo lei, dottore ? ....
[#9]
Dr. Carmelo Favara Gastroenterologo 866 30 2
Questo insieme di farmaci sicuramente creano dei disturbi ma purtroppo li deve prendere per le altre problematiche che lei accusa; si può aiutare con una corretta alimentazione, molto acqua, dieta ricca di vitamine e proteine vegetali e qualche probiotico.
la saluto
[#10]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio, dottor Favara, per la disponibilità, la pazienza e la competenza. Saluti.
[#11]
Dr. Carmelo Favara Gastroenterologo 866 30 2
La saluto e a sua disposizione per ulteriori consigli.

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio