Utente 121XXX
Buongiorno.
Da circa un mese avverto dei dolori / gonfiori a tutto il fianco sinistro ed allo stomaco; si tratta di piccole fitte che avverto a volte sotto il costato sinistro e a volte nella parte bassa del fianco. Sento spesso una senzazione di gonfiore che mi procura un fastidio a livello digestivo: avverto il senso di fame ma al tempo stesso sento di essere disturbato. In questo mese ho avuto giorni (pochi) in cui questi fastidi erano marginali ed altri in cui stavo molto male.
In questo periodo sono sempre andato di corpo regolarmente (magari avvertivo più spesso la sensazione di dover andare in bagno) tranne in questi ultimi due giorni dove sono andato di corpo 3 volte al giorno con dolori alla pancia.
Premetto di non essere nuovo a questo tipo di sintomi: a Marzo di quest'anno ho avvertito gli stessi sintomi per quasi due mesi recandomi anche al Pronto Soccorso per via del grosso dolore provato una notte.
In precedenza, dopo avermi effettuato esami del sangue (con marcatori specifici) una lastra ed un eco addominale, più un eco per lo studio delle anse, non avevano rilevato nullo di anomalo.
Mi era stato perscritto del Normix e poi una cura di fermenti lattici.
Da un mese a questa parte mi sono ricomparsi gli stessi sintomi; questa volta, oltre a quanto descritto, avverto anche un gusto strano in bocca (simil metallico) in tutti i momenti della giornata.
Visti i sintomi ho pertanto ripreso la cura col Normix ma a quanto pare non sta sortendo alcun effetto.
Sono celiaco ed intollerante al lattosio da circa 8 anni e posso affermare con certezza di seguire entrambe le diete in maniera molto scrupolosa; bevo pochi alcolici (ogni tanto mezzo bicchiere di vino o una birra a pasto) e seguo un alimentazione mediterranea sana.
Non mi sono ancora recato dal medico di base perchè non penso potrebbe trovare una soluzione oltre quello che sto già facendo; pensavo ad un ennesima visita da uno specialista, ma sono perplesso perchè mentre da un lato ho il timore di "buttare via dei soldi" dall'altro la mia ipocondria mi fa propendere per scongiurare eventuali gravi malattie (specialmente ora che oltre ai sintomi suddetti avverto quel sapore strano in bocca).
Ammesso che non abbia patologie gravi non capico il motivo per il quale, sebbene segua una dieta sana, stia spesso così male.
Possibile possa essere anche solo una questione di stress? Avete suggerimenti su eventuali ulteriori indagini da eseguire?

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Penso si tratti di aerofagia.
Ad ogni modo è pur sempre necessario che la visiti uno specialista
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 121XXX

Ho effettuato una visita da un gastroenterologo. Lo specialista, dopo una visita, mi ha diagnosticato un reflusso chiamato NERD e mi ha prescritto Pariet, Debrum e Ranidil. Dopo un paio di settimane, senza particolari effetti benefici, ha cambiato la cura in Pariet, Deursil e Levopraid in gocce. Sono passati quattro giorni ma ancora una volta non ho avuto benefici. I miei gonfiori / dolori in zona sottocostale centrale / sinistra proseguono unitamente al gusto metallico in bocca. Inizio ad avere un pó di paura che si tratti di qualcosa di più grave. Ho un conoscente della mia età a cui è stato diagnosticato un tumore al pancreas e sinceramente, visti i sintomi e il fatto che dopo 3 mesi, malgrado le varie cure, stia ancora male mi fanno pensare male. Cosa dovrei fare?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Non trilevo sospetti tremendi come quelli da lei citati,
ovviamente le ho espresso il mio pensiero, che riconfermo,
in replica #1.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 121XXX

Purtroppo, ad oggi, nessun miglioramento. Il 21 dicembre sono tornato dallo specialista il quale mi ha nuovamente cambiato cura facendomi assumere del solo normix. Ieri, 26 dicembre, dopo essere andato di corpo 7 volte nel giro di 20 ore e con dolori al ventre sinistro mi sono recato al Pronto soccorso. Mi hanno fatto rx torace, ecografia ed esami del sangue (compreso isoamilasi pancreatica, colinesterasi e pcr) dai quali non è emerso nulla di grave, solo una coprostasi (nonostante sia andato di corpo molte volte). Mi hanno richiesto una pancolonscopia, perché potrei avere il colon allungato che non si libera completamente e nonostante sia tutt'altro che stitico, mi hanno prescritto movicol, fermenti lattici probiotici e normix. Prima di effettuare l'ultima visita dal gastroenterologo mi sono fatto fare un eco addome completa (privatamente) la quale non ha rilevato nulla. Ho girovagato per vari siti e/o forum su internet ed ho letto di esperienze di persone che nonostante avessero fatto ecografie e colonscopie non rilevarono nulla di anomalo, salvo poi ricredersi dopo pochi mesi quando veniva diagnosticato il tumore al pancreas. So di essere ipocondriaco, di non dover leggere queste cose su internet che hanno come unico risultato il farmi stare peggio ed il sentirmi terrorizzato e preso dal panico, però questo mio malessere che dura da tre mesi e che resiste a qualsiasi farnaci mi preoccupa molto.

[#5] dopo  
Utente 121XXX

Dopo aver letto alcuni forum su internet ho effettuto un esame del sangue in cui ho voluto verificare la glicemia ed alcuni marcatori tumorali.
So che i marcatori non sono indicati come prevenzione ma andrebbero utilizzati più che altro per monitarare una malattia già presente, però ho pensato che visti i sintomi che perdurano da 3 mesi, vista la mia età (35 anni), e visto che soprattutto il CA 19,9 dovrebbe essere presente in valori elevati nel 80% dei casi, la loro negatività mi avrebbe quantomeno potuto tranquillizzare.
Ho letto anche che in caso di tumore al colon alcune persone hanno valori alti di glicemia.
Questi sono i risultati:

GLICEMIA: risultato 92 mg/dl (intervallo 60 / 100)
CEA: risultato 0,6 ng/ml (intervallo fino a 2,5 per non fumatori)
ANTIGENE CA 19.9: risultato 13,7 U/ml (intervallo fino a 37,0).

In teoria dopo queste analisi del sangue, sommate a quelle effettuate in Pronto Soccorso, le ecografie in cui non è stato rilevato nulla, dovrei mettermela via e trovare un pò di tranquillità, però al tempo stesso fichè non trovo la soluzione alle mie problematiche ho sempre paura di avere una patologia tumorale che, vuoi per la posizione vuoi per lo stadio iniziale, non sia ancora rilevabile.
La cosa che mi da conforto tra virgolette è che questo tipo di tumore del quale sono terrorizzato dovrebbe provocare sintomi quando è in fase avanzata; quindi dopo 3 mesi di fastidi, vista la mia età si sarebbe dovuta già trovare qualche anomalia tale da lasciar supporre questo tipo di patologia (ma ovviamente sono tutte mie delucubrazioni basate su articoli letti in forum medici su internet).
Ho letto però anche di persone che nonostante varie analisi e/o indagini negative hanno scoperto solo successivamente di soffrire di una patologia tumorale.
Il 7 di Gennaio (tra 9 giorni), come richiesto dal Pronto Soccorso, effettuerò una pancolonscopia.
Questo tipo di esame però mi pare non permetta di esplorare il pancreas.
Non sarebbe stato meglio effettuare una gastroscopia?

[#6] dopo  
Utente 121XXX

Salve, sto continuando a stare male. La cura prescrittami al pronto soccorso non ha fatto effetto. La sera dell'ultimo dell'anno ho mangiato del pesce e bevuto vino. Il giorno dopo ho avuto un gran mal di stomaco con acidità. A pranzo non ho praticamente mangiato nulla ed alla sera qualcosa. Sono poi stato meglio ma ieri sera dopo aver mangiato una pizza (ed aver bevuto acqua) ho accusato un forte mal di stomaco che mi è durato poco. Sembrava che le cose andassero meglio ma poi la notte mi sono svegliato con mal di pancia, feci molli e mal di stomaco con un sapore dolciastro in bocca. Ovviamente tutti i miei sintomi iniziali (sapore metallico e gonfiore al colon) sono sempre presenti. Da una settimana ho anche male ak centro della schiena, al collo ed alla scapola sinistra. Ormai sono più di tre mesi che sono in queste condizioni e ne soffro anche dal punto di vista psicologico. Mi sveglio molto presto e poi non riesco più a dormire per via dei pensieri che mi assillano. Sarebbe meglio facessi una gastroscopia o una tac addominale? Tutti gli esami fatti finora possono escludere una patologia tumorale al pancreas? Attendo speranzoso un vostro consiglio. Grazie mille