x

x

cali di zuccheri: possibile insulinoma?

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve dottori,
poco meno di due mesi fa ho avuto un calo di zuccheri dovuto ( credo) a sforzo fisico eccessivo + dieta fai da te assai povera di zuccheri e carboidrati + semidigiuno ( ossia scarsa colazione, cena saltata). I sintomi di questo calo sono stati: giramento di testa, sudore freddo, tremore alle gambe, malessere generale.
Spaventata dell'accaduto, ho deciso di riprendere ad alimentarmi in modo normocalorico, ma ho avuto pochi giorni dopo altri malesseri simili. Da quel momento ho sviluppato attacchi di panico in quanto molto ipocondriaca.
Ho fatto tre volte in un mese le analisi del sangue inclusa tiroide e minerali, misurato i livelli di glicemia a digiuno e non, elettrocardiogramma, perfino test hiv. Tutto perfetto. ( a parte tiroidite di Hashimoto) . Al che, mi hanno etichettato come " disturbo d'ansia" e la cura è stata dirottata tutta sul piano psicologico. ( psicoteralia e xanax).
Ma io mica mi fido. Troppo facile etichettare tutto come ansia. Non nego di avere un disturbo d'ansia e attacchi di panico, ma ciò non toglie che possa essere la conseguenza della paura di avere una malattia grave, e non la causa di tutti i miei malesseri.
Mi accade che, se sto a digiuno per molte ore ( ad esempio se ho una cena alle 22 e ho consumato il pranzo alle 12 come sono solita fare) mi senta " strana", debole e affamata. A quel punto inizia anche a montarmi l'ansia ed ecco che non distinguo più l'attacco di panico dal calo ipoglicemico.
Non ho più avuto cali ipoglicemici da alcune settimane, ma c'è da dire che faccio piccoli pasti frequenti, spesso mangio cose zuccherate ecc ( insomma, sono io che cerco di prevenire in tutti i modi), con la conseguenza che se continuo così ingrassero' molto.
Sto pensando che potrei avere un insulinoma o comunque un tumore del pancreas.
A parte ciò, accuso spesso lievi vertigini e capogiri, vampate di calore, a volte senso di debolezza... ma possono benissimo essere gli attacchi di panico che sono nati in un contesto di disturbo d'ansia generalizzato. Oppure la malattia organica ( ma quale?)
Il punto è che se io non escludo le possibili cause organiche non guariro' mai. Così sto vagando di dottore in dottore.
Un altro sintomo mi spaventa: è capitato due volte in un mese e mezzo di avvertire una fame molto strana, come insaziabile. Ossia mangio ma non mi sazio. A volte, invece, inappetenza totale. Anche questo potrebbe essere stress e ansia, ma vorrei assolutamente approfondire questo discorso dei cali ipoglicemici.
quali patologie a parte l'insulinoma li causano e quali esami effettuare? grazie.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26,1k 1k 13
In occasione di quelli che lei definisce cali glicemici, ha misurato la glicemia???
Se si, che valori ha rilevato?
Altrimenti di cosa parliamo?
Resto a sua disposizione! Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
no dottore, non ho misurato un bel nulla perché non ho lo strumento apposito. Ho dedotto si sia trattato di ipoglicemia a causa di sintomi piuttosto specifici come improvviso senso di fame e debolezza, giramento di testa, vertigine, vampate di calore ecc ma soprattutto notando che stavo meglio bevendo la classica acqua e zucchero. I primi attacchi non erano associati a ansia e paura e quindi non era panico.
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26,1k 1k 13
In occasione del prossimo prelievo di sangue faccia il dosaggio dell'insulina.
Poi faccia una visita endocrinologica.
Potrebbe essere necessaria una curva da carico orale di glucosio con parallela curva insulinemica.
[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie per la risposta dottore, ho prenotato la visita dall'endocrinologo, ove rifarò eco tiroide e spiegherò questi strani sintomi. Purtroppo la visita ( a pagamento) ci sarà solo tra una decina di giorni. Nel frattempo io non sto vivendo più perché questa situazione di " spossatezza" mi crea attacchi di panico e insonnia che ormai resiste anche alle gocce. Come ho un minimo " buco allo stomaco" temo che potrei avere un mancamento/ calo ipoglicemico, spia di qualche malattia mortale. Al che le chiedo:
- se un senso di fame improvvisa ( pur mangiando o comunque poco dopo i pasti) più che da fattori organici, possa essere imputabile all'ansia;
- se anche una certa spossatezza possa essere imputabile all'ansia, agli attacchi di panico e al cattivo/ assente riposo
( preciso che la stanchezza è esponenzialmente aumentata da quando assumo xanax così come anche sonnolenza e mal di testa)
- se la mia tiroidite di Hashimoto, recentemente diagnosticatami con le analisi ( mi ero recata dall'endocrinologo a causa della formazione di una pallina, il gozzo per capirci, poi rientrato) possa influire su stanchezza, ansia, sbalzi di calore e quant'altro. Non sono ancora in ipotiroidismo nel senso che ho gli anticorpi tiroidei positivi ma gli ormoni tiroidei ancora reggono e non prendo ancora la pasticca per la tiroide giacché sconsigliatami.

grazie
[#5]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26,1k 1k 13
Credo che l'ansia stia giocando un ruolo importante....
[#6]
dopo
Utente
Utente
prima mi è successa una cosa molto brutta : mentre camminavo mi sentivo traballante e mi è venuta una tachicardia assurda, pensavo di avere un infarto e mi sono dovuta sedere e calmare, respiravo in modo affannoso ed ero terrorizzata, non sapevo se fosse il caso di chiamare l'ambulanza o meno. Non ho avvertito sintomi collegabili all' ipoglicemia ( sudorazione , nausea , giramenti di testa e quant'altro ), ma è anche vero che il terrore e il batticuore mi è passato con una bustina di zucchero. Premetto che non ero affatto a digiuno, il che non giustificherebbe il calo di zuccheri.
Non so se mi riprendo perché "psicologicamente " connetto lo zucchero allo stare bene oppure se effettivamente ho questo deficit di zuccheri.
Quando al pronto soccorso e al laboratorio privato mi hanno analizzato la glicemia andava sempre bene, sia a digiuno che non( al pronto soccorso non ero digiuna).
Non so che pesci pigliare, questo dubbio del tumore pancreatico mi devasta. Ma possibile che 2 volte al pronto soccorso e 2 volte se non 3 dal medico a sventolare analisi nessuno mi abbia mai consigliato di approfondire la questione ? Possibile che non ci sia nessun valore ematico alterato? emocromo con conta leucocitaria, ves, ferritina, tutti i minerali, colesterolo ecc ... niente di alterato manco un asterisco ( a parte la creatinina un po' alta ma quella ce l'ho da sempre come tutta la mia famiglia).
Disperazione totale e strazio.

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio