x

x

Levopraid

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buongiorno, sono una ragazza di 17 anni e vi scrivo per avere maggiori informazioni riguardo gli effetti del farmaco Levopraid.
Da più di un mese avverto nausea continua, senso di pienezza pur avendo mangiato poco, capogiri, dolori allo stomaco. Ho consultato due gastroenterologi, secondo il primo si tratta di Helicobacter pylori, secondo l’altro di dispepsia funzionale dovuta allo stress. Mi ha prescritto levopraid 15 gocce due volte al giorno mezz’ora prima dei pasti e Pariet una compressa prima di colazione. Il levopraid mi stava facendo attenuare e quasi passare del tutto i sintomi ma mi ha fatto aumentare la prolattina e per questo ho dovuto sospendere la cura prima dei 15 giorni. Da quando ho sospeso la cura i sintomi sono ritornati e sono più evidenti di prima. Ho contattato il gastroenterologo che ha detto di ricontattarlo fra 10 giorni per prenotare una gastroscopia transnasale per vedere se si tratta di Helicobacter. La mia domanda è la seguente: dato che la nausea aumenta sempre più se assumo levopraid per altri 10 giorni pur sapendo che mi riprovocherà un aumento della prolattina e quindi perdite dai capezzoli (sono passate dopo circa 6 giorni) potrebbe provocarmi altri problemi salutari? È l’unico modo per far passare la nausea.
Grazie mille, aspetto una vostra risposta.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Credo che la soluzione sia trovare un altro procinetico come i nuovi prodotti a base di zenzero e vitamina B6 che aiutano a svuotale lo stomaco senza effetti collaterali.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio