x

x

Il dolore è sempre più costante

Buongiorno,
Da 3 mesi circa più o meno quotidianamente ho iniziato a soffrire di uno strano dolore sempre di tipo colico quasi crampiforme mai intensissimo ma costante localizzato proprio al centro dell'addome un paio di centimetri sopra l'ombelico.
Nelle settimane successive il dolore si è diffuso anche al fianco destro fino al cieco sempre senza grande intensità ma costante nel tempo.
Tale dolore si presenta in diverse fasi della giornata per poi passare da solo senza medicinali.
Preoccupato per la durata del dolore (più di due mesi senza miglioramenti) mi sono rivolto prima al medico di base che non ha rilevato nulla dalla palpazione addominale, soltando problemi di meteorismo e intestino pigro prescrivendomi integratori alimentari lassativi (psyllogel).
Effettivamente la regolarità intestinale è decisamente migliorata ma non il dolore. MI sono rivolto ad un gastroenterologo e anche lui dopo qualche domanda e l'esame della palpazione non ha rilevato nulla di preoccupate salvo una sindrome da intestino irritabile che già mi era stata diagnosticata qualche anno prima dopo una colonscopia.
Lo specialista mi ha prescritto un ennesimo integratore alimentare (spasmoxide) e una dieta priva di alcuni alimenti come latticini, e caffè per un mese e di ripetere la colonscopia per controllo visto che dalla precedente erano comunque passati 8 anni.
Il dolore non si è comunque ridotto anzi è aumentato non tanto nella intensità quanto nella frequenza divenendo ormai quotidiano e più duraturo nell'arco della giornata indipendente dal tipo di alimentazione presentandosi anche di notte con risvegli continui tanto che al dolore si è aggiunta anche una stanchezza per la perdita di sonno.
Pensando ad un problema al colon transverso ho effettuato di nuovo la colonscopia fimo allileo terminale esplorato per 15 cm con biopsie di prassi non rilevando assolutamente nulla.
Escluso il colon quindi ma il dolore addominale è comunque aumentato localizzato in profondità centralmente proprio 1 cm sopra l'ombelico.
Il dolore diventa fortissimo alla pressione profonda tanto che affondando la mano in profondità posso quasi sentire la pulsazione dell'aorta che irradia il dolore a tutto l'addome.
Senza pressione il dolore non è intenso ma costante quasi un leggero spasmo o una contrazione muscolare localizzata al centro dell'addome sotto lo stomaco proprio un paio di cm sopra l'ombelico dove credevo passasse il colon transverso.
Si presenta immediatamente dopo i pasti come se la pressione dello stomaco pieno lo aggravasse.
Ora visto che il dolore è sempre più costante e al tatto sento questo indurimento addominale mi chiedevo se dalla localizzazione si può trattare di un problema al pancreas che un po' mi spaventa.
Le analisi del sangue sono praticamente perfette e non riscontro altri sintomi.
Lo specialista non ha detto niente riguardo al pancreas la mia è solo una preoccupazione essendo molto ansioso.
Mi consigliate ulteriori esami? O posso stare tranquillo?
[#1]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,6k 207 8
La negatività degli esami é certamente tranquillizzante. Potrebbe essere utile una ecografia addominale per valutare un problema a livello renale o ureterale.

Dr. Roberto Rossi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la rapida risposta dottore.
Settimana prossima farò comunque una ecografia addominale completa.
Nell'attesa secondo lei vista la localizzazione del dolore al tatto nella zona anatomica proprio appena sopra l'ombelico in profondità praticamente alla base dello stomaco, secondo lei il pancreas non potrebbe essere interessato?
Quali altri sintomi potrebbe dare una patologia pancreatica?