x

x

Dolore addome alto a destra

Buonasera. Ho 36 anni non fumo e non bevo. Da circa 3 mesi avverto un leggero fastidio al lato destro dell'addome , in alto; partendo dall'attaccatura tra lo sterno e le costole dal centro verso destra il fastidio è localizzato giusto a metà strada molto sotto alle costole. A settembre, dopo la visita del mio medico di famiglia mi sono sottoposta ad eco addome completo poiché sospettava sindrome del colon irritabile . L'eco non ha rivelato nulla se non due angiomi al fegato di modesta entità ( meno di 2 cm in entrambi i casi). Ho assunto fermenti e digerent per 20 giorni ma senza risultato. Nel frattempo ho fatto anche eco doppler dell'area addominale vista la pulsazione in area ombelicale molto forte alla visita; l'esame ha escluso problemi all'aorta. Mi sono sottoposta poi a prelievo del sangue; tutti gli esami si sono rivelati nella norma. Gli esami del sangue sulle intolleranze alimentari hanno evidenziato una forte intolleranza al latte vaccino ma è poco rilevante poiché non lo bevo da oltre 20 anni. Il mio medico ha prescritto un mese di terapia con obipazen; sono solo 3 giorni ma a parte la sonnolenza non ho tratto alcun giovamento dalla sensazione di pressione/ fastidio che avverto nella zona perché non si può parlare di dolore a fitte o continuo ma di vera e propria sensazione di pressione sulla zona come se qualcuno schiacciasse con un peso. Il mio medico vorrebbe scongiurare una eventuale colonscopia poiché invasiva ma francamente sono scettica. È opportuno attendere ancora o mi conviene effettuare una visita specialistica ed eventualmente una tac addome? Di cosa si può trattare? Ho sempre goduto di buona salute e la faccenda mi crea ansia e stress.
Grazie per l'attenzione che vorrete dedicarmi e mi scuso per la lunghezza del messaggio.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.8k 2.2k 88
Potrebbe trattarsi di un dolore neuropatico da problemi alla colonna vertebrale oppure di colon irritabile con meteorismo (sindrome della flessura epatica).


Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (La Madonnina), Roma (Villa Benedetta) Calabria (Reggio-Crotone)
www.endoscopiadigestiva

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio dottore. Grazie per la tempestiva risposta. Continuerò la cura
Prescritta dal mio medico di famiglia ma c'è qualche altra indagine che posso fare per Escludere eventuali altre patologie? Quali sono i sintomi della sindrome
Della
Flessura epatica di cui mi ha accennato nella sua risposta? È possibile
Che un dolore
Alla
Colonna vertebrale possa portare
Fastidio alla
Zona
Che le
Ho accennato? Grazie ancora della sua disponibilità.
Cordialmente
Saluto.