Utente
A detta dei medici soffro di reflusso.
Il mio problema è iniziato a dicembre all'improvviso. Stavo benissimo a livello di gola E iniziato con un episodio in cui un boccone di pane mi è rimasto in gola per sfariati minuti, conseguita una crisi o di panico o altro finì in ospedale. Nel ultimo anno avevo avuto vari episodi in cui o cibo o grani di lassativi mi restavano senza motivo improvvisamente bloccati nel primo tratto gola per sfariati minuti, a cui però non è poi mai conseguito difficoltà nel mangiare o altro. Quest'ultima volta invece dopo il blocco del boccone e quella crisi ho iniziato ad avere difficoltà nel mangiare qualsiasi qualità di cibo mi da fastidio come se l'esofago fosse diventato ipersensibile.qualsiasi cosa mangio anzi oramai solo bevo mi fa gonfiare infondo a gola dove si ingoia e infondo alla gola e resta bloccato quindi devo interrompere Da prima riuscivo a bene normalmente liquidi, acqua bibite calde fredde ecc tutto il resto del cibo anche se spezzettato all'inverosimile mi era impossibile farlo scendere, allora mi limitai a litri di brodo con un solo cucchiaino di pastina, impiegavo più di un ora, finché non scese più pastina e provai con yogurt e provai passati ma mi davano fastidio uguale e ho dovuto interrompere.attualmente ho estrema difficoltà anche coi liquidi, piccolissimi sorsi e si fermano nel primo tratto. Fatto rx esofago non ci sono occlusioni né stenosi e cardias funziona bene, il tecnico mi ha comunicato che dopo aver ingoiato Bario rallenta nel primo tratto è che si è ristretto esofago e da esame cavo orale risulta infiammazione e escoriazioni. Emocromo, e analisi fegato reni celiachia eco addome e alcuni marcatori tumorali tutto nella norma. Oggi per scrupolo ho eseguito tampone per germi e funghi e esame feci per elicobacter pylori.
Ho molta difficoltà respirare, mangiare bere e del tutto impossibile, fortissimi mal d'orecchie che portano atroci mal di testa, bocca e gola costantemente secchi, aridi.periodi di molti e densi muchi che mi è difficile ingoiare o sputare e di problemi con la voce. Ho perso molti chili mi è stato prescritto limpidex 1 volta al di, antiacidi prima dei due pasti e gaviscon mezz'ora dopo. Avevo iniziato cura ma dopo 6 giorni ho dovuto interromperli perché dopo assunzione lansopranzolo aumentata secchezza bocca gola, dolori orecchie molto peggiorati e difficoltà respirare. Presi bentelan e dopo un po' mi senti leggermente meglio, ma sono totalmente infiammata e oramai vivo con questi tre disturbi costantemente, non vivo più praticamente mi è impossibile fare tutto non ho fiato da mesi ma adesso la situazione è troppo forte. Come mai questa reazione al lansopranzolo? Io prima del problema a novembre assumevo omeprazolo e non ricordo sintomi alcuno.
Potrebbe essere l'infiammazione del esofago che con contatto farmaco peggiora?
Che posso assumere?
Ah io abusai per mesi (anche nel primo mese del problema continuai) di antibiotici,pacchi e pacchi di oki, gocce orecchie, bentelan

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ha fatto una gastroscopia? ????
Quanto è dimagrita da Dicembre??
Riprovi con l'omeprazolo.
Resto a sua disposizione! Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Ancora non ho fatto gastroscopia.
Di mia iniziativa ho fatto tampone faringeo di cui esito: si evidenza marcata crescita di candida albicans
È ricerca per elicobacter pylori su campione di feci risultato positivo.
Nonostante io abbia labbra totalmente screpolate, mucose bocca gola secche lingua dolorante e con segni di corrosione ben evidenti con sapore di carne sanguinolenta in bocca non noto placche bianche in bocca, ma il mio occhio non ne capisce minimamente. E potrebbero trovarsi più giu
La candida potrebbe essere nel esofago?

Il miei problemi digestivi tra reflusso disfagia otite e respiratori partono da fine dicembre e tutt'ora presenti in modo sempre più accentuato , ma nei mesi antecedenti cioè da settembre fino a dicembre la regione dei forti problemi era legato al tratto intestinale totale stitichezza fortissimi dolori addominali molto gonfiore nausea e sensazione di pienezza con poche quantità di cibo, perdite muco denso e trasparente vaginale,Iiquido nel douglas e cistite quest'ultima la curai con augmentin e proprio nell'arco di quella settimana I problemi dal tratto intestinale passarono a questi attuali di punto e in bianco.

A questo punto mi chiedo, potrebbe essere stata candita dal principio? Prima del tratto Intestinale per poi passare a gastrici e esofago vie respiratorie? Oppure posso escluderlo? Considerando che improvvisamente sembro e ho reazioni allergiche respiratorie con qualsiasi cosa provi a bere pure semplici succhi di frutta che ho sempre bevuto e farmaci di qualsiasi genere. Mi nutro solo con bottigliette ensure plus prive di glutine e acqua.

La mia paura è ora come curo elicobacter e candida visto che i farmaci mi danno reazione così violenta e questo tipo di cure sono lunghe?.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Farei una gastroscopia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Volevo aggiungere che l'infiammazione e costante giorno e notte a vie respiratorie al punto che non solo respiro male e con piccoli respiri a volte col fischio, ma già da mesi fa non ho nemmeno abbastanza fiato per gonfiare minimamente un palloncino e ho apnee appena chiudo occhio, bocca gola, orecchie che mi hanno fatto aggiungere fortissime emicranie e risvegliato un infezione ad un molare vecchia di anni. Sono stata tutta la notte con la febbre. Che esame posso fare per escludere che sia candida invasiva?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Vada subito dal suo medico di famiglia e si faccia visitare.
Faccia la gastroscopia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Per la terapia x candida me la deve prescrivere il gastroenterologo, il medico di base o è uguale?

Esistono farmaci liquidi? O se sciolgo compressa in un bicchiere di acqua rischio di peggiorare infiammazione esofago? Considerando che ho difficoltà a far scendere anche l'acqua normalmente, perché si sente chiaramente che permea tra i 3-4 secondi e scende veramente lentamente nel esofago.

Il mio medico di base è pultroppo anche il gastroenterologo che ho scelto non prestano la minima attenzione a questi dettagli e mi fanno fare peggior danno all esofago sennò

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
CAMBI MEDICO.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
E un buon consiglio, ma attualmente nella mia zona l'altro medico è andato in pensione ed è rimasto solo questo qui. Mi è difficoltoso spostarmi, x il gastroenterologo sto già vedendo per trovarne un'altro.
Nel frattempo mi potrebbe dare un suo parere in merito al dubbio posto nel precedente mio messaggio?
La ringrazio ancora per l'aiuto e le risposte

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Esistono farmaci liquidi.
Le consiglio di rivolgersi al più vicino ospedale.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Buonasera ho iniziato a fare gastroscopia, il referto indica un iperemia precardiale a cui è stata eseguita biopsia.
Riceverò risposte tra 10 o 15 giorni.
Un iperemia precardiale può essere causa della mia disfagia?
Cosa andrà a rilevare da biopsia?

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
mi scriva il referto completo
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente
Esofago regolare per calibro, lunghezza decorso. Lieve iperemia precardiale (biopsia) stomaco a pareti elastiche, rivestite da mucosa rosea e indenni da lesioni in tutti i settori. Piloro per io. Bulbo rivestito da mucosa normale. In D2 pliche appiattite (bio per celiachia).

Avendo io totale difficoltà nel mangiare, bevo solo liquidi da mesi un rx esofago indicò perdita tono e peristalsi esofagea mi spiegarono che il Bario rallentava nel transito è che esofago si era ristretto.

Un iperemia precardiale cos'è? Ci sono cause magari più severe che possono creare questi problemi della motilità del esofago?
X la celiachia sicuramente uscirà negativo perché sono mesi che non assumo glutine e anche gli anticorpi per te motivo sono usciti negativi, mentre la genetica è positiva.
A voce mi è stato detto che c'è reflusso ma non riportato in referto.
Esito lieve esofagite, sospetto celiachia.

Riporto di essere positiva a elicobacter Pylori tramite esame feci, e con marcata crescita candida albincans orifaringea. Durante esame in video si sono visti nel esofago un gruppo di pallini bianchi in un area ma mi è stato solo risposto è roba tua.

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Solo esofagite da reflusso
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
Ma una lieve esofagite non può creare una perdita tono e peristalsi esofagea o sbaglio fino al punto da non poter mangiare?

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non ha fatto alcun esame che possa dimostrare perdita di tono.e peristalsi
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
Ho fatto uno studio rx esofago con Bario perché nel corso dell'anno ho avuto vari episodi di blocchi del bolo nella prima parte gola fino a diventare di punto in bianco totale impossibilità di mangiare solidi, poi cremoso, poi liquidi.il cui reperto riporta perdita tono e peristalsi esofagea in cui i tecnici mi hanno spiegato che dopo aver ingoiato il Bario non procedeva normalmente , rallentava. Da lì mi è stato consigliato di fare gastroscopia. Ma non credo che un esofagite possa creare un problema così grande a mangiare, anche perché da mesi mi è del tutto impossibile, perfino i liquidi dopo pochi sorsi di fila si arrestano nel primo tratto costringendomi a bere sempre in piedi e in movimento per favorire la discesa. Mi hanno parlato di acalasia o esofagite eosinofila.
Secondo lei posso escludere acalasia oppure no?

[#17]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'acalasia si vede chiaramente all'RX
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#18] dopo  
Utente
Scusi allora cosa può aver determinato una perdita tono e peristalsi esofagea di punto in bianco?

[#19]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non abbiamo dimostrazioni che ci siano perdita di tono e peristalsi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#20] dopo  
Utente
Scusi se mi permetto. Ma mi sembra surreale il modo in cui risponde. C'è un rx che lo dimostra. Con tanto di referto. Come fa a non esserci prova?

[#21]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile amica:
L'RX è un esame STATICO in cui NON si vede il movimento.

E' come se io potessi dire che lei ha una gamba paralizzata semplicemente guardando una sua foto!
Lo potrei dire solo osservando come si muove in un filmato!

Sono ancora surreale?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#22] dopo  
Utente
Adesso capisco la spiegazione.
Confrontandomi con molti malati di acalasia, il loro iter diagnostico è stato proprio rx esofago con Bario, poi manometria. Secondo lei come hanno fatto a rilevare questa perdita tono e peristalsi esofagea tanto da metterla nel referto e consigliare ulteriori accertamenti? Doveva essere molto evidente? O forse c'era un ristagno di Bario accumulato per metà esofago e da lì hanno detto che rallentava? Potrei mostrare lei direttamente rx x capire se effettivamente non c'è nulla?

https://drive.google.com/file/d/1TIT7EuztEcHw4pmeRx-At8rtHh2vBRpH/view?usp=drivesdk

[#23]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La qualità delle immagini non consente di esprimere giudizi.
Io farei:

1) terapia per l'esofagite


2) pH-manometria delle 24 ore


3) ove la manometria non fornisse elementi utili si può fare uno STUDIO CINERADIOGRAFICO DELLA DEGLUTIZIONE (con questo studio si vede il MOVIMENTO!!!!)
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#24] dopo  
Utente
Ha ragione in effetti non si vedeva molto, e ora ho capito anche la sua spiegazione. le ho fatte singolarmente più nitide.
Praticamente la parte leggermente ristretta dovrebbe essere quella tra esofago e stomaco, dove si trova anche iperemia.
Lei nota questo lieve restringimento?


https://drive.google.com/file/d/1-TIHRQ6vbj8_hqHBXB3Y1wRoDe81ikYf/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1KKqtn4rbD8cw5iKhzWzAiImfapIbjDUq/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1E852INDWGa9bWUPpQGpaB3MK2wlzbFe2/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1tMrqIXK3DFe3l8340BoqlGmfiMNZq6Zp/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1yTZmrryMQnmTNNMTCgQ2GJzUpDiujpu1/view?usp=drivesdk

[#25]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come ha potuto vedere anche un altro Collega le ha consigliato la manometria esofagea (come ho fatto io).
Le ricordo che non è corretto porre più volte lo stesso quesito.....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#26] dopo  
Utente
Dottore buongiorno, ho appena ricevuto referto delle biopsie fatte durante la gastroscopia, che evidenziò un iperemia precardiale, esofagite e un sospetto di celiachia.

CAMPIONE IN ESAME :
1 esofago biopsia endoscopica
2 duodeno biopsia endoscopica

DESCRIZIONE MACROSCOPICA:
1 Due frammenti
2 Due frammenti

DIAGNOSI:
1 frammenti di mucosa esofagea con acantosi (?), iperplasia delle cellule basali e congestione delle papille (?).
Si osserva un lieve infiltrato linfocitario. Occasionali Eosinofili (nettamente inferiori a 15 HPF). Reperto di esofagite a lesioni minime


2 frammenti di mucosa duodenale con villi presenti di calibro regolare con riduzione della lunghezza. La tonaca propria mostra edema, Congestione e un lieve infiltrato infiammatorio linfoplasmacellulare (?).
Quota di linfociti intraepiteliali CD3+ inferiori a 25 x 100 cellule (?).
Reperto di lieve flogosi cronica interstiziale privo di caratteri morfologica di specificità. Inquadrare alle luce dei dati clinico, strumentali e di laboratorio.


Dove ho messo i punti interrogativi tra parentesi potrebbe spiegarmi in parole povere cos'è e cosa Indica?

Dovrei fare ulteriori analisi? Non riesco a mangiare da mesi x totale disfagia. Perfino i liquidi mi si bloccano. Positiva a tampone candida orofaringea e elicobacter da feci.

[#27]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
solo lieve infiammazione
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia