Utente
Buonasera Egregi, ho bisogno di un parere per capire come muovermi. Ho da sempre sofferto di colon irritabile e gastrite, con saltuari episodi di reflusso. Ho utilizzato nel tempo a cicli Lansox e Domperidone, con ottimi risultati. Circa un mese fa, dopo un episodio molto passeggero di reflusso, inizia una colica molto fastidiosa al fianco destro, dalla zona fegato fino quasi all'inguine; subito dopo l'insorgenza del dolore, devo correre in bagno e nel giro di qualche ora evacuo circa 7/8 volte, con feci formate e di colore marrone chiaro; @dopo essermi liberata, molto lentamente il dolore sparisce ma rimango con ua strana sensazione di gonfiore e durezza a tutto il fianco destro; inizio una dieta in bianco ma dopo circa 3 giorni inizio ad avvertire un bruttissimo sapore in bocca, come se avessi ingoiato del sapone; questo gusto amaro è forte e pungente, e lo sento anche quando passo la lingua sulle labbra, come se appunto ci fosse uno strato amarognolo fissato sulla lingua; inoltre è costante, dalla mattina alla notte. Ho eseguito una ecografia addome completa, dalla quale è risultato solo una leggera dilatazione del rene destro (11 mm), tanto che il radiologo ha ipotizzato una colichetta renale data anche la presenza di renella. Sono stata da un gastroenterologo, che dopo accurata visita ha riscontrato corde coliche, Blumberg e Giordano negativi, Murphy positivo. Ho eseguito esame urine (tutto nella norma), urinocoltura (negativa), ed i seguenti esami del sangue: transaminasi, birilubina completa, fosfatasi alcalina, gammagt e protC reattiva, tutto nella norma. Mi è stato prescritto domperidone 3 volte al giorno per 20 giorni, fermenti lattici e Diosmectal bustine. Ora, partendo dal presupposto che ho paura di questo medicinale per gli effetti che può avere sul cuore e che ho ridotto volontariamente a 2 le somministrazioni diarie, voglio dire che dopo una settimana di cura non sto riscontrando miglioramenti e questo amaro non va via. Ho scariche di diarrea alternate a stipsi e le feci son di colore normale oppure molto chiare, beige quasi giallo.
Vorrei capire se mi conviene sospendere il Domperidone dato lo scarso effetto, se mi conviene consultare altro specialista e se questa sintomatologia può essere ascritta a qualcosa di diverso dallo stomaco (ho eseguito visita odontoiatrica negativa). Grazie mille sin da ora.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Buongiorno Egregia,
il suo è un tipico quadro di colon irritabile.

Non possiamo opinare, per ovvie ragioni, su terapie assegnate da chi ha visitato ed ha dirette responsabilità di cura del paziente,

se la sua terapia è inefficace va ripensata,
... una possibilità è anche quella di consultare un secondo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Farei un esame delle feci e coprocoltura includendo ricerca di Clostridium difficile. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#3] dopo  
Utente
Vi ringrazio moltissimo per i Vostri consigli. Voglio anche precisare che ogni tanto continuo ad avere doloretti migranti alla parte alta dell'addome destro e al colon in basso a sinistra, mentre saltuariamente presento bruciore alla bocca dello stomaco, specie alla palpazione, con continua risalita di aria. Inoltre, dall'ecografia risultò anche un discreto meteorismo, in particolare ai quadranti addominali inferiori.
Ho comunque prenotato, su consiglio del mio medico di base, visita internistica per lunedì prossimo. Vi terrò in aggiornamento.