Utente 386XXX

Buongiorno dottori.
volevo chiedervi una consiglio: da un po' di tempo sto soffrendo di dolori al centro del petto fino alla bocca dello stomaco ma per lo più sono dolori che si concentrano al centro del petto. Solitamente sono dolori persistenti che non scompaiono per giornate intere o anche per qualche settimana.
Oltre la presenza del dolore spesso compare anche la tosse stizzosa provocata per lo più da una sensazione di prurito alla gola.
Qualche volta nel mangiare avverto anche difficolta del bolo a scendere fino allo stomaco (cioè dopo che il boccone è stato inghiottito tutto il primo tratto dell'apparato digerente noyo che mo fa male e sono portata a tossire fino a quando non espello quanto mangiato).

Il medico mi ha detto che si tratta di reflusso gastroesofageo e mi ha prescritto i protettori dello stomaco. Siccome già da qualche giorno che avverto di nuovo questi fastidi, ho iniziato di nuovo a prendere i gastroprotettori.


Ma a livello alimentare c'è qualcosa che posso fare per alleviare questo fastidio? Ci sono alimenti da scartare e altri da preferire? Che tipo di alimentazione deve seguire chi ha questo tipo du problema?
Non so se sono collegati ma ho notato spesso che se mangio troppa cioccolata il dolore in petto torna.

Grazie mille per l'attenzione e buona giornata

[#1]  
Dr. Giorgio Battaglia

20% attività
0% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Ha sicuramente ragione il suo medico: prova ne è che sospendendo i farmaci le sono tornati i disturbi. Il reflusso è legato alla "valvola" cardiale che non funziona più bene e non riesce più ad impedire il passaggio dell'acido in esofago. Per evitare i dolori dovrà prendere sempre i farmaci in dosaggi più o meno elevati, insieme a poche regole di igiene alimentare e ad una dieta specifica che può facilmente trovare su internet o se vuole le mando la mia. Se però i disturbi non passano completamente o se fa fatica a passare il cibo assolutamente necessaria una gastroscopia magari in un centro esperto di reflusso per valutare meglio le eventuali lesioni o la presenza di un Barrett.
Cordiali saluti
Prof. Giorgio Battaglia
Docente Senior Università di Padova
Endoscopia digestiva ad alta tecnologia

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Egregio dottore,la ringrazio per la risposta. Nel frattempo ho fatto una visita da un gastroenterologo in ospedale. Il dottore per ora non ha ritenuto opportuno farmi fare una gastroscopia. Mi ha prescritto il pantorc 40 da prendere mezz' ora prima della colazione, il gaviscon da prendere 1 bustina dopo ogni pasto e infine il riopan compresse in caso di bruciore. Solo che il medico non mi ha detto se devo prendere questi medicinali sempre cioè anche quando non ho dolori. Mi ha detto inoltre di perdere peso ma non dicendomi se ci sono alimenti che non posso assumere.
Mi farebbe piacere ricevere il suo piano alimentare

[#3]  
Dr. Giorgio Battaglia

20% attività
0% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Quando c'è il reflusso questo è dovuto allo sfintere che non tiene, come una guarnizione che perde: non si può aggiustare ma solo cambiare. Non è come una infezione che si cura e scompare prendendo antibiotici. Come le ho detto dovrà prendere i farmaci per sempre in misura maggiore o minore insieme ad altre misure dietetiche. Per tutte le informazioni che vuole sul reflusso vada al mio sito www.giorgiobattaglia.eu
Saluti
Prof. Giorgio Battaglia
Docente Senior Università di Padova
Endoscopia digestiva ad alta tecnologia